Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 299

Risultati da 91 a 100 DI 299

12/04/2014 11:06:00 Il dispositivo segue passo passo l'andamento della malattia

Un cerotto per il Parkinson
Un team di ricercatori coreani in collaborazione con i colleghi del Massachusetts Institute of Technology ha messo a punto un nuovo dispositivo per il controllo e il trattamento del morbo di Parkinson.
Gli scienziati dell'Università di Seul e di Gwangj diretti da Tai Hyun Park hanno creato un dispositivo formato da un sensore elettrochimico di estrema precisione che riesce a riconoscere nei fluidi corporei la concentrazione di dopamina, il neurotrasmettitore il cui deficit è causa scatenante ... (Continua)

10/04/2014 La tecnica sembra in grado di eliminare il tessuto cancerogeno
Onde sonore contro il cancro al cervello
Per la prima volta alcuni ricercatori hanno utilizzato le onde sonore per tentare di arrestare il cancro. La ricerca è firmata da scienziati del Focused Ultrasound Center of Children Hospital University di Zurigo e si basa sull'uso del sistema Exablate Neuro di InSightec.
Gli ultrasuoni si concentrano su un punto preciso del corpo ed esercitano i loro effetti biologici benefici sui tessuti cancerogeni. La sperimentazione ha riguardato un paziente affetto da glioma.
“Il paziente era ... (Continua)
07/04/2014 16:11:36 L'innovativo sistema sarà d'aiuto soprattutto alle persone affette da Parkinson

Un cerotto farmacologico per la cura dei disordini motori
Un cerotto più sottile di un foglio di carta aiuterà pazienti neurologici a rilevare tremori e rilascerà sostanze farmacologiche terapeutiche. L'innovativo prototipo di cerotto elettronico, ancora in via di sviluppo ma che in futuro potrebbe aiutare gli individui affetti dal morbo di Parkinson e da altri disordini motori, è stato ideato e realizzato da un team di ricercatori coreani, in collaborazione con alcuni studiosi della MC10, startup di Cambridge, nel Massachusetts, attiva nel lancio di ... (Continua)

17/03/2014 16:22:19 I biomarker legati alla materia grigia
Demenza associata a Parkinson, come scoprirla
Alcuni soggetti malati di Parkinson sono destinati a sviluppare una forma di demenza. Per identificarli in anticipo uno studio pubblicato su Brain suggerisce l'utilizzo di alcuni biomarcatori cerebrali come il decadimento della materia grigia corticale e la riduzione delle strutture limbiche sottocorticali.
Il dott. Oury Monchi, che lavora presso l'Istituto Universitario di Geriatria di Montreal, spiega: “questo specifico modello di involuzione cerebrale, combinato al precoce decadimento ... (Continua)
13/03/2014 13:11:32 Dalle decisioni alle abitudini

I perché neuronali del comportamento
È innegabile che il nostro comportamento rispetto al prenderci cura della nostra salute psicofisica dal punto di vista alimentare, sportivo, sociale e relazionale modula parta dell’andamento della nostra salute e della nostra vita.
Da sempre l’uomo ne ha fatto motivo di riflessione fino a svilupparsi in una vera e propria disciplina, la psicologia, che altro non è se non lo studio del comportamento e dell’influenza che pensieri e sentimenti esercitano su di esso.
Ma qual è l'attività ... (Continua)

11/03/2014 10:11:00 Studio apre nuove prospettive nell’ambito della medicina rigenerativa

Con la corsa nuove cellule staminali nel cervello
Che l’esercizio fisico giovi non solo al corpo ma anche al cervello, grazie alla produzione di nuovi neuroni, è cosa nota. I ricercatori dell’Istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibcn-Cnr) di Roma hanno però dimostrato per la prima volta che la corsa è in grado perfino di bloccare il processo di invecchiamento cerebrale e di stimolare la produzione di nuove cellule staminali, che migliorano le capacità mnemoniche. Lo studio è pubblicato sulla ... (Continua)

12/02/2014 12:21:01 Evitare un uso indiscriminato di Viagra & co.

Pillole dell'amore sì, ma solo quando servono
La loro scoperta è stata rivoluzionaria per la qualità della vita sessuale maschile.
Una classe di farmaci che hanno consentito a molti uomini affetti da patologie organiche di riavere una vita sessuale attiva.
Viagra e similari sono farmaci, che migliorando la perfusione in termine di flusso e di pressione sanguigna del pene, consentono di avere e mantenere l’erezione più a lungo.
Ma attenzione, pillola dell’amore sì, ma non per tutti.
No se non hai una patologia organica, ... (Continua)

20/01/2014 16:52:30 Sintomi meno severi con livelli più alti della sostanza

Vitamina D utile in caso di Parkinson
Alle ben note conseguenze positive associate ad alti livelli di vitamina D nel sangue va aggiunto l'effetto benefico connesso con il morbo di Parkinson. I ricercatori della Oregon Health and Sciences University hanno analizzato 286 pazienti affetti da Parkinson, verificandone i livelli di vitamina D nel sangue.
I medici americani hanno così scoperto che livelli più alti di vitamina D erano associati a una riduzione della consistenza dei sintomi avvertiti, a condizioni cognitive migliori e a ... (Continua)

18/01/2014 10:41:12 Il fumo legato a una serie impressionante di patologie

40 malattie per una sigaretta
Sono passati 50 anni dalla prima ricerca che indicava i danni causati dal fumo. Il rapporto del Surgeon General americano – una specie di direttore generale della sanità del paese - stabiliva per la prima volta un rapporto di causa ed effetto tra il fumo e il tumore dei polmoni. Il documento era così scottante e andava a intaccare interessi tanto grandi che venne pubblicato di domenica, a Congresso chiuso.
Nonostante le tante resistenze della lobby del farmaco, oggi fa ormai parte del comune ... (Continua)

15/01/2014 11:36:00 Ricerca scopre difficoltà di assorbimento di un principio attivo

Interazione negativa fra tè verde e antipertensivi
Il tè verde ha innumerevoli proprietà benefiche per il nostro organismo, ma almeno in un caso il suo consumo va sconsigliato. Un team giapponese ha scoperto infatti che il tè verde interagisce in maniera negativa con il Nadololo, un principio attivo presente in particolare in un farmaco antiipertensivo, il Corgard. Tuttavia, è presente, in misura minore, anche in altri farmaci: Anabet, Solgol, Corzide, Alti-Nadolol, Apo-Nadol e Novo-Nadolol.
Per capire il tipo di interazione esistente, i ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale