Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 7

Risultati da 1 a 7 DI 7

16/04/2013 18:15:37 Trattamento dell' X-Fragile modulando il sistema endocannabinoide
Possibile nuova terapia per la sindrome dell'X-fragile
La sindrome dell' X-Fragile (o sindrome di Martin-Bell o FRAX), la causa monogenica più comune di ritardo mentale ereditario e autismo, è dovuta ad una ridotta espressione del gene FMR1, che porta alla perdita proteina FMRPche gioca un ruolo fondamentale nella regolazione dell'attività neuronale. Il sistema endocannabinoide (ECS) è un modulatore chiave della plasticità sinaptica, delle prestazioni cognitive, dell'ansia, della nocicezione e della suscettibilità alle crisi epilettiche, tutti ... (Continua)
09/07/2011 Scoperto il meccanismo biologico alla base del piacere dato dal junk food

Gli endocannabinoidi rendono i cibi grassi una droga
Uno studio italo-americano ha scoperto il fondamentale ruolo degli endocannabinoidi nella gestione del desiderio di cibi grassi e ipercalorici. Lo studio, firmato dal prof. Daniele Piomelli dell'Istituto Italiano di Tecnologia e condotto in collaborazione con la University of California – Irvine e l’Albert Einstein College of Medicine of Yeshiva University, New York, svela i meccanismi biologici alla base del piacere legato al consumo di cibi grassi.
I ricercatori coinvolti in questo ... (Continua)

24/05/2011 Regolano la crescita di nuovi vasi sanguigni e inibiscono la crescita tumorale

Farmaci intelligenti, terapia del futuro
I farmaci intelligenti riescono a trattare patologie tumorali, oculari (come retinopatia diabetica, retinopatia del nato prematuro, degenerazione della macula) e autoimmuni (artrite reumatoide e psoriasi), bloccando in modo selettivo il meccanismo molecolare della crescita anomala e incontrollata di nuovi vasi sanguigni, chiamato angiogenesi, senza attaccare in alcun modo quelli preesistenti.
È quanto emerge dai risultati di una ricerca svolta presso i laboratori dell’Istituto di ... (Continua)

20/03/2008 
Dipendenza dal cioccolato, si profila una cura
E’ una tradizione: non è Pasqua se non si mangia l’uovo di cioccolata. Non siamo i soli, però, ad esserne così golosi. Anche i topi, per gustarne un po’, sono capaci di abbassare una leva erogatrice di cioccolata, trenta, cinquanta, cento volte e più per poi ricominciare subito dopo, senza arrendersi. E’ quanto hanno osservato i ricercatori dell’Istituto di neuroscienze (In) del Consiglio nazionale delle ricerche di Cagliari nel corso di una ricerca sperimentale sui ratti, in corso di ... (Continua)
19/11/2007 

Rischio depressione col farmaco dimagrante
Un farmaco dimagrante a base di rimonabant, già finito sotto esame delle autorità di controllo per alcuni problemi psichici, sembra causare stati d'ansia e depressione. L'allarme proviene da uno studio sulla rivista Lancet condotto da Arne Astrup dell'Università di Copenhagen. L'indagine ha fornito risultati preoccupanti, soprattutto perchè le oltre 41000 persone arruolate erano state scelte tra quelle prive di tendenza a depressione, e quindi meno suscettibili a quel tipo di disagio psichico. ... (Continua)

27/01/2005 

Il Cnr conferma: ''l'appetito vien mangiando''
Il proverbio ''L'appetito vien mangiando'' ha una sua veridicità, ed è un guaio per chi è obeso, ma cosa ha a che fare la cannabis con questo dato di fatto, confermato dalla ricerca? Beh la cannabis in quanto tale no, ma l'effetto che essa provoca nel nostro organismo sì, perché l’assunzione ripetuta di cibi energetici, ricchi di grassi e calorici, come ad esempio quelli proposti nei Fast Food, ma non solo, ha l'effetto di far crescere l'appetito: insomma un effetto valanga in virtù del ... (Continua)

10/11/2004 

Perdere peso e smettere di fumare con una pillola
Un farmaco sperimentale promette di compiere due miracoli in uno: far perdere peso e far smettere di fumare. La novità è stata presentata nel corso del meeting annuale dell'American Heart Association tenutosi a New Orleans, negli Usa.
Un terzo delle persone che hanno assunto il farmaco in via sperimentale ha perso almeno il 10% del peso corporeo ed è riuscita a mantenere il peso raggiunto per due anni, un periodo più lungo rispetto a quello reso possibile dai farmaci già presenti sul ... (Continua)

  1

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale