Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Epatite B e prevenzione per i neonati

Il trattamento dei neonati di madri positive per gli antigeni di superficie dell'epatite B con vaccino o immunoglobuline protegge il bambino dall'infezione: la combinazione di vaccinazione ed immunoglobuline è associata ad una protezione anche maggiore. La trasmissione madre-figlio è responsabile del 50 percento dei portatori di epatite B.
In generale, non è stato possibile dimostrare differenze significative fra dosaggi, protocolli di somministrazione e forme di vaccini derivati da plasma o ricombinanti diversi sul rischio di epatite B. Anche gli intervalli fra le iniezioni di 12, 24 o 48 ore non sembrano avere alcun effetto sugli esiti. Il vaccino associato all’Immunoglobulina per l’epatite B ha ridotto il verificarsi di epatite B rispetto al solo vaccino. La meta-analisi ha mostrato che la vaccinazione anti-epatite B, l’Immunoglobulina per l’epatite B e la vaccinazione più ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 26935 volte