Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 41

Risultati da 1 a 10 DI 41

19/07/2016 11:30:00 Un farmaco per l'osteoporosi può proteggere dal cancro

Tumore al seno e osteoporosi, un legame da considerare
Un farmaco utilizzato per il trattamento dell'osteoporosi sembra poter svolgere un ruolo protettivo nei confronti del tumore del seno. A dirlo è uno studio pubblicato su Nature Medicine da un team della Stem Cells and Cancer Division al Walter and Eliza Hall Institute of Medical Research (WEHI), in Australia.
Nello specifico, Denosumab sembrerebbe in grado di proteggere le donne portatrici di difetti del gene Brca1. Lo studio coordinato da Jane Visvader e Geoffrey Lindeman avanza così ... (Continua)

17/06/2016 09:27:00 Sperimentazione studia l'efficacia della sola rimozione delle tube

Mutazioni Brca, l'intervento può essere meno invasivo
Qualche tempo fa, il caso di Angelina Jolie aveva scosso l'opinione pubblica. La celebre star di Hollywood aveva infatti deciso di sottoporsi a doppia mastectomia e all'asportazione di ovaie e tube di Falloppio, nella speranza di ridurre al minimo le possibilità di un cancro del seno o delle ovaie.
Come molte altre donne, infatti, la Jolie è portatrice di una mutazione genetica a carico dei geni Brca 1 e Brca 2, responsabile di un aumento esponenziale del ... (Continua)

03/05/2016 10:11:00 Valido per la forma legata a mutazione Brca platino-sensibile

Olaparib per il trattamento del carcinoma ovarico
Il farmaco Olaparib è ormai disponibile anche in Italia. Fra pochi giorni, infatti, ne verrà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale l'autorizzazione al commercio. Si tratta del primo trattamento mirato per il mantenimento delle pazienti colpite da un tumore ovarico in stadio avanzato e positivo alla mutazione Brca.
Olaparib è un inibitore del poli ADP-ribosio polimerasi (PARP) che sfrutta le carenze dei meccanismi di riparazione del DNA tumorale per indurre selettivamente la morte delle cellule ... (Continua)

12/01/2016 12:36:00 In caso di mutazione genetica BRCA1

Tumore ovarico, utile un farmaco per l'artrite
Auranofin, un farmaco già in uso per l'artrite, si sarebbe rivelato efficace nel contrastare la diffusione del tumore ovarico nelle donne che presentano la mutazione genetica BRCA1. A dimostrarlo è un gruppo di ricercatori della Plymouth University, nel Regno Unito.
BRCA1 è un gene legato alla riparazione del Dna presente in forma mutata nel 20 per cento circa dei casi di cancro alle ovaie. Gli scienziati inglesi hanno scoperto che il farmaco Auranofin riesce a ridurre del 37 per cento il ... (Continua)

29/10/2015 16:47:14 Colpisce in maniera selettiva le mutazioni genetiche responsabili

Olaparib cura il cancro della prostata
C'è un'arma davvero efficace contro il cancro alla prostata. Si chiama Olaparib, un farmaco in grado di colpire con estrema precisione le alterazioni genetiche alla base della neoplasia.
Il medicinale è stato sperimentato su un gruppo di ricercatori dell'Institute of Cancer Research di Londra su 49 soggetti colpiti da un tumore incurabile. Stando ai risultati pubblicati sul New England Journal of Medicine, la molecola è riuscita a rallentare la crescita tumorale nell'88 per cento dei ... (Continua)

24/09/2015 16:55:00 Ricercatori inglesi realizzano l'elenco completo delle mutazioni genetiche

Una mappa per orientarsi nel cancro alla prostata
Nel cancro alla prostata la componente genetica è davvero importante. Quasi il 90 per cento degli uomini che lotta contro un tumore prostatico metastatico presenta una qualche mutazione genetica.
Per questo, un gruppo di ricercatori inglesi dell'Institute of Cancer Research ha messo a punto una mappa completa delle alterazioni genetiche finora note per il fatto di essere coinvolte nello sviluppo di un tumore alla prostata. L'hanno chiamata Stele di Rosetta ispirandosi alla lastra di pietra ... (Continua)

16/09/2015 14:24:00 Fancm è associato all'insorgenza del carcinoma mammario
Un nuovo gene causa il tumore del seno
Un team di ricercatori italiani ha scoperto l'esistenza di una nuova alterazione genetica in grado di aumentare il rischio di insorgenza del cancro al seno.
Fancm è il nome del gene indiziato. Era già noto perché coinvolto nei meccanismi che innescano l'anemia di Fanconi.
La scoperta, pubblicata su Human Molecular Genetics, è firmata da due gruppi di scienziati. Il primo è guidato da Paolo Peterlongo dell'Ifom, l'Istituto Firc di oncologia molecolare, mentre il secondo è coordinato da ... (Continua)
02/07/2015 16:24:00 Sperimentazione di fase III per PM1183
Nuovo farmaco per il cancro ovarico
Sta per essere arruolata la prima paziente di uno studio di Fase III per il farmaco antitumorale PM1183 in soggetti affetti da carcinoma ovarico platino-resistente (PROC).
Quando saranno soddisfatti gli obiettivi dello studio, lo studio CORAIL (NCT02421588) sarà utilizzato per sostenere la procedura di approvazione del PM1183 come trattamento per questa prescrizione.
Lo studio principale è uno studio in aperto, randomizzato e multicentrico internazionale ideato per valutare l'attività e ... (Continua)
06/05/2015 17:00:00 Documento messo a punto da ricercatori americani

Nuove raccomandazioni per la mammografia
Gli esperti della US Preventive Services Task Force (USPSTF) hanno stilato una serie di nuove raccomandazioni riguardanti lo screening routinario per il tumore del seno basato sulla mammografia.

- Per le donne dai 50 ai 74 anni, i medici statunitensi raccomandano una mammografia ogni 2 anni.

- Per quanto riguarda le donne fra i 40 e i 49 anni il discorso è più complesso. La decisione di far partire lo screening in donne con meno di 50 anni deve essere presa osservando il caso ... (Continua)

05/05/2015 10:20:00 Il rischio di cancro dipende anche dalla natura dell'alterazione
Brca e tumore al seno, importante anche il tipo di mutazione
Non è sufficiente individuare un'alterazione genetica a carico dei geni Brca1 e 2 per quantificare con precisione il rischio di cancro al seno. Per farlo serve anche sapere di quale mutazione si tratti.
A dirlo è uno studio pubblicato su Jama da Timothy Rebbeck della Scuola di medicina Perelman presso l'Università della Pennsylvania. Il prof. Rebbeck spiega: “le donne che ereditano mutazioni dei geni Brca hanno un aumentato rischio di cancro al seno e alle ovaie, ma poco si sa sui livelli ... (Continua)

  1|2|3|4|5

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale