Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Alzheimer, coinvolti anche i batteri

L'infiammazione scaturita dalla loro presenza può favorirne l'insorgenza

Anche i batteri potrebbero essere coinvolti nei meccanismi di insorgenza del morbo di Alzheimer. Lo dice uno studio pubblicato su Neurobiology of Aging da un team dell'Irccs Fatebenefratelli di Brescia, che ha scoperto un possibile legame fra l'origine della malattia e la presenza di alcuni microbi alla base di alterazioni di tipo infiammatorio nell'intestino.
Lo studio, coordinato da Giovanni Frisoni e Annamaria Cattaneo, si è concentrato sulle proteine Amiloide e Tau, prodotte di norma dal cervello, ma il cui accumulo può provocare la degenerazione dei neuroni e la comparsa dei sintomi tipici dell'Alzheimer, primo fra tutti la perdita di memoria.
«Le alterazioni infiammatorie sono invariabilmente associate con depositi di amiloide e tau, anche se non è ancora chiaro se l'infiammazione preceda o segua la malattia», hanno spiegato i ricercatori.
«I batteri intestinali con note ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | batteri, Alzheimer, infiammazione,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 15898 volte