Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Il ruolo della vitamina D nella prevenzione delle fratture

Benefici per i piĂą anziani ma inutile nella popolazione adulta

Fratture_7132.jpg

Si può ridurre il rischio di fratture negli anziani garantendo loro un giusto apporto di vitamina D, in una quantità pari a circa 30 ng/mL. A stabilirlo è una relazione dell'American Geriatrics Society (AGS).
James Judge, presidente del gruppo di lavoro AGS sull'integrazione di vitamina D negli anziani, spiega: “negli studi in cui si sono raggiunti livelli medi sierici superiori a 25 ng/mL, i tassi di cadute e fratture sono significativamente diminuiti”.
Secondo il documento, una dose totale media giornaliera di vitamina D da tutte le fonti (alimentazione, sole, integratori) assicura al 90 per cento della popolazione anziana livelli sierici di 25 idrossivitamina D pari alla quantitĂ  necessaria alla prevenzione di cadute e fratture.
Il documento pubblicato dall'AGS consiglia ai medici di:

1)rivedere e discutere insieme al paziente le strategie da adottare per garantire ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | fratture, vitamina, calcio,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicitŕ su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 45289 volte