Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1992

Risultati da 1161 a 1170 DI 1992

20/06/2011 Le sostanze che mettono in pericolo il nostro organismo

Formaldeide nella lista nera degli agenti cancerogeni
Anche la formaldeide è da considerarsi agente cancerogeno a tutti gli effetti. Lo hanno deciso le autorità americane, che hanno aggiornato la lista nera delle sostanze pericolose per l'organismo. La formaldeide è ampiamente utilizzata come vernice collante di pannelli in legno, nella produzione di compensato e all'interno di prodotti per capelli.
L'amministrazione americana ha aggiunto anche altre sostanze come lo stirene, una resina che si usa per la produzione di oggetti in plastica, di ... (Continua)

17/06/2011 Stime contrastanti sul nesso fra la patologia e il pericolo di cancro
Esofago di Barrett e rischio tumore
Qual è il nesso fra esofago di Barrett e tumore esofageo? Stando all'ultimo studio pubblicato sull'argomento la percentuale di rischio andrebbe ritoccata per difetto. Secondo la ricerca apparsa sul Journal of the National Cancer Institute da Shivaram Bath della Queens University di Belfast, il rischio di sviluppare un tumore esofageo nei pazienti che soffrono di esofago di Barrett è inferiore al previsto.
L'esofago di Barrett è una condizione precancerosa che si caratterizza per uno stato ... (Continua)
15/06/2011 Ricercatori italiani mettono a punto la Blu-colonscopy
Nuova tecnica per la colonscopia
Novità in arrivo per chi deve effettuare la colonscopia. Si tratta di una tecnica innovativa messa a punto dai medici-ricercatori di Humanitas, che insieme ad un’azienda italiana (Cosmo Pharma) hanno sviluppato una pillola blu da assumere poche ore prima della colonscopia. Questa pillolina, una volta raggiunto l’intestino, libera un colorante (il blu di metilene) normalmente utilizzato per la cromoendoscopia, una metodica utile per evidenziare le alterazioni della mucosa. La colorazione blu ... (Continua)
14/06/2011 Ricercatori del San Raffaele hanno scoperto come intervenire su EIF6
Fermare la proteina più antica del mondo e vincere i tumori
Un team di ricercatori del San Raffaele di Milano, in collaborazione con IFOM-IEO di Milano e l’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”, hanno scoperto che la modulazione di eIF6, proteina fondamentale per la crescita delle cellule tumorali, determina la riduzione della crescita tumorale.
I risultati della ricerca, pubblicati oggi sulla prestigiosa rivista scientifica Cancer Cell, potranno contribuire a creare nuovi farmaci per bloccare l’attività di eIF6 e alla riduzione ... (Continua)
10/06/2011 Le cellule aiutano il tumore a resistere ai trattamenti
Scoperte le staminali del cancro al colon
Non sempre le cellule staminali sono sinonimo di speranza. Alcuni ricercatori del Children's Hospital di Boston hanno scoperto un gruppo di staminali che determinano l'evoluzione del cancro al colon retto.
Le cellule in questione esprimono la molecola ABCB5, una proteina che trasforma la materia neoplastica in resistente alla terapia farmacologica chemioterapica. Lo hanno dimostrato gli scienziati guidati da Brian Wilson e Tobias Schatton, che hanno pubblicato i risultati della loro ... (Continua)
10/06/2011 CCL2 alla base dei meccanismi di diffusione del tumore

Bloccare il cancro al seno inibendo una molecola
Lo sviluppo di metastasi in seguito a un tumore al seno può essere fermata attraverso l'inibizione della molecola CCL2, coinvolta nell'evoluzione della neoplasia. Lo dice una ricerca pubblicata su Nature da un team di scienziati dell'Albert Einstein College of Medicine di New York e dell'Ortho Biotech Oncology R&D di Radnor, in Pennsilvanya.
Nel suo processo di “colonizzazione” di altre parti del corpo, il tumore che ha origine nel seno produce la molecola CCL2, che serve ad attivare le ... (Continua)

08/06/2011 Fermare lo sviluppo dei vasi sanguigni per affamare il cancro

Tumori, due vie per bloccare l'angiogenesi
Nuove idee per fermare lo sviluppo dei tumori. Due diverse ricerche puntano sullo stop all'angiogenesi, ovvero la formazione di nuovi vasi sanguigni che il tumore utilizza per trovare linfa vitale attraverso l'irrorazione delle cellule corrotte.
La prima ricerca, della Queen's University di Belfast, propone l'uso della pelle di rana per bloccare il processo di angiogenesi. Nell'epidermide dell'animale, infatti, i ricercatori guidati da Chris Shaw hanno individuato due sostanze che riescono ... (Continua)

08/06/2011 Le raccomandazioni dei pediatri per scongiurare qualsiasi rischio

Consigli utili per l'uso di apparecchi senza fili
Un gruppo di esperti dell’OMS ha segnalato il possibile rischio che il cellulare sia cancerogeno. Questo tipo di problema era da tempo oggetto di studio, dato l’alto numero di cellulari su tutto il territorio, e l’uso, spesso eccessivo, che ne fanno anche i bambini. Le uniche segnalazioni riguardavano tuttavia i rischi legati alle emissioni delle antenne dei ripetitori.
Finora il mondo della pediatria, in assenza di prove scientifiche dimostrate, aveva consigliato un uso prudente di questi ... (Continua)

07/06/2011 Più probabile l'insorgenza di un cancro se si hanno problemi di peso

Rischio tumori per chi è in sovrappeso
Meglio mettersi a dieta, e non solo per una questione estetica. L'ultimo avvertimento viene dal consueto incontro annuale dell'Asco, l'associazione americana di oncologia, che si sta tenendo a Chicago.
È il professore italiano Pier Franco Conte, direttore dell'Oncologia medica presso il Policlinico di Modena, a ricordare che “il grasso raccoglie tossine cancerogene, è una 'discarica' naturale dove si accumulano i veleni che possono portare al cancro. È inoltre una fonte di estrogeni, altra ... (Continua)

06/06/2011 Il principale fattore di rischio per il melanoma è un'esposizione esagerata
Attenti al sole, contro il melanoma non bastano le creme
La stagione invita ad affollare le spiagge alla ricerca dell'abbronzatura perfetta, ma è meglio non esagerare. A ricordarlo è uno dei massimi esperti italiani, il direttore del dipartimento di oncologia e immunoterapia del policlinico di Siena Michele Maio, per il quale “le creme solari vanno bene, ma non bastano”.
“Le ustioni da sole ripetute in età adolescenziale aumentano notevolmente il rischio di sviluppare questa forma di cancro in età adulta”, spiega Maio ospite del congresso della ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale