Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Nuovi orizzonti di ricerca in campo ematologico

Al via in Italia sperimentazione di fase II del farmaco ponatinib

Leucemia_6770.jpg

Si chiama ponatinib ma dietro questo nome impronunciabile si cela la speranza per molti pazienti altrimenti condannati per la presenza della famosa mutazione T315I.
Le leucemie causate dal cromosoma Filadelfia (o Ph+) solitamente rispondono molto bene al trattamento con inibitori specifici della proteina Bcr-Abl, quali ad esempio imatinib. L’imatinib è una sostanza che appartiene a una nuova classe di farmaci antitumorali mirati, i cosiddetti inibitori della trasduzione del segnale. Esso inibisce i segnali all’interno delle cellule neoplastiche, bloccando una serie di proteine che sono alla base della riproduzione delle cellule in uno specifico tipo di tumore: nel caso delle Leucemie Ph+ (Leucemia Mieloide Cronica e Leucemia Linfoblastica Acuta) la proteina patologica è chiamata Bcr-Abl.
Tuttavia nel 10% circa dei casi si selezionano, durante il trattamento, cellule mutate e ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | leucemia, ponatinib, mutazione,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 27026 volte