Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 254

Risultati da 121 a 130 DI 254

17/01/2013 Studio sul virus responsabile della “malattia del bacio”
Virus di Epstein-Barr, possibile nuovo bersaglio terapeutico
Individuare un nuovo bersaglio del virus di Epstein-Barr (EBV), responsabile della mononucleosi infettiva (nota anche come “malattia del bacio”), ma anche di alcuni tumori e malattie autoimmuni, può aprire la strada per la messa a punto di nuove strategie terapeutiche volte a contrastare la latenza del virus.
In questa direzione va lo studio, condotto dal gruppo coordinato da Eliana Coccia del Dipartimento Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate dell’ISS e pubblicato su European ... (Continua)
19/11/2012 15:50:51 Nuova tecnica per proteggere la guaina mielinica
La nanotecnologia per combattere la sclerosi multipla
Uno studio americano ha messo a punto una nanoparticella biodegradabile che potrebbe rivelarsi molto importante nella risoluzione di tante patologie autoimmuni, fra cui in particolare la sclerosi multipla.
La nanoparticella creata dai ricercatori della Northwestern University è in grado di trasportare un antigene che aiuta il sistema immunitario a riconoscere la mielina e a far sì che essa non diventi oggetto della sua reazione. L'aggressione del sistema immunitario alla guaina mielinica ... (Continua)
23/10/2012 15:24:07 Introdotta in diverse strutture la tangoterapia aiuta nei protocolli clinici

Il tango come terapia
Anche ballare può aiutare in caso di malattia. Il reparto di riabilitazione specialistica dell'Ospedale San Giuseppe di Milano ha scelto il tango per favorire il recupero da patologie anche gravi come il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla, l'ictus e malattie croniche respiratorie.
Il progetto del nosocomio milanese prevede due sessioni settimanali di 45 minuti ognuna dirette da Marilena Patuzzo, coordinatrice infermieristica della Riabilitazione specialistica neurologica e della ... (Continua)

03/10/2012 10:54:00 Studio riaccende il dibattito sulla teoria di Zamboni
Sclerosi multipla, anomalie venose come causa o effetto?
Una ricerca dell'Università di Catania si concentra di nuovo sulla possibilità che le anomalie venose possano costituire la causa scatenante della sclerosi multipla. Com'è noto, la teoria è del prof. Paolo Zamboni, che nel 2008 ha descritto una nuova patologia dell'apparato circolatorio, definita insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI).
Lo studio dell'università etnea, coordinato da Francesco Patti e Mario Zappia, ha effettivamente verificato la presenza della CCSVI in ... (Continua)
25/07/2012 Parte Brave Dreams, fra speranze e dubbi
Sul metodo Zamboni la parola alla ricerca
Parte finalmente l'arruolamento del primo paziente con CCSVI (Insufficienza venosa cronica cerebrospinale) e sclerosi multipla. I pazienti che parteciperanno alla sperimentazione saranno 685, provenienti da vari centri di riferimento italiani. E' il progetto di ricerca Brave Dreams, che punta a svelare la natura dell'associazione fra sclerosi multipla e Ccsvi. A dirigere lo studio, finanziato dalla regione Emilia-Romagna, lo stesso prof. Paolo Zamboni, che nella conferenza stampa di ... (Continua)
19/07/2012 12:46:35 Studio canadese smentisce l'efficacia della terapia
Sclerosi Multipla, dubbi sull'interferone beta
È stato pubblicato sulla prestigiosa rivista medica Journal of the American Medical Association (JAMA) un interessante studio intitolato "Associazione tra l'uso dell'interferone beta e la progressione della disabilità nei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente".
Secondo un gruppo di ricercatori canadesi, coordinati dalla dr.ssa Helen Tremlett dell'Università della British Columbia di Vancouver, l'interferone beta viene ampiamente prescritto per il trattamento della sclerosi ... (Continua)
18/07/2012 Nuovo dispositivo utile per distrofici e malati di sclerosi multipla

L'occhio si trasforma in mouse
Chi è affetto da una malattia degenerativa come la sclerosi multipla, la distrofia muscolare e il morbo di Parkinson potrà presto beneficiare di un nuovo dispositivo tecnologico per interagire al meglio con il proprio computer.
Si tratta di una sorta di mouse ottico progettato dai ricercatori dell'Imperial College di Londra. Il dispositivo riconosce il posizionamento degli occhi sullo schermo del computer e consente al soggetto di controllare un cursore sul display proprio come si fa ... (Continua)

06/07/2012 14:32:31 Effetto preventivo su agitazione e tremori agli arti

Il botulino può aiutare in caso di sclerosi multipla
Uno studio appena pubblicato su Neurology suggerisce l'utilizzo della tossina botulinica per la prevenzione di alcuni disturbi correlati con lo sviluppo della sclerosi multipla. In particolare, il botulino sarebbe efficace contro l'agitazione e i tremori che colpiscono braccia e mani delle persone affette dalla grave malattia.
L'autrice dello studio, Anneke van der Walt, neurologo presso il Royal Melbourne Hospital e ricercatrice dell'Università di Melbourne, in Australia, ha commentato: “i ... (Continua)

14/05/2012 Ma l'associazione CCSVI-SM non condivide le valutazioni degli esperti americani
Allerta della Fda sui possibili rischi del metodo Zamboni
In attesa dei risultati del progetto di ricerca Brave Dreams, che dovrebbe certificare in maniera indubitabile il nesso fra Ccsvi e sclerosi multipla, dagli Stati Uniti arriva l'allerta della Fda, l'Agenzia del farmaco americana, sui rischi connessi con l'ormai celebre metodo Zamboni.
L'agenzia è intervenuta sulla base di una serie di segnalazioni legate a casi di decessi o di lesioni gravi riconducibili al trattamento di disostruzione delle vene occluse, ... (Continua)
08/05/2012 L'acido contenuto all'interno delle foglie si mostra efficace

Nelle foglie d'ulivo una sostanza anti-sclerosi
All'interno delle foglie d'ulivo si trova un acido potenzialmente in grado di contrastare gli effetti di alcune malattie autoimmuni come la sclerosi multipla. È il risultato di uno studio condotto dall'Instituto de Biología y Genética Molecular (IBGM) di Valladolid, pubblicato sul British Journal of Pharmacology.
I ricercatori hanno analizzato gli effetti dell'acido oleanolico su alcuni modelli animali affetti da sclerosi multipla ed encefalomielite autoimmune sperimentale (EAE), una ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale