Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 382

Risultati da 101 a 110 DI 382

28/01/2014 10:26:10 Le caratteristiche di questo fastidioso disturbo

E se fosse vulvodinia? Cos’è, come riconoscerla e curarla
Bruciore, dolore, difficoltà nei rapporti sessuali che dura da almeno 3 mesi in assenza di lesioni clinicamente evidenziabili, questo il mix sintomatologico proprio della vulvodinia.
Se pur molto frequente (8%-12%) nelle donne tra i 20 e 40 anni, se ne parla poco, la si conosce poco e spesso gli stessi medici non hanno familiarità con questo disturbo, non lo riconoscono e lo sottovalutano, inquadrandolo così come di origine psicosomatica, perché al dolore e al bruciore non si associa alcuna ... (Continua)

27/01/2014 11:03:31 Tecnica in via di diffusione anche in Italia per le donne in menopausa

Il laser per tornare ad amare dopo la menopausa
Superati i 50 anni molte donne sono costrette a rinunciare a una vita sessuale soddisfacente. Ciò a causa degli effetti della menopausa sul loro organismo, colpito da uno stravolgimento ormonale difficile da gestire.
Dagli Stati Uniti è arrivata da poco una tecnica laser che aiuta le donne ad andare oltre i problemi della menopausa. Ne parla il dott. Claudio Giorlandino, presidente della Fondazione Artemisia per lo studio e la ricerca delle patologie della donna, della gestante e del feto: ... (Continua)

14/01/2014 14:21:00 Benefici per i più anziani ma inutile nella popolazione adulta

Il ruolo della vitamina D nella prevenzione delle fratture
Si può ridurre il rischio di fratture negli anziani garantendo loro un giusto apporto di vitamina D, in una quantità pari a circa 30 ng/mL. A stabilirlo è una relazione dell'American Geriatrics Society (AGS).
James Judge, presidente del gruppo di lavoro AGS sull'integrazione di vitamina D negli anziani, spiega: “negli studi in cui si sono raggiunti livelli medi sierici superiori a 25 ng/mL, i tassi di cadute e fratture sono significativamente diminuiti”.
Secondo il documento, una dose ... (Continua)

21/12/2013 17:27:00 Utile nella prevenzione della malattia

Il pomodoro contro il cancro al seno
Una buona insalata di pomodori può davvero rivelarsi più salutare del previsto. Secondo uno studio della Rutgers University, infatti, una dieta che preveda il consumo di una discreta quantità di pomodori può aiutare le donne, in particolare quelle in post-menopausa, a scacciare via lo spettro del tumore al seno.
Il pomodoro agirebbe sugli ormoni, svolgendo un prezioso ruolo di regolazione del metabolismo dei grassi e degli zuccheri.
La dott.ssa Adana Llanos, che ha coordinato lo studio ... (Continua)

26/11/2013 11:47:52 Opzione per i pazienti affetti da sintomatologia severa

Gambe senza riposo, una speranza dagli oppioidi
Dolore, crampi notturni, formicolii, scatti involontari e, soprattutto, un desiderio irrefrenabile di muovere gli arti inferiori. È la “sindrome delle gambe senza riposo”, nota anche come Restless Legs Syndrome (RLS), una malattia neurologica cronica che compare di solito dopo i 40-45 anni e affligge il 5-10% della popolazione adulta, con un rapporto donne/uomini di circa 2:1.
Non esistono ad oggi cure risolutive ma solo farmaci in grado di attenuarne i sintomi; 4 pazienti su 10, tuttavia, ... (Continua)

13/11/2013 Alimentazione adeguata e rimedi naturali per proteggere la chioma

Come ridurre la perdita di capelli in autunno
D'autunno, si sa, cadono le foglie, ma anche i capelli. Si tratta di un fenomeno fisiologico che non deve destare particolare preoccupazione, ma che può essere amplificato da una serie di fattori come lo stress, alimentazione sbagliata, malattie ed esposizione ai raggi Uv.
Questo processo si protrae per circa un trimestre, ma nei casi più gravi si parla di telogen effluvium acuto, una perdita di capelli che va avanti per oltre 6 mesi, cronicizzandosi e mostrando un decorso particolarmente ... (Continua)

08/11/2013 11:52:41 Rischi minori di fibrosi del fegato rispetto agli uomini

Gli estrogeni aiutano il fegato delle donne
I soggetti affetti da steatoepatite non alcolica rischiano una fibrosi grave del fegato. Tuttavia, nelle donne questo pericolo è minore rispetto agli uomini grazie all'influenza esercitata dagli estrogeni. Dopo la menopausa, infatti, lo scarto fra i due sessi tende a ridursi.
“Queste differenze fanno pensare che gli estrogeni rivestano un ruolo protettivo importante contro lo sviluppo della fibrosi epatica grave”, afferma Ayako Suzuki, del Central Arkansas Veterans Healthcare System di ... (Continua)

04/11/2013 Studio valuta le conseguenze psicologiche di questa scelta drastica

Tumore al seno, la chirurgia preventiva rende più sicure
Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Clinical Genetics e condotto dalle Strutture di Psicologia clinica e di Genetica medica dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano ha messo in evidenza che le donne con predisposizione genetica al tumore del seno riducono in modo significativo la percezione del rischio e la paura di ammalarsi se si sottopongono alla chirurgia preventiva.
Il lavoro ha analizzato le conseguenze psicologiche della decisione sulle strategie preventive (controlli ... (Continua)

23/10/2013 11:14:03 Incertezza su benefici o rischi da una sua assunzione programmata

I supplementi di calcio sono necessari?
Un team dell'Università della California guidato da Douglas C. Bauer ha pubblicato sul New England Journal of Medicine una meta-analisi sull'uso del calcio per la prevenzione delle fratture.
Fra medici e pazienti non vi è unanimità nel considerare il calcio come elemento necessario per la riduzione del rischio di fratture.
Quel che è certo è che una carenza prolungata della sostanza può predisporre il soggetto all'osteoporosi, ma è convinzione comune che il minerale possa proteggere anche ... (Continua)

17/10/2013 Grasso addominale come indicatore di rischio anche pediatrico

Come prevenire l'obesità infantile
Il controllo del grasso addominale rappresenta un indicatore di rischio di obesità utile anche in età pediatrica. La necessità di un controllo costante nei primi anni di vita è sottolineata da Francesco Chiarelli, Direttore della Clinica Pediatrica dell’Università di Chieti e Presidente della Società Europea di Endocrinologia Pediatrica (ESPE).
Il tessuto adiposo serve ad accumulare un surplus di energia da utilizzare quando se ne riveli la necessità. Nei primi 10 anni di vita, il contenuto ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale