Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Vitamina D utile in caso di Parkinson

Sintomi meno severi con livelli più alti della sostanza

Parkinson_12423.jpg

Alle ben note conseguenze positive associate ad alti livelli di vitamina D nel sangue va aggiunto l'effetto benefico connesso con il morbo di Parkinson. I ricercatori della Oregon Health and Sciences University hanno analizzato 286 pazienti affetti da Parkinson, verificandone i livelli di vitamina D nel sangue.
I medici americani hanno così scoperto che livelli più alti di vitamina D erano associati a una riduzione della consistenza dei sintomi avvertiti, a condizioni cognitive migliori e a minor depressione.
La dott.ssa Amie L. Peterson, coordinatrice dello studio apparso sul Journal of Parkinson’s Disease, spiega: “circa il 30 per cento delle persone con malattia di Parkinson soffrono di deficit cognitivo e demenza, e la demenza è associata con il parcheggio in cura casa e l’aspettativa di vita ridotta. Sappiamo che il decadimento cognitivo lieve può predire il futuro sviluppo della ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Parkinson, vitamina, sangue,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 27225 volte