Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Kinesiophobia, la paura di muoversi per il dolore

Spesso la causa è nella mente, che condiziona il recupero fisico

Varie_1145.jpg

Diverse alterazioni emotivo-cognitive possono influenzare negativamente la ripresa della vita quotidiana in seguito a una caduta, una patologia o un intervento. Misurare il livello di kinesiophobia, ovvero la paura del movimento legata al dolore, in chi soffre di dolori persistenti permette al medico specialista in Medicina Riabilitativa di scegliere la terapia più adatta al singolo paziente.
Ansia, depressione, pensieri catastrofici e paura di non guarire; iperattività o, al contrario, paura di uscire di casa, di muoversi e di cadere. Le alterazioni emotivo-cognitive, che riguardano una parte dei pazienti affetti da dolore cronico, possono manifestarsi in misura più o meno grave. Si tratta di atteggiamenti e reazioni al dolore che si insinuano lentamente nella psicologia del paziente ed hanno ricadute pratiche sulla persistenza della malattia. Chi infatti soffre di dolori persistenti, ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | dolore, kinesiophobia, movimento,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 27158 volte