Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1992

Risultati da 271 a 280 DI 1992

25/05/2015 16:58:00 Negli uomini ipercolesterolemici in terapia di deprivazione androgenica
Statine utili in caso di cancro alla prostata
L'uso delle statine potrebbe rivelarsi utile nel caso di cancro alla prostata. Una ricerca condotta dal Dana Farber Cancer Institute di Boston segnala un allungamento nel tempo di progressione della malattia con la somministrazione di statine negli uomini ipercolesterolemici in terapia di deprivazione androgenica.
Lo studio, pubblicato su Jama Oncology, è firmato da Philip Kantoff, che spiega: “il gene SLCO2B1 codifica per proteine che consentono l'ingresso nelle cellule a diversi farmaci e ... (Continua)
22/05/2015 16:21:00 Rischio per la salute legato alle sostanze chimiche presenti

Lavate i vestiti nuovi prima di indossarli
Quando si compra un vestito nuovo, di solito si mette subito in lavatrice prima di indossarlo per la prima volta. Una buona abitudine, ma non per il motivo cui si pensa comunemente, ovvero che qualcuno prima di noi lo abbia indossato per provarlo.
Gli abiti nuovi vanno lavati perché è alto il rischio che siano presenti ancora le sostanze chimiche utilizzate in fase di produzione, che possono dar luogo a eruzioni cutanee, pruriti e reazioni allergiche.
A dare il consiglio è il prof. Donald ... (Continua)

20/05/2015 11:30:00 Scoperta effettuata da un team italiano

Molti tumori al seno sono sensibili all'acido retinoico
L'acido retinoico potrebbe rivelarsi efficace nella cura dei tumori al seno. Lo dimostrano i risultati pubblicati sull’autorevole rivista internazionale EMBO Molecular Medicine di uno studio, finanziato dall’Associazione Italiana per la Ricerca contro il Cancro (AIRC), che dimostra che circa il 70% dei modelli cellulari di carcinoma della mammella di tipo luminale, il gruppo più diffuso, e in particolare i tumori caratterizzati da positività al recettore degli estrogeni, risultano sensibili ... (Continua)

15/05/2015 12:10:00 Studio italiano intende indagare sul nesso
Il ruolo dello stress nel cancro al seno
Uno stress prolungato nel tempo potrebbe contribuire alla progressione del carcinoma della mammella, seconda causa di morte per cancro e la più comune forma di tumore tra le donne.
Il meccanismo alla base di questo fenomeno, ancora da chiarire, suggerirebbe che è il tumore stesso a creare un ciclo di auto-potenziamento in grado di promuovere la progressione tumorale, stimolando la sintomatologia depressiva indotta dallo stress. Tale è l’oggetto di una ricerca coordinata dall’ISS che, in ... (Continua)
14/05/2015 14:37:43 Il loro consumo è associato a un rischio inferiore di cancro

Gli effetti antitumorali di agli e cipolle
L'aglio mostra evidenti proprietà antitumorali. L'ipotesi da tempo avanzata dai ricercatori è stata confermata dagli scienziati del National Cancer Insitute di Bethesda, nel Maryland, che hanno pubblicato una revisione sull'argomento sulle pagine della rivista Cancer Prevention Research.
Il positivo effetto protettivo dell'aglio è in realtà una peculiarità comune a tutti gli ortaggi della famiglia delle alliaceae, vale a dire cipolle, scalogni e porri. Vari studi di laboratorio hanno ... (Continua)

12/05/2015 16:03:00 Individuato nei giovani obesi l'accumulo della proteina-spia

L'obesità e il rischio Alzheimer già da adolescenti
Nuovo fattore di rischio per i bambini obesi. Non solo diabete, steatosi epatica, danni alla retina e cardiopatie: da grandi potrebbero sviluppare anche un deficit cognitivo progressivo fino ad arrivare alla demenza senile o all'Alzheimer.
Lo rivela uno studio condotto dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. I ricercatori hanno scoperto negli adolescenti obesi livelli elevati di una proteina, la beta 42 amiloide, coinvolta proprio nel ... (Continua)

11/05/2015 15:49:00 La proteina umana nel mieloma multiplo si trasforma da “buona” a “cattiva”
Il ruolo della guerriera Che-1 nei mielomi
Importante marcatore della progressione del mieloma multiplo e potenziale bersaglio terapeutico, torna alla ribalta la guerriera Che-1, con un nuovo ruolo chiave nelle neoplasie.
Lo studio è di un gruppo di ricercatori diretto da Maurizio Fanciulli dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e pubblicato oggi su EMBO Journal. Dimostra che, in campioni ottenuti da oltre 100 pazienti con mieloma multiplo, l’inibizione della proteina umana Che-1 arresta la crescita delle cellule di mieloma. ... (Continua)
11/05/2015 14:55:00 Risultati discordanti da diverse ricerche
Test Hpv, da solo o con Pap test?
Secondo una recente ricerca pubblicata su Cancer Cytopathology il test di screening per il papillomavirus umano (Hpv) potrebbe non essere sufficiente per individuare tutti i casi di cancro cervicale.
Lo studio, svolto da un team diretto da Marshall Austin, patologo al Magee Womens Hospital di Pittsburgh in Pennsylvania, ha esaminato i dati relativi a oltre 250mila donne, scoprendo 526 casi di tumore cervicale, con uno screening per l'Hpv risultato negativo nel 18,6 per cento dei casi.
Al ... (Continua)
11/05/2015 09:33:00 Le cure rischiano di essere inefficaci se si è in sovrappeso

L’obesità può far perdere i capelli
Chili di troppo? Capelli in meno. L’equazione è più che mai attendibile e non va assolutamente sottovalutata. Il sovrappeso grave, o obesità, infatti, non è solo uno dei maggiori fattori di rischio per lo sviluppo di molte patologie croniche, quali malattie cardiache e respiratorie, diabete, ipertensione e alcune forme di cancro, ma può anche spianare la strada a malattie della pelle e provocare una importante caduta dei capelli.
A lanciare l’allarme è il Dott. Fabio Rinaldi, presidente ... (Continua)

06/05/2015 17:00:00 Documento messo a punto da ricercatori americani

Nuove raccomandazioni per la mammografia
Gli esperti della US Preventive Services Task Force (USPSTF) hanno stilato una serie di nuove raccomandazioni riguardanti lo screening routinario per il tumore del seno basato sulla mammografia.

- Per le donne dai 50 ai 74 anni, i medici statunitensi raccomandano una mammografia ogni 2 anni.

- Per quanto riguarda le donne fra i 40 e i 49 anni il discorso è più complesso. La decisione di far partire lo screening in donne con meno di 50 anni deve essere presa osservando il caso ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale