Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 299

Risultati da 281 a 290 DI 299

23/12/2003 
Ruolo di una proteina nella paraplegia spastica ereditaria
Senza paraplegina i mitocondri, le centrali energetiche della cellula, fanno fatica a respirare e a produrre energia. Così le cellule nervose coinvolte nel danno diventano più sensibili al cosiddetto “stress ossidativo” - alla presenza cioè di radicali liberi -, soffrono e man mano muoiono seguendo i meccanismi tipici della neurodegenerazione, processo che caratterizza altre malattie tra cui l’Alzheimer, il Parkinson, la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e l’atassia di Friedreich. La ... (Continua)
20/06/2003 
Nuove scoperte sul morbo della mucca pazza
I prioni all'origine delle encefalopatie spongiformi come la malattia della mucca pazza o la malattia di Creutzfeldt-Jakob nell'uomo sono di tipi differenti. Li ha descritti il gruppo italiano coordinato da prof. Roberto Chiesa. Ora cominciano ad essere piu' chiari sia il meccanismo con cui queste proteine diventano tossiche per le cellule nervose, sia i modi con cui queste malattie si trasmettono, diventando cosi' anche malattie infettive. Finora si credeva che dei prioni esistessero soltanto ... (Continua)
31/03/2003 
Iniezioni nel cervello migliorano il Parkinson
Pazienti con il morbo di Parkinson migliorati grazie al trattamento con un fattore di crescita neurotrofico derivato dalle cellule gliali (GDNF), iniettato direttamente nel cervello. La cura ha ridotto i deficit motori e non ha provocato effetti collaterali di rilievo. Ricercatori statunitensi suggeriscono, nello studio pubblicato sulla rivista 'Nature Medicine', che il fattore di crescita potrebbe essere utile anche per rallentare la progressione di altre malattie neurodegenerative, come ... (Continua)
21/03/2003 
Sperimentata terapia genica per i difetti cerebrali
Riuscito, anche nelle scimmie, il trasferimento di un gene nel cervello. E' stata utilizzata una molecola che si comporta come un 'cavallo di Troia' e riesce a oltrepassare la barriera ematoencefalica con il suo prezioso carico. Questo dimostra che anche nei primati, come nei ratti, e' possibile utilizzare la terapia genica per correggere difetti del funzionamento cerebrale. Uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'New Scientist', fa sperare che sia vicino il momento in cui sara' ... (Continua)
12/03/2003 
Caffè ostacola ormoni nel proteggere le donne da Parkinson
Il rischio di sviluppare il morbo di Parkinson e' piu' basso nelle donne in menopausa che bevono poco o per nulla il caffe' e sono in terapia ormonale sostitutiva (Hrt). Uno studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'Neurology' allerta infatti su un aumentato rischio per le donne che bevono molto caffe', e suggerisce che l'effetto neuroprotettivo degli estrogeni potrebbe essere il motivo della minore incidenza del Parkinson nelle donne. Inoltre, rivela, per la prima volta, che l'effetto ... (Continua)
11/02/2003 
Scoperto meccanismo di apprendimento e memoria
Identificato il meccanismo usato dalle 'macchine proteiche' che regolano i collegamenti tra neuroni per costruire, rimodellare e riparare se' stesse. ''Questo processo di rimodellamento delle sinapsi - spiegano gli autori della scoperta, i neurobiologi dell'universita' di Durham - e' centrale per stabilire come lavora il cervello nei processi di apprendimento e memoria. Senza contare - aggiungono - che quando questo meccanismo non funziona bene, ci si trova in presenza delle malattie ... (Continua)
14/01/2003 
Problemi motori del Parkinson legati anche alla memoria
I problemi motori dei malati di Parkinson dipenderebbero, almeno in parte, anche da danni alla memoria. Uno studio anglo-statunitense, pubblicato sulla rivista 'Experimental Brain Research', ha scoperto, infatti, che i pazienti affetti da questa malattia neurodegenerativa tendono a dimenticare gli 'schemi' secondo cui vanno organizzati i movimenti. Per questa ragione le difficolta' di coordinazione motoria non sarebbero da imputare esclusivamente alla morte dei neuroni che controllano i ... (Continua)
07/01/2003 
Le tecniche di clonazione
Clonazione umana: riproduttiva o terapeutica. Due tecniche identiche solo nelle prime fasi, ma profondamente diverse negli stadi successivi e nelle finalita'. La prima, che avrebbe permesso la nascita dei bebe' 'targati' Clonaid, e' la stessa utilizzata nel '97 dai ricercatori scozzesi 'padri' della pecora Dolly e si propone di creare un individuo con lo stesso patrimonio genetico di un altro. La seconda, invece, non ha lo scopo di fabbricare una persona identica a un'altra bensi' quello di ... (Continua)
20/11/2002 
Migliorare i sintomi del Parkinson con un gel
Un gel al testosterone migliorerebbe i sintomi del morbo di Parkinson negli uomini. Una cura a base di testosterone, non solo compensa la carenza di questo ormone associata alla malattia, ma sembra anche migliorare le generali condizioni di salute. Lo studio statunitense, pubblicato sulla rivista 'Archives of Neurology', suggerisce che il testosterone possa facilitare anche il controllo dei movimenti, uno dei problemi 'cruciali' nel trattamento del Parkinson.
Michael S. Okun, ... (Continua)
15/10/2002 
L'integratore coenzima Q10 rallenta il Parkinson
Ad alti dosaggi il coenzima Q10, un antiossidante contenuto in diversi cibi e integratori alimentari, rallenta del 44% la progressione del morbo di Parkinson. Secondo uno studio preliminare statunitense, il coenzima Q10, naturalmente prodotto dal nostro organismo, permette ai pazienti di mantenere piu' a lungo il controllo dei movimenti. Infatti, i primi risultati presentati sulla rivista 'Archives of Neurology' indicano che il coenzima aiuta i pazienti a conservare la capacita' di nutrirsi, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale