Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 176

Risultati da 41 a 50 DI 176

29/07/2014 16:52:00 10 fobie che ci rovinano il riposo estivo

Una vacanza da paura
Siete in vacanza e pensate che niente possa rovinarvela? Vi sbagliate, 10 fobie sono in agguato per rendervi questo periodo dell'anno indimenticabile, ma in senso negativo.
Lo psichiatra Tonino Cantelmi, intervistato dal Corriere della Sera, elenca una serie di paure tipiche del periodo estivo che possono pregiudicare la buona riuscita della vacanza. "L'estate è la stagione delle fobie. Paure eccessive e irragionevoli, si ingigantiscono all'idea di una minaccia della propria incolumità", ... (Continua)

14/07/2014 14:45:00 I vantaggi dell'attivazione comportamentale

Prevenire la depressione in caso di degenerazione maculare
Gli anziani affetti da degenerazione maculare rischiano spesso anche una modifica negativa del loro umore e una condizione depressiva. Ciò è legato all'alterazione delle normali abitudini di vita.
Uno studio pubblicato su Ophtalmology suggerisce però l'adozione di un approccio multidisciplinare denominato “attivazione comportamentale”, che riuscirebbe a dimezzare il rischio di insorgenza della depressione.
L'autore dello studio Barry Rovner, che lavora al Sydney Kimmel Medical College ... (Continua)

27/06/2014 11:56:00 Impegnarsi in attività intellettive riduce il rischio di Alzheimer

Un cervello attivo per allontanare la demenza
Ormai è assodato, per ridurre al minimo il rischio di insorgenza dell'Alzheimer e della demenza senile è necessario mantenersi attivi a livello cerebrale. Leggere libri, utilizzare il computer, partecipare ad attività sociali sono tutti strumenti in nostro possesso per rendere improbabile l'eventualità della malattia.
Ad affermarlo è anche uno studio della Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota, diretto dal dott. Prashanthi Vemuri e pubblicato su Jama Neurology.
«Si stima che negli Stati ... (Continua)

06/06/2014 15:13:44 Il benessere aumenta la produttività

L'esercizio fisico migliora le performance lavorative
La Randstad Holding, gruppo internazionale specializzato in risorse umane, ha condotto un’indagine relativa al primo trimestre del 2014 realizzata in 33 Paesi del mondo. Al sondaggio hanno partecipato anche lavoratori italiani di età compresa tra i 18 e i 65 anni, impiegati per un minimo di 24 ore a settimana.
Gli italiani risulterebbero in particolare i più attenti al benessere psicofisico: per il 91% dei partecipanti all’indagine, infatti, la formula giusta per ottenere uno stile di vita ... (Continua)

29/05/2014 12:00:00 Ricerca italiana ne individua alcune

Le aree del cervello coinvolte nella dislessia acquisita
Un team di ricercatori italiani ha scoperto le aree interessate alla dislessia acquisita. Con questo termine ci si riferisce a quei disturbi nella lettura che si presentano in seguito a un danno cerebrale e che pertanto peggiorano le normali abilità di lettura di cui un tempo si poteva beneficiare.
A compiere la scoperta è un team di scienziati dell'Università di Milano-Bicocca coordinato dal neuropsicologo Claudio Luzzatti.
Lo studio ha esaminato per la prima volta i correlati ... (Continua)

24/05/2014 13:19:00 Ricerca propone un'interpretazione fisiologica del fenomeno

Pedofilia, malattia o perversione?
Il cervello dei pedofili trarrebbe in inganno i suoi proprietari, rendendo sessualmente attraenti i bambini invece degli adulti. È l'ipotesi presentata da uno studio pubblicato su Biology Letters da un team di ricercatori dell'Università di Kiel, della Humboldt University e della Copenaghen University.
Gli scienziati hanno cercato di stabilire se e quali regioni del cervello diventano più attive osservando ritratti di bambini. Nei pedofili che hanno preso parte allo studio, alcune aree ... (Continua)

15/05/2014 14:34:00 Il cervello deve mediare per garantire stabilità

I misteri della percezione
Chi si è accorto che la maglietta di Harry Potter, nel film 'L’Ordine della Fenice' cambiava da girocollo a scollatura in una frazione di secondo? E chi ha notato che il croissant di Julia Roberts si trasforma in una frittella nel film 'Pretty Woman'? Se non ve ne siete resi conto, non vi preoccupate.
Un gruppo di ricercatori dell’Università di Firenze e dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) di Pisa ha scoperto i meccanismi cerebrali che ci rendono ... (Continua)

14/05/2014 13:00:00 Già alla nascita si può diagnosticare una rara forma di immunodeficienza

Nuova analisi per la diagnosi di una malattia dei neonati
Dimostrata la possibilità di diagnosticare alla nascita, con una semplice analisi del sangue, una rara forma di immunodeficienza severa combinata, denominata PNP SCID, responsabile di danni clinici gravissimi o addirittura della morte dei neonati.
Lo studio, pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology, è il frutto del lavoro di un’équipe internazionale di ricerca, guidata da Università di Firenze e Azienda ospedaliero-universitaria Meyer di Firenze.
I ricercatori hanno ... (Continua)

09/05/2014 11:52:00 I consigli di uno psicoterapeuta per andare oltre le fobie

Come superare la paura in 11 punti
La paura, in sé, è un'emozione utilissima: infatti, ci avvisa dell'esistenza di un pericolo permettendoci di evitarlo fuggendo. È grazie alla paura che la nostra specie è sopravvissuta durante la preistoria, quando il nostro ambiente era disseminato di pericoli e predatori.
"Oggi che conduciamo vite maggiormente protette, la paura ha modificato il proprio ruolo nelle nostre esistenze - spiega lo psicoterapeuta Giovanni Porta - La paura è divenuta meno legata alla sopravvivenza e più legata ... (Continua)

05/05/2014 Coinvolti il sistema dei neuroni a specchio e il sistema di mentalizzazione
Autismo, conferma delle anomalie nei circuiti cerebrali
Alla base dei disturbi dello spettro autistico vi sono anomalie nella connettività cerebrale, con particolare riferimento al sistema dei neuroni specchio e al sistema di mentalizzazione. Il primo consente di comprendere il significato delle azioni altrui, il secondo permette di capirne le intenzioni.
Sono le conclusioni di uno studio sull'autismo pubblicato su Jama Psychiatry da un team dell'Università di San Diego coordinato dal dott. Ralph-Axel Müller, docente di psicologia al ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale