Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1992

Risultati da 551 a 560 DI 1992

13/05/2014 16:22:00 Possibile collegamento tra uso di telefoni cellulari e tumori cerebrali

Cellulari, nuovi timori
Sui telefoni cellulari e sul loro impatto sulla salute umana il dibattito è sempre vivo. Alcuni studi li accusano, altri li assolvono. Il più recente, firmato da scienziati dell'Università di Bordeaux, si iscrive nella categoria dei primi, affermando che anche solo mezz'ora di conversazioni telefoniche al giorno con un telefonino espone la persona a un rischio maggiore di cancro al cervello.
La ricerca dell'Unità di epidemiologia e prevenzione (Isped) della ... (Continua)

12/05/2014 14:22:00 17 sostanze favoriscono il tumore della mammella

I nemici del seno
Sono ben 17 le sostanze rinvenibili nell'ambiente che aumentano le probabilità di sviluppo di un cancro al seno. Ad affermarlo sono alcuni ricercatori del Silent Spring Institute del Massachusetts guidati dalla dott.ssa Ruthann Rudel.
Lo studio, pubblicato su Environmental Health Perspectives, segnala quelle sostanze che le donne dovrebbero evitare per ridurre al minimo ogni rischio. Fra di esse troviamo la benzina, il gasolio, vari tipi di solventi, vernici, tessuti antimacchia e prodotti ... (Continua)

12/05/2014 10:44:00 Ricercatori italo-americani scoprono un importante meccanismo

Leucemia, risvegliare un gene sentinella per combatterla
Un gruppo di ricerca italo-americano ha scoperto un importante meccanismo che si attiva in presenza di un tumore del sangue. Gli scienziati dell'IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano guidati da Giovanni Tonon e quelli del Dana-Farber Cancer Institute presso la Harvard Medical School di Boston guidati da Kenneth C. Anderson hanno scovato infatti un meccanismo attraverso il quale le cellule tumorali del sangue riescono a superare le barriere che si oppongono alla loro proliferazione ... (Continua)

09/05/2014 17:00:00 Migliaia di decessi per le principali patologie si possono evitare

Lavorare sulla prevenzione per ridurre i decessi
Una ricerca americana mostra quanto si possa e si debba lavorare per prevenire malattie gravi che poi portano alla morte. Uno studio epidemiologico dei Cdc (Centers for diseases control and prevention) di Atlanta pubblicato su Morbidity and mortality weekly report segnala che ci sono migliaia di casi negli Stati Uniti di decessi prevenibili dovuti alle 5 principali cause di morte, ovvero cardiopatie, cancro, malattie del tratto respiratorio inferiore, ictus e lesioni accidentali.
I ... (Continua)

09/05/2014 15:35:00 Utile anche per la scoperta delle recidive

Melanoma, il linfonodo sentinella ne indica la gravità
Il controllo del linfonodo sentinella consente di stabilire la gravità del melanoma cutaneo che ha colpito un paziente in base al grado di diffusione delle cellule neoplastiche. Uno studio pubblicato su Plos Medicine ne segnala l'importanza per cercare di capire qual è il rischio di morte che il soggetto corre.
Anja Ulmer, una delle ricercatrici del team delle Università di Tubinga e Ratisbona che ha condotto l'analisi, spiega: “la prognosi di un cancro dipende anche dal grado di ... (Continua)

09/05/2014 10:55:00 Studio spagnolo mette a punto un nuovo programma

Un software anticipa la diagnosi di cancro al seno
Guadagnare tempo in caso di cancro al seno grazie a una diagnosi precoce è fondamentale. Un team di ricerca spagnolo ha messo a punto un nuovo software in grado di accorciare i tempi della diagnosi basandosi sulla valutazione della densità del seno, un valore da sempre associato al rischio di tumore mammario.
Il programma, denominato DMScan, è stato realizzato dalla Universitat Politècnica de València in collaborazione con l'Instituto de Salud Carlos III e la Fondazione per la salute e la ... (Continua)

08/05/2014 15:34:00 Il disturbo colpisce il 70 per cento delle donne.
Candida, una minaccia per il sesso
C'è un'ombra minacciosa che si staglia sull'attività sessuale delle donne, la candidosi. A provocarla è un fungo piuttosto comune, la Candida Albicans, che causa l'infezione nel 70 per cento delle donne almeno una volta nella vita. Quando ne sono colpite, 8 su 10 rinunciano al sesso.
A riferire questi numeri è la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), che ha realizzato un sondaggio on line su un campione di 3000 donne.
Il presidente SIGO Paolo Scollo spiega: “la candida è un ... (Continua)
08/05/2014 12:02:00 Studio di alcuni geni per replicare il meccanismo nell'uomo
Dalla lucertola il segreto per la rigenerazione dei tessuti
Il gene Wnt è al centro del meccanismo di rigenerazione tissutale tipico delle lucertole. Il gene in questione produce una proteina che innesca una reazione a catena che si conclude con la ricrescita della coda, nel caso del rettile.
Lo stesso gene è presente anche nei mammiferi e sarebbe la chiave per la produzione di staminali umane. Un team di ricercatori del Centre for Genomic Regulation (Crg) della città catalana ha studiato la possibilità di ottenere lo stesso meccanismo nell'uomo. ... (Continua)
07/05/2014 12:23:00 Nuova scoperta di un team di ricerca italiano

Cancro al seno, colpire una proteina per evitare le recidive
Per scongiurare una recidiva in caso di cancro al seno, i medici potrebbero disporre presto di un nuovo approccio terapeutico. Al centro c'è l'azione di una proteina – p70S6K – che promuove la sopravvivenza delle cellule tumorali residue dopo un primo trattamento chemioterapico. Agire colpendo questa proteina potrebbe eliminare il rischio di recidive.
È il risultato di uno studio condotto dai ricercatori del Centro di riferimento oncologico (Cro) di Aviano coordinati da Gustavo Baldassarre e ... (Continua)

06/05/2014 16:05:00 Dimostrato su modello animale l'effetto oncosoppressore dell'ormone
Cancro della prostata, il ruolo della melatonina
La melatonina, ormone prodotto dalla ghiandola pineale, è nota da anni al pubblico come integratore alimentare utile per il suo effetto nel ripristinare i ritmi biologici sonno-sveglia disturbati dal jet-lag.
Più recentemente è stato scoperto che la melatonina può anche agire come antiossidante, antiinfiammatorio e modulatore della risposta immunitaria.
Ora uno studio della Statale di Milano dimostra che, in un modello murino, la melatonina – assunta in dosi tollerabili dall’organismo - ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale