Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 176

Risultati da 1 a 10 DI 176

16/06/2016 11:24:33 Dimostrato da uno studio internazionale concentrato sulle anomalie cerebrali

Un nesso tra sviluppo cerebrale e comportamenti antisociali
Il cervello degli adolescenti con gravi comportamenti antisociali è molto differente dal punto di vista anatomico rispetto a quello degli adolescenti che non mostrano tali comportamenti.
A dimostrarlo è una nuova ricerca internazionale condotta in collaborazione dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e dal Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr).
Nello studio 'Mapping the structural organization of the brain in conduct disorder: replication of findings in two independent ... (Continua)

19/05/2016 16:20:00 Età e stile di vita hanno un effetto concreto sulle condizioni della prole

Anche i padri influenzano la salute dei figli
Anche i futuri papà dovrebbero attenersi a uno stile di vita salutare per facilitare il futuro dei propri figli. Una revisione del Georgetown University Medical Center pubblicata sull'American Journal of Stem Cells dimostra infatti che a determinare lo stato di salute dei bambini sono anche l'età degli uomini al momento del concepimento e il loro stile di vita, oltre a quello delle mamme.
Joanna Kitlinska, una delle autrici della ricerca, spiega: «Sappiamo che l'ambiente nutrizionale, ... (Continua)

13/04/2016 L’eccesso di peso può influire su struttura e funzioni del cervello
I giovani in sovrappeso hanno poca memoria
Il legame tra memoria e alimentazione si arricchisce di un altro tassello scientifico che spiega come la prima potrebbe essere penalizzata se non prestiamo attenzione al nostro modo di nutrirci.
I ricercatori del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Cambridge hanno trovato un'associazione tra elevato indice di massa corporea (BMI) e minori prestazioni su un test di memoria episodica.
I ricercatori hanno esaminato 50 partecipanti di età compresa tra 18 e 35 anni, con indici di ... (Continua)
29/03/2016 17:23:00 Aumenta la capacità di lettura dei bambini

Dislessia curata con la stimolazione cerebrale
La dislessia potrebbe essere trattata con la stimolazione cerebrale non invasiva. A dimostrarlo è una tecnica sperimentata dai ricercatori di Neuropsichiatria Infantile dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in collaborazione con il Laboratorio di Stimolazione Cerebrale della Fondazione Santa Lucia.
È la prima volta che si tenta questa strada per i pazienti affetti dal disturbo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Restorative, Neurology and Neuroscience.
La dislessia è ... (Continua)

17/12/2015 10:35:00 Più efficaci della musica di Mozart

I suoni della natura abbattono lo stress
Dire che la natura rappresenta un patrimonio prezioso per l’umanità è riduttivo. Vederla come linfa vitale delle persone forse rende meglio il concetto e deve spronarci a rispettarla ogni giorno, con la consapevolezza che fare una buona azione può aiutare a preservarla. Tutti noi dovremmo spendere più tempo nell’interpretare la natura, soprattutto durante la giornata lavorativa. Camminare nel parco durante la pausa pranzo o anche avere solo una pianta sulla scrivania, può aiutare a migliorare ... (Continua)

12/11/2015 15:38:58 Di ausilio quando sono sottoposti a esami fastidiosi o dolorosi

L'ipnosi aiuta i bambini a non sentire dolore
C’è chi la chiama immaginazione guidata e chi approccio ipnotico. Il risultato è uno solo: predisporre il personale sanitario con un atteggiamento così positivo da consentire ai bambini di sottoporsi a manovre dolorose o a esami fastidiosi quali sono appunto quelli di risonanza magnetica, che richiedono di rimanere fermi per lungo tempo dentro lo scanner.
All’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, come spiega Andrea Messeri, responsabile della Terapia del Dolore e Cure Palliative, “si tratta ... (Continua)

26/10/2015 11:33:03 Studio sulle basi neurobiologiche della sindrome Cdkl5
Scoperto come alleviare i sintomi dell'encefalopatia
È potenzialmente possibile alleviare uno dei sintomi di una grave encefalopatia ancora orfana di cura. È la conclusione dello studio coordinato da Tommaso Pizzorusso e pubblicato sull’ultimo numero della rivista scientifica Biological Psychiatry.
“Cdkl5 è il nome di un gene ma anche di una sindrome, simile per molti aspetti a quella di Rett - spiega Pizzorusso, professore associato di psicobiologia e psicologia fisiologica del Dipartimento di neuroscienze, psicologia, area del farmaco e ... (Continua)
20/10/2015 09:38:00 Sostanze diverse dagli effetti simili

La droga dello stupro
C'è anche la droga dello stupro. Si chiama così perché facilita l’assalto sessuale ai danni di chi non accetta e non vuole essere coinvolto in un approccio di questo tipo.
Si tratta di sostanze che possono avere effetti sedativi, ipnotici o dissociativi, ma soprattutto causano disinibizione sessuale e amnesia.
Le droghe da stupro sono per definizione incolore, inodore e insapore, ecco perché sono definite droghe furbe, data la facilità con cui si possono occultare. Alcuni dei principi ... (Continua)

08/10/2015 09:34:01 L'abitudine può essere positiva secondo un nuovo studio

Un dolcetto per consolarsi
Consolarsi con un dolcetto? Quello che sembrava un vizio da fuggire come la peste si rivela in realtà un gesto dagli effetti positivi. Almeno è ciò che pensano alcuni ricercatori del Dipartimento di psicologia dell'Università della California di Los Angeles, che hanno pubblicato su Appetite i dettagli di una sperimentazione sull'argomento.
Gli scienziati californiani hanno analizzato i dati relativi a 2.379 donne fra i 18 e i 19 anni che facevano parte di un vasto studio osservazionale. I ... (Continua)

24/09/2015 10:57:00 I bimbi sorridono con uno scopo preciso

Il sorriso dei neonati
Guardare un neonato che sorride infonde tanta tenerezza nei genitori. Ma esattamente perché succede? Secondo uno studio pubblicato su Plos One da ricercatori dell'Università di San Diego, i bambini sorriderebbero con un obiettivo preciso, ottenere a loro volta in cambio il sorriso dei genitori.
Gli esperti di informatica, robotica e psicologia dello sviluppo hanno scoperto che i bambini raggiungono il loro scopo servendosi di tempistiche molto precise, un po' come fanno i comici quando ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale