Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Nuovi metodi per rilevare le commozioni cerebrali

Tac e risonanze magnetiche non sembrano sufficientemente affidabili

Varie_13756.jpg

È necessario trovare nuovi metodi per l’individuazione delle commozioni cerebrali. A rivelarlo è uno studio del Walter Reed National Medical Military Center, i cui ricercatori hanno esaminato le immagini relative ai cervelli di centinaia di soldati ai quali era stata diagnosticata una leggera commozione cerebrale.
Stando alle conclusioni dello studio, anche commozioni cerebrali di lieve entità possono provocare danni a lungo termine. In oltre la metà dei soggetti i ricercatori americani hanno osservato anomalie nella materia bianca, la parte del cervello responsabile della trasmissione dei segnali fra le diverse regioni. In caso di commozioni cerebrali, sia la Tac che la risonanza magnetica spesso non rivelano danni cerebrali di nessun tipo. Gli altri strumenti clinici utilizzati per la valutazione dei danni, ad esempio la storia clinica di un paziente, la valutazione di abilità cognitive ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | commozione, cerebrale, risonanza,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 46709 volte