Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 382

Risultati da 41 a 50 DI 382

10/06/2015 12:45:00 Patologia dovuta a carenza di estrogeni

Atrofia vulvo-vaginale, un killer per la coppia
Irritazione, bruciore, prurito, infiammazione e dolore durante i rapporti sessuali: ecco i principali sintomi dell’atrofia vulvo-vaginale (AVV), un disturbo poco conosciuto e sotto diagnosticato che insorge mediamente tra i 40 e i 50 anni e riguarda circa una donna su due in post menopausa.
L’AVV consiste nella progressiva modificazione della struttura del tessuto vaginale e vulvare in conseguenza della carenza di estrogeni, che portano ad un assottigliamento delle pareti della vagina che ... (Continua)

21/05/2015 10:30:00 Fondamentali i test diagnostici ormonali e genetici

Menopausa precoce e gravidanza, serve diagnosi tempestiva
Diventare madri nonostante un’insufficienza ovarica precoce. «Il primo ostacolo da combattere è il tempo: con i test diagnostici ormonali e genetici è possibile eseguire una diagnosi puntuale e quindi scegliere il percorso più adeguato per non rinunciare a diventare mamme», spiega Marina Bellavia specialista in medicina della riproduzione del centro per la fertilità ProCrea di Lugano.
Normalmente la menopausa arriva tra i 48 ad i 54 anni. Al di sotto dei 40 anni si parla di menopausa ... (Continua)

13/05/2015 17:33:00 Dimostrata l’influenza del C-peptide nell’insorgenza dell’osteoporosi

Una proteina lega osteoporosi e diabete
Uno studio recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Osteoporosis International ha descritto per la prima volta al mondo, in donne non diabetiche, la correlazione tra la quantità di C-peptide presente nel sangue e la tendenza all’osteoporosi.
Lo studio, che potrebbe indicare la giusta strategia per la prevenzione della malattia, è stato coordinato dal dottor Carmine Gazzaruso, responsabile del Servizio di endocrinologia e diabetologia dell’Istituto Clinico Beato Matteo, ... (Continua)

30/04/2015 17:49:00 Il pericolo aumenta soprattutto in premenopausa

Pesticidi e rischio cardiovascolare nelle donne
Anche i pesticidi aumentano il rischio cardiovascolare femminile nel periodo della premenopausa. Lo dice uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism da un team dell'Universidade de Porto.
La ricerca ha esaminato gli effetti di un'esposizione agli agenti chimici policlorurati analoghi al Dicloro-difenil-tricloroetano, meglio noto come Ddt. “Il composto è stato il primo insetticida moderno, ma è vietato in molti paesi dal 1970 a causa di possibili effetti ... (Continua)

24/04/2015 11:19:00 Studio svedese svela la terapia ideale

Tamoxifene e caffè per le recidive del cancro al seno
Aggiungere due caffè al giorno all'assunzione di Tamoxifene sembra ridurre significativamente il rischio di recidive per il cancro del seno. Lo afferma uno studio della Lund University, in Svezia.
I ricercatori hanno esaminato l'effetto associato del farmaco e dell'acido caffeico su un campione di 1.090 soggetti colpiti da neoplasia mammaria. Dai risultati emerge che fra le 500 donne sottoposte alla terapia farmacologica tradizionale a base di tamoxifene, quelle che bevevano almeno due tazze ... (Continua)

15/04/2015 Non servono grandi sforzi per mantenersi in salute

Le 6 regole per salvare il cuore delle donne
Gli attacchi cardiaci che colpiscono le donne potrebbero essere fortemente ridotti grazie all'adozione di 6 semplici regole di vita. Lo dice un'ampia ricerca pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology da un team dell'Università dell'Indiana.
I ricercatori hanno analizzato 70mila volontarie per 20 anni, con un'età media all'inizio dello studio pari a 37 anni. Nel corso della ricerca a poco meno della metà delle donne è stato riscontrato almeno un fattore di rischio ... (Continua)

07/04/2015 14:22:00 Utili anche per la pressione e per le infezioni

I mirtilli aiutano a superare i traumi psicologici
Sono belli da vedere, buoni da assaporare e fanno anche bene. Si tratta dei mirtilli, spesso analizzati dai ricercatori che ne tessono le lodi dal punto di vista nutrizionale.
Una nuova ricerca segnala invece l'aiuto dato dal frutto per superare i traumi psicologici. Lo studio, realizzato dall'Università della Louisiana, è stato condotto su modello murino. I topi erano affetti da una forma riconducibile allo stress post-traumatico, una condizione che colpisce circa l'8 per cento degli ... (Continua)

30/03/2015 14:41:00 Scoprirla per intervenire al meglio

Calvizie, la causa è fondamentale
“Quando la caduta dei capelli è causata da una patologia sistemica, trattando la causa si ha anche la risoluzione del problema”, spiega Antonino Di Pietro, Direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis. “Questa osservazione ci ha convinti dell’opportunità di avviare nel mese di aprile, presso il nostro Istituto all’interno della Clinica Sant’Ambrogio di Milano, uno studio osservazionale sulla caduta dei capelli nelle giovani donne per approfondire le cause di questo problema, a tutte verrà ... (Continua)

26/03/2015 15:16:00 Oltre 10mila trattamenti in tutto il mondo

Menopausa precoce, il laser che preserva la femminilità
Disfunzioni dell'attività ovarica, malattie o particolari procedure oncologiche possono anticipare l’ingresso della donna in menopausa anche prima dei 40 anni. La menopausa è un evento naturale che solitamente si manifesta dopo i 50 anni, ma in circa l'1-3% delle donne italiane può verificarsi in età riproduttiva.
Le donne in menopausa precoce o POF (Premature Ovarian Failure) si trovano a fronteggiare tutte le problematiche tipiche del climaterio come vampate di calore, dolore durante i ... (Continua)

19/03/2015 17:33:23 Un parente di primo grado con cancro prostatico fa aumentare il rischio

Il nesso fra cancro al seno e alla prostata
Le donne che hanno un parente di primo grado che ha subito una diagnosi di cancro alla prostata mostrano un rischio più elevato di cancro al seno. Il collegamento è stato rivelato da una ricerca pubblicata su Cancer da un gruppo di lavoro della Wayne State University School of Medicine di Detroit.
La coordinatrice della ricerca Jennifer Beebe-Dimmer e i suoi colleghi hanno esaminato la storia clinica familiare di circa 78mila donne in post-menopausa arruolate fra il 1993 e il 1998 per ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale