Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1135

Risultati da 581 a 590 DI 1135

14/01/2013 17:22:35 Aspetti del sequenziamento del Dna alla portata di tutti

La rivoluzione genomica e la medicina “fai-da-te”
Nel 2003 è stato completato il sequenziamento del genoma umano: in poche parole è stato letto tutto il DNA che caratterizza la specie umana. Il costo per portare a termine quella che allora fu una vera e propria impresa si aggirò intorno ai 2,7 miliardi di dollari. Oggi a quasi 10 anni di distanza il progresso delle tecniche di analisi ha portato ad un abbattimento drastico dei costi tanto che non sembra lontano l'obiettivo di “leggere” l'intero DNA di un singolo individuo spendendo solo 1000 ... (Continua)

04/01/2013 Sono stati individuati due geni che “spingono” ad allenarci

Poco sport? Quando la colpa è del DNA
Fitness, or not fitness: that is the question. A quanto pare il merito o la colpa non è solo nostra, ma dei geni. A stabilirlo è uno studio della MacMaster University di Hamilton, Ontario.
La scoperta è stata pubblicata sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze “Pnas”. Il ricercatore capo, Gregory Steinberg, analizzando alcuni muscoli di topo, ha isolato due geni collegati all’attività fisica. Tali geni sono responsabili della produzione di un enzima, lo Amp-chinasi (AmpK), ... (Continua)

28/12/2012 Alimentazione e ritmi di vita creano disturbi del sonno

Feste nemiche del sonno
Staccare ogni tanto la spina farà anche bene, ma mette a rischio il sonno. Le feste di Natale, infatti, con il loro corollario di abbuffate alimentari, alcool e nottate in bianco rappresentano un rischio reale per l'equilibrio generale del nostro organismo, la cui alterazione si proietta sulla qualità del riposo notturno.
Il prof. Francesco Peverini, direttore scientifico della Fondazione per la ricerca e la cura dei disturbi del sonno di Roma, lancia l'allarme: “qualunque sia la nostra età, ... (Continua)

21/12/2012 15:54:52 Osservata la deviazione di una particolare onda dell’elettrocardiogramma

Le cattive abitudini di vita lasciano la firma sull’ECG
L’onda “T” del nostro elettrocardiogramma, una delle caratteristiche che vengono misurate quando si effettua quell’esame, può essere una spia di una particolare condizione clinica chiamata “Sindrome Metabolica”.
L’osservazione, emersa da uno studio condotto dai Laboratori di ricerca della Fondazione Giovanni Paolo II di Campobasso, potrebbe aprire la strada ad una più precisa individuazione delle persone che corrono un rischio più elevato di essere colpite da malattie cardiovascolari.
La ... (Continua)

18/12/2012 Il problema dell'alimentazione nei nati prematuri
La nutrizione parenterale in terapia intensiva neonatale
Sono circa 15 milioni i bambini nel mondo che ogni anno nascono prematuri. In Europa, uno ogni dieci. Solo in Italia si parla di 45.000 bambini che nascono prima della 37esima settimana di gestazione, ossia quasi il 7% rispetto di tutte le nascite. Di tutti i nati prematuri nel nostro paese ogni anno, circa 5.000 hanno alla nascita un peso inferiore a 1,5 kg e 1.000 inferiore addirittura al chilo. La nascita pretermine costituisce la principale causa diretta di mortalità neonatale. Nel 75% dei ... (Continua)
05/12/2012 Il virus dell'influenza aumenta il rischio di diabete

Influenza e diabete, un nesso
Un team di ricerca italiano ha scoperto che il virus dell'influenza contribuisce all'insorgenza del diabete. La scoperta potrebbe aiutare gli scienziati a scoprire un modo per prevenire alcune forme di questa malattia.
Lo studio, finanziato in parte dal progetto dell'Unione Europea FLUTRAIN, è stato pubblicato sulle pagine di New Scientist da un gruppo di ricercatori guidato dalla dott.ssa Ilaria Capua della sezione italiana dell'Organizzazione mondiale per la salute animale.
Il diabete ... (Continua)

03/12/2012 13:43:13 Il farmaco antidiabete utile anche per il cancro al fegato

Metmorfina aumenta la sopravvivenza per il cancro alle ovaie
Un farmaco utilizzato comunemente per tenere sotto controllo il diabete di tipo 2 si è dimostrato in grado di aumentare la sopravvivenza media delle donne affette da cancro alle ovaie.
Il risultato è frutto del lavoro di un’équipe della Mayo Clinic di Rochester pubblicato sulla rivista Cancer. La sperimentazione ha riguardato un totale di 61 donne colpite da cancro ovarico che hanno assunto il farmaco derivato dalla Galega officinalis (la pianta dei lillà) associate ad altre 178 che hanno ... (Continua)

03/12/2012 Una persona su tre è over 65, una su quattro over 75
Anziani e diabete di tipo 2
Cresce il numero degli anziani con diabete. Oggi, infatti, nel nostro paese su circa 3 milioni di persone colpite da diabete di tipo 2, due terzi hanno un’età superiore ai 65 anni, con il 25% over 75. Il dato, destinato a crescere in vista del progressivo invecchiamento della popolazione, fa riflettere e pone l’attenzione sulla cura e l’assistenza dell’anziano con diabete, ma soprattutto sulla prevenzione delle complicanze strettamente correlate alla malattia. È quanto emerge dal Rapporto ... (Continua)
30/11/2012 L'influenza del testosterone sulle possibilità di paternità

Papà con poco testosterone
Il professor Mario Maggi e la dottoressa Alessandra D. Fisher della Società Italiana di Endocrinologia (Sie), nonché ricercatori presso l’Università di Firenze, avevano recentemente pubblicato sul Journal of Sexual Medicine uno studio che dimostrava che uomini con più partner o infedeli hanno ormoni maschili più elevati rispetto a quelli di simile età e con identiche condizioni di salute, ma fedelissimi.
In un nuovo studio che è appena uscito sul Journal of Sexual Medicine, i due ricercatori ... (Continua)

19/11/2012 11:49:11 Scoperto un meccanismo che inibisce i muscoli respiratori nella fase Rem
Una molecola potrebbe risolvere le apnee del sonno
Nuova interessante scoperta sulle apnee ostruttive del sonno, una patologia che oltre a pregiudicare la qualità del sonno aumenta anche il rischio di infarti, ictus, diabete e ipertensione. Un team di ricerca dell'Università di Toronto guidato da Richard Horner ha pubblicato sull'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine un'analisi su un nuovo meccanismo cerebrale che comporta l'inibizione dei muscoli respiratori quando il soggetto si trova in fase Rem.
Si tratta di una ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale