Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2362

Risultati da 1071 a 1080 DI 2362

13/02/2013 Il farmaco elimina anche le cellule “fiancheggiatrici”
La trabectedina aggredisce il tumore e i suoi alleati
Alcune cellule immunitarie, in particolare i macrofagi presenti in grande quantità nei tumori, non solo non svolgono il proprio ruolo di difesa, ma al contrario aiutano lo sviluppo e la diffusione del cancro, come poliziotti corrotti che, anziché arrestare i malviventi, li aiutano coprendone le malefatte.
Da queste osservazioni - che 30 anni fa sembravano un’eresia ma ormai sono universalmente accettate - è nata un’attenzione crescente al microambiente infiammatorio che circonda la cellula ... (Continua)
12/02/2013 17:14:13 Scoperto che amlexanox, farmaco per l'asma, risolve anche l'obesità nei topi.

Un vecchio farmaco per un nuovo trattamento dell' obesità
I risultati dello studio di Alan Saltiel del Life Sciences Institute dell'Università del Michigan sono stati pubblicati online il 10 febbraio sulla prestigiosa rivista Nature Medicine.
"Una delle ragioni per cui le diete risultano poco efficaci nel produrre perdita di peso per alcune persone è che i loro corpi si adeguano alla ridotta introduzione di calorie riducendo anche il loro metabolismo, come se volessero 'difendere' il loro peso corporeo", ha detto Saltiel. "Amlexanox sembra ... (Continua)

11/02/2013 Associazione evidente invece con le infezioni

Lo stress da lavoro non causa il cancro
La stragrande maggioranza dei lavoratori può stare tranquilla. Lo stress prodotto dal proprio lavoro non influisce sulle possibilità di sviluppare un cancro nel corso della vita. A questa conclusione sono giunti i ricercatori del Finnish Institute of Occupational Health, che hanno pubblicato sul British Medical Journal l'esito di un'analisi sui fattori di esposizione ambientale legati all'insorgenza delle neoplasie.
Fra questi non pare trovare posto lo stress, al contrario del fumo o dei ... (Continua)

11/02/2013 Messo a punto un programma di prevenzione negli Stati Uniti
La prevenzione del diabete fa bene anche al cuore
Fare prevenzione per evitare il diabete porta vantaggi anche al cuore. A dirlo è uno studio osservazionale condotto nell'ambito del Diabetes prevention program (Dpp – Programma di prevenzione del diabete) messo a punto negli Stati Uniti.
Il programma promuove l'adozione di cambiamenti nello stile di vita delle persone a rischio di insorgenza del diabete di tipo 2. Lo studio è opera di un gruppo di centri specializzati e di esperti coordinati dal prof. Trevor J. Orchard dell'Università di ... (Continua)
11/02/2013 Effetto protettivo garantito dal consumo dei vegetali

Frutta e verdura amiche dei reni
Che facciano bene si sa da tempo, ma che nello specifico frutta e verdura aiutino a preservare i reni da possibili malattie è oggetto di una nuova ricerca condotta da scienziati americani.
Secondo i medici del Texas A&M College of Medicine, la frutta e la verdura eserciterebbero un effetto protettivo rispetto a quelle malattie renali caratterizzate da una produzione eccessiva di acido, causata spesso da un'alimentazione squilibrata basata su proteine di origine animale e cereali.
I ... (Continua)

08/02/2013 Effetti nocivi anche sul peso

Rischio di diabete anche con le bibite senza zucchero
Uno studio francese svela l'amara verità, vale a dire che anche le bibite “light” aumentano il rischio di diabete. A dirlo sono i ricercatori dell'Inserm di Parigi, che hanno pubblicato sull'American Journal of Clinical Nutrition il resoconto di un'analisi effettuata su 66 mila donne francesi seguite per 14 mesi e sottoposte ad esami del sangue e a un questionario sulle abitudini alimentari.
I medici hanno così potuto scoprire che le donne che bevevano bibite gassate zuccherate mostravano ... (Continua)

08/02/2013 Ricerca evidenzia l'esistenza di biomarker per scovare le patologie

Scoperti marcatori per Dengue e West Nile
Un gruppo di ricerca dell'Università di Granada ha scoperto alcuni biomarcatori in grado di individuare l'esistenza dei virus responsabili di dengue, la temibile febbre che provoca dolori fortissimi alle ossa, e West Nile, la febbre causata da un virus proveniente dall'omonimo distretto in Uganda.
I biomarcatori si basano sulla tecnologia degli antigeni ricombinanti, proteine sintetiche che emulano le funzioni di parti di quelle presenti nei microrganismi. Questi antigeni possono essere ... (Continua)

06/02/2013 17:56:10 Associazione tra obesità paterna ed anomala metilazione del DNA nella prole
Obesità nei papà ed aumentato rischio di malattia nei figli
Lo studio, che è stato pubblicato il 6 febbraio sulla rivista BMC Medicine, dimostra per la prima volta nell'uomo che l'obesità paterna può alterare un meccanismo genetico nella generazione successiva, il che suggerisce che i fattori dello stile di vita di un padre può essere trasmesso ai suoi figli.
"Comprendere i rischi della attuale stile di vita occidentale per le generazioni future è importante", ha detto il biologo molecolare Adelheid Soubry, PhD, autore principale dello studio. "Lo ... (Continua)
06/02/2013 Contaminazioni più frequenti fra i vegetali a foglia larga

Verdure come primo rischio di intossicazione
Al netto delle tante proprietà benefiche che le verdure esercitano sul nostro organismo, va segnalato il maggior rischio di intossicazione legato proprio a questa categoria di alimenti. A dirlo è una ricerca condotta dal Centro di controllo per le malattie di Atlanta pubblicata su Emerging Infectious Diseases.
Stando ai risultati dell'analisi, infatti, la prima causa di intossicazione alimentare è rappresentata dai vegetali a foglia larga come gli spinaci o l'insalata. Spiegano gli autori ... (Continua)

04/02/2013 18:08:34 Una pietra miliare della ricerca sul cancro
Arrestare i tumori piuttosto che ucciderli
Il gruppo di ricerca del Prof. Martin Röcken del Dipartimento di Dermatologia della Università di Tubinga ha dimostrato per la prima volta che il sistema immunitario è in grado di guidare i tumori e le cellule tumorali in una forma di letargo permanente. L'arresto della crescita risultante permette il controllo del tumore in assenza di distruzione delle cellule tumorali. Questa sorta di letargo permanente - scientificamente noto come senescenza può persistere per tutta la vita dell'organismo. ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale