Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 105

Risultati da 1 a 10 DI 105

06/07/2016 16:11:00 Nuova opzione terapeutica per i pazienti italiani

Cancro della tiroide, disponibile Lenvatinib
Lenvima (Lenvatinib), una nuova opzione terapeutica destinata a pazienti affetti da carcinoma tiroideo avanzato refrattario allo iodio radioattivo (RR-DTC) è ora disponibile anche in Italia.
Il carcinoma tiroideo avanzato è una patologia difficile da trattare e dalla prognosi infausta: Lenvatinib rappresenta quindi un progresso significativo per le persone che convivono con l'RR-DTC in Italia.
Il carcinoma tiroideo è relativamente raro, tuttavia negli ultimi decenni l'incidenza della ... (Continua)

05/07/2016 12:00:00 Messo a punto nuovo parametro più efficace

Fibrillazione atriale, algoritmo per il rischio emorragico
Un team di ricercatori dell'Università di Uppsala, in Svezia, ha realizzato un nuovo algoritmo in grado di predire il rischio emorragico nei pazienti affetti da fibrillazione atriale.
Il nuovo parametro si chiama ABC, acronimo che sta per Age, Biomarkers, Clinical History, e punta a sostituire il vecchio punteggio HAS-BLED, secondo quanto affermato dai ricercatori nordici sulle pagine di The Lancet.
Il dott. Ziad Hijazi spiega: «Nella prevenzione degli eventi tromboembolici nei pazienti ... (Continua)

04/07/2016 17:31:00 Cura valida anche per la malattia diagnosticata con criteri più ampi

Fibrosi polmonare idiopatica, efficace Nintedanib
Una nuova analisi degli studi Inpulsis dimostra, per la prima volta, una progressione della malattia simile in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica (IPF) individuata adottando criteri diagnostici più ampi rispetto a quelli fissati dalle attuali Linee Guida.
L’analisi post-hoc, che ha riguardato 1.061 pazienti, è stata pubblicata sull’American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine.
La fibrosi polmonare idiopatica è una malattia devastante, con esito infausto. Per ... (Continua)

17/05/2016 15:35:00 L'uso prolungato ne aumenta il rischio

Anti-acido associati a danno renale
Assumere inibitori di pompa protonica per troppo tempo aumenta il rischio di danno renale. Lo dice uno studio pubblicato sul Journal of American Society of Nephrology da un team del Clinical Epidemiology Center presso il Va Saint Louis Health Care System.
Lo studio diretto dal dott. Ziyad Al-Aly ha preso spunto da studi precedenti che avevano sottolineato il nesso fra uso degli inibitori di pompa protonica e il rischio di nefrite interstiziale acuta. In questo caso, invece, il riferimento ... (Continua)

20/04/2016 17:00:00 Lenvatinib ed everolimus agiscono meglio insieme

Tumore del rene, nuova associazione efficace
In caso di tumore del rene, l'associazione lenvatinib/everolimus si rivela efficace. Uno studio pre-clinico condotto con lenvatinib più everolimus in modelli di cellule
endoteliali umane dimostra infatti una maggiore inibizione dell'angiogenesi indotta dal fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF, vascular endothelial growth factor) e dal fattore di crescita dei fibroblasti (FGF, fibroblast growth factor) rispetto a ciascun farmaco in monoterapia.
L'associazione ha mostrato ... (Continua)

29/02/2016 10:11:59 Nuova combinazione riceve l'approvazione del Chmp

Tumore del colon, ok Trifluridina e Tipiracil
Una nuova arma per i pazienti colpiti dal tumore del colon-retto potrebbe essere presto disponibile.
Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha espresso parere favorevole per il trattamento orale costituito dalla combinazione di trifluridina e tipiracil nei pazienti con tumore del colon-retto in stadio avanzato (metastatico) precedentemente trattati o non candidati a chemioterapia e terapie biologiche.
Il parere favorevole del Chmp si ... (Continua)

17/02/2016 10:00:00 Maggiore efficacia rispetto a gefitinib

Afatinib efficace per il cancro del polmone
Sono disponibili nuovi dati riguardo all'efficacia del farmaco Afatinib per il trattamento del tumore del polmone.
Afatinib, sviluppato da Boehringer Ingelheim, ha dimostrato superiorità rispetto a gefitinib, terapia di prima generazione, in termini di sopravvivenza libera da progressione di malattia e tempo intercorso sino al fallimento terapeutico in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) avanzato o metastatico, con mutazioni comuni di EGFR (Del19 o L858R), in prima ... (Continua)

04/02/2016 17:40:00 Approvato il farmaco indicato per la mutazione T790M dell'Egfr

Osimertinib per il tumore del polmone
Un nuovo farmaco per il tumore del polmone è stato approvato dalla Commissione Europea. Ad annunciarlo è AstraZeneca, la casa farmaceutica che ha sviluppato il medicinale Osimertinib. Il farmaco è indicato per il trattamento di pazienti adulti con tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) localmente avanzato o metastatico positivo alla mutazione T790M del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR).
Osimertinib è indicato per pazienti con NSCLC positivo alla mutazione T790M, ... (Continua)

28/12/2015 12:38:00 Approvata la Breakthrough Therapy per BI 1482694

Tumore del polmone, nuovo farmaco per la mutazione EGFR
Il nuovo farmaco BI 1482694 ha ricevuto lo status di Breakthrough Therapy dalla Food and Drug Administration. La molecola, sviluppata da Boehringer Ingelheim, è un nuovo inibitore sperimentale tirosin-chinasico di terza generazione, specifico per mutazioni dei recettori del fattore di crescita epidermico (EGFR).
La decisione di concedere la Breakthrough Therapy Designation è stata presa sulla base dei risultati del trial clinico di Fase I/II HM-EMSI-101, presentati in occasione del ... (Continua)

23/12/2015 17:00:00 Test delle urine che dosa la proteina Egf

Nuovo metodo scopre la malattia renale cronica
Uno studio americano ha messo a punto un nuovo test delle urine per riconoscere i soggetti a rischio di malattia renale cronica evolutiva. La ricerca, pubblicata su Science Translational Medicine, è firmato da ricercatori dell’Università del Michigan guidati da Matthias Kretzler, Wenjun Ju e Viji Nair.
La tecnica si basa sul dosaggio della proteina Egf (Epidermal Growth Factor). A un calo dell’Egf urinario si associa la riduzione della funzione renale e si possono scoprire quei soggetti che ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale