Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1992

Risultati da 821 a 830 DI 1992

12/04/2013 Concentrazioni elevate anche nel pane

Emergenza arsenico, anche il pane è a rischio
Arrivano dati preoccupanti sull'esposizione all'arsenico nelle provincie del Lazio. A mettere a rischio la salute dei cittadini, infatti, non sarebbe solo l'acqua corrente che scorre nei rubinetti, ma anche alcuni cibi.
I dati resi noti dall'Istituto superiore di sanità dimostrano che livelli di arsenico preoccupanti sono stati riscontrati nel pane prodotto nell'area del viterbese. Sono in corso altre rilevazioni sugli ortaggi coltivati in queste zone. Il motivo è legato alla maggior ... (Continua)

11/04/2013 Farmaco anti-aritmie associato a maggior probabilità di tumori

Amiodarone aumenta il rischio di cancro
Amiodarone, un medicinale utilizzato contro le aritmie, è associato a una probabilità maggiore di insorgenza tumorale. A segnalare il pericoloso nesso è una ricerca pubblicata sulla rivista specializzata Cancer, in base alla quale i pazienti che assumono alte dosi del farmaco mostrano una possibilità doppia di ammalarsi di cancro rispetto ad altri soggetti sottoposti invece a una terapia più blanda.
Il nesso è particolarmente evidente per quei malati che assumono quotidianamente e in alte ... (Continua)

11/04/2013 L'eccesso degli ormoni silenzia un gene soppressore del cancro al seno

Estrogeni in gravidanza pongono a rischio cancro le bambine
Un'esposizione esagerata agli estrogeni nel corso della gravidanza potrebbe avere come effetto l'inibizione di un gene soppressore del cancro alla mammella, aumentando così il rischio per le bambine una volta diventate adulte.
A dirlo è una ricerca della Georgetown Lombardi Comprehensive Cancer Center presentata nel corso del convegno annuale dell'American Association for Cancer Research. Stando agli esiti dello studio, un ambiente fetale troppo ricco di estrogeni può comportare la ... (Continua)

11/04/2013 Le raccomandazioni per la salute del cuore riducono anche il rischio di tumore

7 parametri per salvare il cuore e allontanare il cancro
Chi verifica costantemente alcuni parametri validi per mantenere la salute del proprio cuore allontana anche l'ipotesi di insorgenza del cancro. L'associazione emerge dalle linee guida “Life's Simple 7” emanate dall'American Heart Association (AHA) e ideate per ridurre le problematiche cardiovascolari.
Secondo uno studio coordinato da Laura Rasmussen-Torvik della Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago, le stesse regole garantirebbero un beneficio sostanziale in ... (Continua)

10/04/2013 Studio analizza il nesso fra qualità dell'aria e neoplasie infantili

Cancro infantile associato all'inquinamento
Alcuni tipi di cancro infantile potrebbero essere indotti dall'inquinamento atmosferico. A suggerirlo è una ricerca condotta dall'Università della California con sede a Los Angeles e presentata nel corso dell'incontro annuale dell'American Association for Cancer Research.
Lo studio, il primo nel suo genere, ha esaminato i dati relativi a 3950 bambini inclusi nel California Cancer Registry, nati fra il 1998 e il 2007.
I ricercatori hanno prodotto una stima sull'inquinamento atmosferico ... (Continua)

09/04/2013 Sapacitabina e seliciclib per un nuovo trattamento

Combinazione di farmaci valida contro i tumori
Due farmaci combinati possono contrastare con più efficacia il cancro in pazienti portatori di una mutazione dei geni BRCA. A scoprirlo è una ricerca del Dana-Farber Cancer Institute presentata durante il convegno annuale dell'American Association for Cancer Research di Washington.
I due farmaci sono la sapacitabina e il seliciclib, medicinali orali somministrati in sequenza nella fase 1 di uno studio che ha reclutato pazienti i cui tumori erano mancanti delle funzioni dei geni BRCA per via ... (Continua)

09/04/2013 È la sostanza che crea problemi quando si mangia carne rossa

La carnitina della carne rossa fa male al cuore
Troppa carne rossa fa male, si sa, ma ora abbiamo un imputato preciso, la carnitina. È questa sostanza, secondo una recente ricerca della Cleveland Clinic Foundation, a determinare problemi per il nostro organismo.
La ricerca coordinata dal dott. Stanley Hazen e pubblicata su Nature Medicine ha individuato nella L-carnitina l'aspetto più preoccupante legato al consumo di carne rossa, spesso associato all'insorgenza di patologie cardiovascolari, cancro e obesità. Secondo i ricercatori ... (Continua)

08/04/2013 Bassi livelli della sostanza possono costituire un indicatore della malattia

La bilirubina può indicare un cancro al polmone
Di solito è associata a eventuali patologie del fegato. Ora, però, la bilirubina viene accostata anche al cancro ai polmoni da una ricerca dell'Anderson Cancer Center dell'Università del Texas. La sostanza, derivante da un processo di conversione dell'emoglobina, indica in genere una patologia a carico del fegato quando i suoi livelli si mostrano troppo elevati.
In caso contrario, tuttavia, quando il livello appare troppo basso, la sostanza potrebbe indicare una possibile neoplasia del ... (Continua)

05/04/2013 Un composto endogeno rallenta la crescita e la diffusione del tumore

Le proprietà anti-cancro di una molecola
Una ricerca statunitense ha messo in luce le proprietà antitumorali di un prodotto che deriva dalla metabolizzazione di un acido grasso omega-3. Il composto combatte la neoplasia tagliando i rifornimenti di ossigeno e di nutrienti essenziali per lo sviluppo, ostacolandone così la crescita e la diffusione nell'organismo.
Lo studio è frutto del lavoro di un team dell'Università della California con sede a Davis, che ha pubblicato gli esiti della ricerca sulla rivista Proceedings of the ... (Continua)

28/03/2013 Scoperte 74 nuove alterazioni legate all'insorgenza tumorale

Cancro favorito da varianti genetiche
Le varianti genetiche che possono favorire lo sviluppo dei tumori sono centinaia. Uno studio appena pubblicato da un consorzio di ricerca al quale ha partecipato anche l'Istituto nazionale dei tumori di Milano ha ora scoperto 74 nuove alterazioni suscettibili di stimolare l'insorgenza tumorale.
Lo studio, pubblicato su Nature genetics, American Journal of Human Genetics e Plos Genetics, segnala la maggiore probabilità di sviluppare un cancro al seno, alla prostata o alle ovaie in presenza di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale