Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Inibitori di pompa protonica associati a demenza

Il rischio cresce probabilmente per l'abbassamento dei livelli di vitamina B12

Ulcera_12280.jpg

L'assunzione degli inibitori di pompa protonica (Ppi) è legata a un aumento del rischio di demenza. Lo ha stabilito uno studio pubblicato su Jama Neurology da un team del Centro per le malattie neurodegenerative di Bonn, in Germania.
La dott.ssa Britta Haenisch e i suoi colleghi hanno analizzato le prescrizioni dei farmaci effettuate fra il 2004 e il 2011.
Il campione era costituito da oltre 73mila persone, delle quali 2.950 sono state trattate con gli inibitori di pompa protonica, farmaci utilizzati per attenuare i sintomi del reflusso gastroesofageo.
In questo sottogruppo il rischio di demenza è salito del 44 per cento rispetto al gruppo di controllo. Gli autori dello studio avvertono che vi sono alcuni limiti nell'analisi presentata, in particolare riguardo ai dati di fattori indipendenti in grado di aumentare il rischio di demenza.
«In ogni caso, dato che il nostro studio ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | acidità, ulcera, stomaco, vitamina,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 27143 volte