Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 382

Risultati da 131 a 140 DI 382

05/03/2013 Medicinali a base di calcitonina aumentano il pericolo di tumore
Osteoporosi, rischio cancro per alcuni farmaci
Alcuni farmaci utilizzati per combattere l'osteoporosi potrebbero aumentare lievemente il rischio di cancro nelle donne in post-menopausa che li assumono. A dirlo è un report emanato dalla Food and Drug Administration, l'agenzia del farmaco americana.
Secondo gli esperti dell'agenzia, i farmaci contenenti calcitonina – versione sintetica dell'ormone rintracciabile naturalmente nel salmone – aumenterebbero, seppur di poco, il rischio di cancro, tanto che i costi supererebbero gli eventuali ... (Continua)
22/02/2013 Coagulazione del sangue come parametro per scovare deficit mnemonici

Problemi di memoria se il sangue coagula troppo in menopausa
Durante la menopausa un test del sangue potrebbe rivelare una maggior tendenza a incorrere in problemi di memoria. A dirlo è una ricerca della Mayo Clinic pubblicata su Neurology. Stando agli esiti dello studio, una tendenza più sviluppata alla coagulazione del sangue può segnalare un aumento del rischio di ictus e di danni al cervello, ma anche di deficit di memoria nelle donne che hanno superato i 45 anni.
Nello specifico, la ricerca ha sottolineato la correlazione fra coagulazione del ... (Continua)

22/02/2013 Gli integratori per l'osteoporosi possono diventare pericolosi

Troppo calcio aumenta il rischio di ischemia
Assumere troppo calcio può trasformarsi in un rischio e aumentare la mortalità dovuta a casi di ischemia. A determinarlo è una ricerca dell'Università di Uppsala, in Svezia, pubblicata sul British Medical Journal.
Il coordinatore dello studio Karl Michaëlsson, professore presso l'ateneo svedese, spiega: “un elevato apporto di calcio viene spesso consigliato per il ruolo fondamentale che l'elemento svolge nell'organismo”, in particolare per la prevenzione dell'osteoporosi.
Tuttavia, questo ... (Continua)

11/02/2013 Studio rivela i meccanismi alla base del diabete di tipo 2

RANKL, il segreto del diabete nascosto nel fegato
Si chiama RANKL ed è una proteina in grado di “infiammare” il fegato e di causare in questo modo il diabete di tipo 2. La scoperta, di enorme importanza perché potrebbe aprire la strada ad una terapia innovativa in grado non solo di trattare, ma forse anche di prevenire il diabete di tipo 2, è il frutto di complesse ricerche condotte nell’arco di una ventina d’anni da vari gruppi di ricercatori italiani (Ospedale di Brunico, Università di Verona, Università Cattolica del Sacro Cuore) in ... (Continua)

30/01/2013 Alterazione di BRCA connessa a menopausa precoce
Una mutazione genetica anticipa la menopausa
L'alterazione a carico del gene BRCA è collegata a un'insorgenza precoce della menopausa, oltre che a un rischio più elevato di sviluppare il cancro al seno o alle ovaie. A dirlo è una ricerca dell'Università della California con sede a San Francisco, che ha dimostrato come le donne portatrici di questa alterazione entrino in menopausa prima delle altre. Fra queste ultime, quelle che fumano anticipano ancora di più l'ingresso nel periodo non fertile.
Mitchell Rosen, coordinatore della ... (Continua)
28/01/2013 19:45:35 Troponina T possibile indicatore del rischio di mortalità in perimenopausa
Rischio di morte nelle donne e Troponina T
La Troponina T sembrerebbe un indicatore preciso del rischio di mortalità a lungo termine nelle donne in postmenopausa secondo quanto emerso da uno studio caso-controllo pubblicato recentemente su Heart. Un gruppo di cardiologi olandesi dell'università Radboud di Nijmegen ha misurato il livello di troponina T cardiaca in un sottogruppo di pazienti reclutate per uno studio sull'osteoporosi, l'Eindhoven perimenopausal osteoporosis study, che ha coinvolto oltre 8.5 00 soggetti. Tra questi sono ... (Continua)
09/01/2013 Effetto preventivo per questa malattia dimenticata

Gotta, i formaggi freschi aiutano a prevenirla
Spesso derubricata a malattia del passato, la gotta è in realtà ben presente nel nostro paese, dove sono più di mezzo milione i pazienti accertati e altri 5 milioni a rischio. È una malattia tipica di uno stile di vita benestante, tanto che ha colpito nel passato grandi uomini che hanno fatto la storia: Carlo Magno, Giulio Cesare, Galileo, Darwin, Newton, Luigi XIV.
“La gotta rappresenta l’artrite più frequente nell’uomo, dove raggiunge una prevalenza del 7% dopo i 65 anni” – ricorda il ... (Continua)

07/01/2013 09:46:49 Una diagnosi precoce può ridurne alcune conseguenze

Sindrome di Turner: sfatiamo i pregiudizi
In tutto e per tutto hanno l’aspetto di bambine normali, sia per intelligenza che per apprendimento. Solo l’altezza al di sotto della media ed alcune caratteristiche morfologiche le inseriscono nel contesto delle patologie genetiche.
La sindrome è causata dall’assenza di uno dei due cromosomi X presenti del patrimonio genetico del sesso femminile. L’incidenza della patologia è di un caso su 2000/2500 femmine nate vive, ma con una mortalità prenatale del 99%. La mancanza di uno dei due ... (Continua)

27/12/2012 14:03:34 Tutti i segreti della Dioscorea

Una radice per contrastare il sovrappeso di origine ormonale
La dioscorea (Dioscorea villosa), nota anche come igname selvatico o wild yam, è una pianta appartenente alla famiglia delle Dioscoreacee; la sua forgia è lianiforme, il fusto, sottile e lanoso, può raggiungere i 12 m di lunghezza. È originaria del Messico, oggi diffusa in tutto il Sud America, i cui principi attivi più rilevanti sono contenuti nelle radici e nei tuberi.
Utilizzata sin dai tempi degli Aztechi per trattare molti disturbi femminili, dalla sindrome premestruale alla ... (Continua)

29/11/2012 Nuovo test può ridurre il ricorso alla chemioterapia

Oncotype, test genomico per il cancro al seno
Un test genomico denominato Oncotype DX riduce l'utilizzo della chemioterapia in caso di cancro al seno. Il test è diventato di routine negli Stati Uniti, dove nel corso di tre anni – dal 2006 al 2009 – ha ridotto il ricorso alla terapia chemioterapica dal 63 al 45 per cento.
Il nuovo strumento di diagnosi è stato testato e validato su un totale di oltre 5000 donne e in America costituisce uno dei fondamenti delle linee guida preparate dall'ASCO (American Society of Clinical Oncology) che ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale