Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1135

Risultati da 221 a 230 DI 1135

13/04/2015 12:30:13 Il peso è legato alle probabilità che insorga la demenza

Chi è sottopeso rischia di più l'Alzheimer
Il peso corporeo è un dato da prendere in considerazione per quanto riguarda il rischio di insorgenza del morbo di Alzheimer. Lo dice uno studio della London School of Hygiene and Tropical Medicine pubblicato su The Lancet Diabetes and Endocrinology.
Secondo i dati emersi, le persone di mezza età sottopeso mostrano un terzo di probabilità in più di sviluppare la grave malattia rispetto invece a chi ha un peso nella norma. L'aspetto interessante è che le persone obese beneficiano di una ... (Continua)

09/04/2015 17:28:00 Più si è alti meno si rischia dal punto di vista cardiaco

I bassi hanno il cuore debole
Chi non è molto alto rischia più degli altri di soffrire di qualche malattia cardiaca. Lo dice uno studio della University of Leicester pubblicato sul New England Journal of Medicine. Dai risultati della ricerca emerge che ogni variazione di altezza pari a 6,35 centimetri influenza del 13,5 per cento il rischio di malattia coronarica.
Per fare un esempio concreto, rispetto a una persona poco più alta di 1,98 centimetri, una persona alta all'incirca 1,52 centimetri mostra un rischio maggiore ... (Continua)

08/04/2015 15:12:00 Più rischioso rispetto all'insulina

L'antidiabetico gliburide fa male in gravidanza
Prescrivere gliburide a una donna diabetica in gravidanza potrebbe non essere la scelta migliore. Uno studio pubblicato su Jama Pediatrica rivela infatti che il farmaco è associato a un rischio neonatale più alto, con la possibilità di disturbi quali distress respiratorio, ipoglicemia, macrosomia e traumi da parto, il tutto con una frequenza maggiore rispetto all'insulina.
Wendy Camelo Castillo, la coordinatrice della ricerca che lavora presso l'Università del Maryland di Baltimora, spiega: ... (Continua)

07/04/2015 14:22:00 Utili anche per la pressione e per le infezioni

I mirtilli aiutano a superare i traumi psicologici
Sono belli da vedere, buoni da assaporare e fanno anche bene. Si tratta dei mirtilli, spesso analizzati dai ricercatori che ne tessono le lodi dal punto di vista nutrizionale.
Una nuova ricerca segnala invece l'aiuto dato dal frutto per superare i traumi psicologici. Lo studio, realizzato dall'Università della Louisiana, è stato condotto su modello murino. I topi erano affetti da una forma riconducibile allo stress post-traumatico, una condizione che colpisce circa l'8 per cento degli ... (Continua)

03/04/2015 15:01:38 Primi risultati incoraggianti dall'America

Un vaccino su misura contro il cancro
L'idea di un vaccino contro il cancro non è nuova. Piuttosto è inedita l'applicazione a cui hanno pensato alcuni ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis, nel Missouri.
I ricercatori statunitensi hanno sperimentato l'efficacia di vaccini “personalizzati” per il trattamento di alcuni tumori della pelle. I pazienti coinvolti finora sono soltanto 3, ma i primi risultati apparsi su Science sembrano deporre a favore della nuova tecnica.
Il coordinatore della ... (Continua)

03/04/2015 10:26:00 Decisive la carenza di sonno e un'alimentazione squilibrata

Chi fa le ore piccole rischia il diabete
Fare le ore piccole non conviene per tanti motivi, uno dei quali è il rischio aumentato di sviluppare il diabete. Lo dice uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism da un team del Korea University College of Medicine di Ansan.
Chi è abituato ad addormentarsi tardi la sera, e di conseguenza a svegliarsi tardi la mattina, oltre al diabete mostra un maggior rischio di sviluppare la sindrome metabolica e la sarcopenia. Tutto ciò è dovuto a un abbassamento ... (Continua)

01/04/2015 11:00:00 Il più efficace nei casi gravi è aflibercept

Tre farmaci per l'edema maculare diabetico
Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine ha esaminato l'efficacia di tre medicinali per l'edema maculare diabetico. La ricerca, svolta dai medici del Diabetic Retinopathy Clinical Research Network, ha evidenziato gli effetti positivi di aflibercept, bevacizumab e ranibizumab, che in caso di edema maculare diabetico riescono a migliorare l'acuità visiva dei pazienti colpiti. In particolare, aflibercept è risultato il migliore nei casi più gravi.
Il trial ha coinvolto 89 ... (Continua)

31/03/2015 15:03:00 Si punta alla creazione di beta cellule pancreatiche
Nuova cura per il diabete grazie alle staminali
Sta per partire un progetto di ricerca che ha come scopo la creazione di beta cellule pancreatiche da cellule staminali da utilizzare per la cura del diabete. La tecnica potrà servire negli screening sulla gamma di composti di AstraZeneca per la ricerca di nuove cure del diabete.
La collaborazione fra AstraZeneca e Harvard Stem Cell Institute (HSCI) mira anche a capire meglio come la funzione delle cellule beta si declini nel diabete. I risultati della ricerca saranno messi a disposizione ... (Continua)
30/03/2015 16:53:56 L'esposizione non mina soltanto la salute

Le sostanze chimiche fanno male anche al portafogli
Essere quotidianamente esposti alle numerose sostanze chimiche che circolano nell'atmosfera, nel cibo e nei prodotti che utilizziamo non minaccia soltanto la nostra salute, ma anche l'economia.
Secondo alcuni studi pubblicati sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, infatti, l'esposizione alle sostanze chimiche in grado di alterare il sistema endocrino costerebbe all'Unione Europea qualcosa come oltre 150 miliardi di euro ogni anno, fra mancati guadagni e spese sanitarie.
Fra ... (Continua)

27/03/2015 16:26:25 Studio internazionale dimostra il nesso
Acidi grassi e Neuropatia periferica
Una ricerca internazionale ha dimostrato il rapporto esistente fra una ridotta sintesi di acidi grassi e lo sviluppo di neuropatia periferica.
La ricerca, coordinata da Roberto Cosimo Melcangi, Donatella Caruso e Nico Mitro del dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dell’Università degli Studi di Milano, mette in luce il ruolo fondamentale della sintesi endogena di acidi grassi nello sviluppo di neuropatia periferica.
Le neuropatie periferiche sono patologie che ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale