Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 86

Risultati da 41 a 50 DI 86

19/05/2011 L’importanza di prevenire ulteriori fratture da fragilità
La frattura di femore nelle donne over 65 anni
Ogni anno, in Italia, si registrano 94.000 ricoveri per fratture di femore nella sola popolazione over 65 anni e, in 8 casi su 10 si tratta di donne. Un numero così elevato di fratture di femore, per effetto dell’invecchiamento della popolazione, è destinato, tra l’altro, ad aumentare ulteriormente nei prossimi anni.
Da queste premesse nasce il progetto educazionale integrato “Stop alle fratture”, un’iniziativa di grande rilevanza sociale firmata dalle 5 Società Scientifiche alle quali ... (Continua)
12/05/2011 Soluzioni innovative per rigenerare le ossa
Plasma e cellule multipotenti per salvare ossa e tendini
Nuove tecniche per la cura di patologie tendinee, muscolari e articolari saranno presentate a breve durante il congresso della Società Internazionale di Artroscopia a Rio de Janeiro. Si tratta ad esempio del PRP (Planet Rich Plasma), cioè il plasma ricco di piastrine, e delle cellule mesenchimali staminali, cellule multipotenti che si originano nel midollo osseo con la capacità di autorinnovarsi e adattarsi a varie tipologie di tessuti riparandoli.
Nuovi approcci presentati da Alberto ... (Continua)
11/05/2011 Lo sviluppo delle artroprotesi per migliorare l'efficacia dell'intervento
Funzionalità delle nuove protesi d'anca
Le artroprotesi d'anca hanno un continuo sviluppo che, dai tempi storici dei primi tentativi, è proseguito costantemente fino ad oggi. La spinta a miglioramenti continui, nasce dalla necessità di ottimizzare l'intervento, in modo da poter garantire ai pazienti un risultato efficace, duraturo e stabile nel tempo.
I punti focali delle ricerca sono stati:
Forma ideale e ancoraggio all'osso
Riduzione dell'attrito tra testa e coppa cotiloidea
Forma ideale e ancoraggio all'osso: ... (Continua)
10/05/2011 Tecnica alternativa per la rivitalizzazione dell'osso fratturato
La politerapia consolida l'osso dopo una frattura
C'è una possibile soluzione per una percentuale di fratture che si dimostrano poco reattive ai trattamenti standard, circa il 15-20 del totale. Si chiama politerapia e si basa sull'iniezione di una sorta di cocktail di fattori di crescita di laboratorio, scaffold, ovvero supporti di sostegno, e cellule staminali stromali, che vengono prelevate dal paziente stesso in sala operatoria attraverso un intervento di aspirazione dal bacino.
Sono elementi che combinati con gli strumenti di ... (Continua)
21/04/2011 I rischi legati alla coxartosi e le nuove tecniche chirurgiche mininvasive
Coxartrosi, cos'è e come si cura
Intervistiamo il dott. Giulio Bonivento che ci spiega la natura della patologia e i nuovi interventi che riducono drasticamente i rischi chirurgici e le complicazioni legate all’applicazione di protesi all’anca.
Che cos'è la coxartrosi? “Può essere grossolanamente definita una sorta di usura dei capi articolari, che provoca progressiva scomparsa dello strato di cartilagine che riveste l’articolazione,fino ad esporre l’osso sottostante. Questo reagisce producendo escrescenze periferiche ... (Continua)
02/03/2011 L'applicazione su vasta scala rimane ancora un'ipotesi
Le cellule staminali nelle patologie ortopediche
L’applicazione delle cellule staminali nel trattamento delle patologie ortopediche ha raggiunto negli ultimi anni notevole popolarità. È facile imbattersi in slogan che assicurano proprietà terapeutiche straordinarie e risultati efficaci. Spesso, però, la notizia di metodiche “miracolose” può creare nel pubblico false attese.
Si è infatti ben lontani dall'utilizzare su larga scala le cellule mesenchimali negli interventi chirurgici ortopedici e tale affascinante applicazione rimane finora ... (Continua)
28/01/2011 Trattamento all’avanguardia nella terapia dei tumori ossei

Protesi elettronica per il tumore al femore
Una protesi in titanio realizzata su misura con dispositivo elettronico miniaturizzato è stata impiantata con successo in un bambino di 11 anni affetto da osteosarcoma al femore. L'intervento è stato effettuato presso l’Unità di Oncologia pediatrica del Policlinico universitario “Agostino Gemelli”.
L’operazione, durata circa 5 ore e perfettamente riuscita, è stata portata a termine la scorsa settimana da una équipe di ortopedici e chirurghi vascolari del Policlinico dell’Università ... (Continua)

05/01/2011 15:31:42 Addio gesso, è arrivato il BNS, una rivoluzione nel campo ortopedico

La pasta biotech rigenera l'osso e ripara le fratture
Sarà una rivoluzione dell'ortopedia, nella riparazione delle fratture ossee, si chiama “Fracture Putty” o BNS, e cioè bio-nano scaffold, è una pasta formata da una matrice polimerica e da particelle di silicio nanoporoso, che forniscono il supporto meccanico, a cui sono aggiunti fattori di reclutamento di cellule staminali dell'osso che provvederanno alla sua riparazione. La pasta, infatti, una volta iniettata nella frattura, si solidifica in tempi rapidi e permette all'arto leso di sopportare ... (Continua)

23/12/2010 Lo studio Indaco 2 analizza i campanelli d'allarme più preoccupanti

Parametri per calcolare il rischio di frattura al femore
Memoria e difficoltà di movimento sono i segni più evidenti di un alto rischio di frattura del femore. Lo sostiene Indaco 2 (INDAgine conoscitiva sui Centri di Ortopedia), uno studio presentato nel corso del congresso della Società italiana di ortopedia e traumatologia.
Dal vasto campione analizzato, circa 3 mila pazienti con fratture al femore distribuiti in 177 centri italiani, emerge che i segnali ricorrenti prima della frattura sono difficoltà mnemoniche, incapacità di alzarsi da una ... (Continua)

16/11/2010 Ultime tendenze tra ablazione safenica e cura emodinamica conservativa

Le varici degli arti inferiori
Le varici degli arti inferiori sono un segno di malattia venosa cronica dovuta a incompetenza valvolare del sistema venoso superficiale.
Alcuni studi svolti ad Edinburgo dimostrano che questa patologia ha un’alta prevalenza, coinvolgendo un terzo della popolazione, e genera un rilevante numero di interventi chirurgici, essendo una delle operazioni più frequenti nel mondo.
Il trattamento chirurgico assicura la risoluzione dei sintomi e il miglioramento della qualità di vita nei ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale