Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1992

Risultati da 631 a 640 DI 1992

13/02/2014 15:44:10 Nuovo strumento da utilizzare negli interventi chirurgici

Gli occhiali che scovano il cancro
Un paio di occhiali speciali sono stati utilizzati per la prima volta durante un intervento chirurgico per la rimozione di tre linfonodi in una paziente affetta da cancro al seno. L'operazione, effettuata dalla dott.ssa Julie Margenthaler presso il centro oncologico di St Louis, si è caratterizzata proprio per l'utilizzo di questi nuovi occhiali che aiutano il chirurgo a individuare le cellule tumorali
Sviluppati di recente e sperimentati su modello animale, gli occhiali funzionano ... (Continua)

13/02/2014 11:43:47 L'ipotesi è che non riduca i tassi di mortalità

Uno studio avanza dubbi sulla mammografia
Una ricerca canadese pubblicata sul British Medical Journal giunge a conclusioni sorprendenti riguardo l'uso della mammografia come strumento preventivo del tumore al seno. La ricerca ha coinvolto ben 90mila donne di età compresa fra i 40 e i 59 anni e si è protratta per 25 anni.
Lo studio, coordinato da Anthony Miller dell'Università di Toronto, ha analizzato l'efficacia della mammografia, un esame diventato ormai di routine in molti paesi, fra cui l'Italia. Finora i ricercatori hanno ... (Continua)

11/02/2014 14:50:31 Studio ne evidenzia la maggiore efficacia rispetto all'acido ibandronico
Acido zoledronico per le metastasi ossee da cancro al seno
Uno studio firmato da Peter Barrett-Lee dell'Università di Cardiff, nel Regno Unito, ha esaminato l'effetto dell'acido zoledronico nel trattamento delle metastasi ossee derivanti da un tumore mammario.
L'efficacia del farmaco è stata analizzata alla luce dell'utilizzo alternativo dell'acido ibandronico. Nell'ambito del trattamento della malattia metastatica ossea vengono spesso utilizzati i bifosfonati allo scopo di ridurre il dolore e la distruzione delle ossa. L'utilizzo dell'acido ... (Continua)
11/02/2014 10:42:13 I primogeniti più soggetti a problemi di peso

Chi nasce per primo rischia l'obesità
A causa di alcuni meccanismi non proprio oliati nelle prime gravidanze, i bambini primogeniti di una donna rischiano più di eventuali fratellini l'obesità da adulti. A dirlo è uno studio pubblicato su Scientific Reports da un team di ricerca dell'Università di Auckland, in Nuova Zelanda.
Lo studio ha analizzato un piccolo campione costituito da 26 primogeniti e 24 secondogeniti maschi con età compresa fra 40 e 50 anni, sottoponendoli a dei test mirati per la valutazione del loro stato di ... (Continua)

11/02/2014 10:13:33 Possibili target terapeutici per la cura di alcuni linfomi
Scoperte nuove proteine associate allo sviluppo dei linfomi
I ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano in collaborazione con il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano hanno identificato nuove proteine utili per comprendere le cause e le modalità di crescita di un raro linfoma, l’effusione linfomatosa primaria, conosciuta con l’acronimo PEL (“primary effusion lymphoma”).
PEL si presenta nelle cavità corporee come la pleura, il peritoneo o il pericardio, in assenza di una vera e propria massa tumorale. Analizzando in laboratorio le ... (Continua)
10/02/2014 15:03:11 Sostanza iniettata in endovena avrebbe effetti antitumorali

La vitamina C riduce il rischio di cancro
Se iniettata per via endovenosa, la vitamina C manifesterebbe un effetto antitumorale. A sostenerlo è uno studio dell'Università del Kansas pubblicato su Science Translational Medicine. È una delle poche ricerche che ha inteso verificare l'efficacia della sostanza in ambito oncologico. Di solito, le vitamine non vengono testate perché le case farmaceutiche non possono brevettare eventuali farmaci scaturiti da un loro utilizzo.
Inoltre, le poche ricerche effettuate in passato hanno mostrato ... (Continua)

08/02/2014 11:50:10 Diagnosi potenzialmente più facile grazie alla scoperta

Endometriosi associata a un gruppo di molecole
Nei meccanismi che preludono all'insorgenza dell'endometriosi giocano un ruolo fondamentale alcune molecole di segnalazione del sistema immunitario, che risultano associate ad alcuni sintomi della malattia.
L'endometriosi produce un'invasione del tessuto uterino verso gli organi circostanti, causa di forti dolori e di infertilità. La condizione colpisce circa il 10 per cento delle donne.
Un team di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology ha scoperto l'importanza di un ... (Continua)

08/02/2014 10:36:19 Rischio cardiovascolare dimezzato grazie al farmaco
Degarelix per il cuore nei pazienti con cancro prostatico
Il farmaco Degarelix sembra in grado di dimezzare il rischio di eventi cardiovascolari e la mortalità nei pazienti affetti da tumore alla prostata e con problemi cardiaci pre-esistenti. A dirlo è uno studio pubblicato su European Urology, che mostra come l'inibitore dei recettori degli ormoni di rilascio delle gonadotropine (GnRH) abbia un effetto superiore rispetto agli agonisti dell'ormone di rilascio dell'ormone luteinizzante (LHRH), prescritti di solito in questi casi.
La revisione ha ... (Continua)
05/02/2014 11:57:00 Colpa del bisfenolo A, a rischio anche i neonati

Plastica e lattine aumentano il rischio di cancro al fegato
Un utilizzo frequente di alimenti confezionati nella plastica può favorire l'insorgenza del cancro al fegato. A dirlo è uno studio dell'Università del Michigan pubblicato su Environmental Health Perspectives.
L'aumento del rischio di cancro sarebbe legato all'esposizione al famigerato bisfenolo A (BPA), sostanza utilizzata per la produzione degli involucri plastificati, ma presente anche nelle lattine e negli scontrini. La sostanza è stata di recente vietata nella produzione dei (Continua)

03/02/2014 12:21:11 Il ruolo svolto dalla proteina JAM-A
Nuovo target terapeutico per la distrofia muscolare
Convogliare le cellule giuste nel posto giusto per aumentare le possibilità di cura delle distrofie muscolari. Si può riassumere così lo scopo dello studio condotto dal team di Elisabetta Dejana dell’IFOM (Istituto FIRC di Oncologia Molecolare) e dell’Università degli Studi di Milano in stretta collaborazione con Giulio Cossu del San Raffaele di Milano e dell’University College di Londra.
Lo studio, pubblicato su EMBO Molecular Medicine, descrive un meccanismo d’azione finora sconosciuto che ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale