Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2362

Risultati da 561 a 570 DI 2362

22/09/2014 16:57:00 Una variante aggressiva sensibile agli inibitori delle tirosin-chinasi
Forma di leucemia infantile curata con farmaci per adulti
Il 25 per cento dei bambini affetti da leucemia linfoblastica acuta (All) è portatore di un sottotipo della malattia a prognosi sfavorevole, la variante Philadelphia Chromsome-like, che sembra tuttavia sensibile all'azione di alcuni farmaci utilizzati negli adulti.
A dirlo è uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine da un team del St. Jude Children's Research Hospital di Memphis, che ha indagato le peculiarità di questa variante in cui è presente Philadelphia, un cromosoma ... (Continua)
20/09/2014 10:39:35 Fondamentale per la funzionalità del cervello

L'attività elettrica dei neuroni
C'è un codice da scoprire all'interno del nostro cervello. L'obiettivo a lungo termine della neuroscienza è proprio dare un volto ai misteriosi meccanismi che innescano tutta l'attività cerebrale.
Tutto ciò che pensiamo, ricordiamo e avvertiamo subisce una sorta di codifica nel cervello. Se riuscissimo a scoprire la natura di questo codice potremmo compiere passi in avanti impensabili nel campo della neuro-ingegneria. Ad esempio, potremmo realizzare trapianti cerebrali capaci di potenziare ... (Continua)

18/09/2014 15:45:00 Possono causare effetti avversi anche gravi

No ai farmaci per alleviare i fastidi della dentizione
Quando stanno per spuntare i dentini iniziano anche i dolori per genitori e bambini. Per cercare di alleviare il fastidio, molti genitori utilizzano degli anestetici locali da applicare direttamente sulle gengive. Si tratta di sostanze farmacologicamente attive a base di benzocaina o di lidocaina al 2 per cento, che però si sono rivelate tossiche in età pediatrica.
Per questo motivo, gli esperti della Food and Drug Administration americana hanno invitato gli operatori sanitari a sconsigliare ... (Continua)

18/09/2014 11:51:00 Due sostanze aumentano considerevolmente il rischio

Gli ftalati che causano l'asma nei bambini
Ad innalzare il rischio di asma nei bambini sarebbero due sostanze specifiche che fanno parte della categoria degli ftalati, elementi utilizzati per la produzione di molti oggetti di uso comune.
A rivelarlo è una ricerca condotta dagli scienziati del Columbia Center for Children's Environmental Health presso la Mailman School of Public Health che hanno pubblicato su Environmental Health Perspectives gli esiti della loro analisi. Secondo quanto emerso, il butilbenzilftalato (BBzP) e il ... (Continua)

17/09/2014 16:38:00 Bevacizumab ha la stessa efficacia di ranibizumab

Efficacia di trattamenti meno costosi per i problemi oculari
Secondo uno studio appena pubblicato sulla Cochrane Library, in caso di degenerazione maculare neovascolare legata all’età, il farmaco bevacizumab mostra la stessa efficacia a parità di sicurezza di ranibizumab.
Quest’ultimo, tuttavia, è spesso indicato come l’opzione migliore per il trattamento della degenerazione maculare senile. Si tratta di una malattia progressiva e cronica degli occhi e una delle principali cause di cecità negli anziani. La condizione può essere trattata con ... (Continua)

17/09/2014 14:24:00 Effetto verificato su quelle in post-menopausa

Rischio di ictus più basso per le donne che mangiano banane
Mangiare banane aiuta le donne in post-menopausa a ridurre il rischio di insorgenza dell'ictus. Alla conclusione sono arrivati alcuni ricercatori dell'Albert Einstein College of Medicine di New York, che hanno pubblicato sulla rivista dell'American Heart Association uno studio su questo alimento tanto ricco di potassio, che abbatterebbe di un quarto le possibilità di un ictus.
Il campione analizzato dagli scienziati era composto da oltre 90mila donne in post-menopausa con un'età compresa fra ... (Continua)

17/09/2014 10:56:00 Un uomo mostra questa capacità forse persa con l’evoluzione

Anche le costole si rigenerano
Nel corso dei secoli l’uomo ha probabilmente perso la capacità di autorigenerazione dei tessuti tipica di alcuni animali, conservando quella legata alla ricrescita del fegato. Tuttavia, una ricerca apparsa sul Journal of Bone and Mineral Research segnala un caso particolare, quello di un uomo in grado di far ricrescere parte di una costola.
I ricercatori della University of Southern California hanno verificato la guarigione della costola parzialmente rimossa a causa di un intervento ... (Continua)

16/09/2014 16:37:00 A rischiare sono soprattutto i reni
Diabete, il problema del target glicemico
Nella cura del diabete da qualche anno non esiste più un target glicemico a ‘taglia unica’; la parola d’ordine, è ormai ‘personalizzazione degli obiettivi glicemici’. Così, il target di emoglobina glicata non è più ‘inferiore al 7% per tutti’, ma in alcune popolazioni (anziani fragili, pazienti con importanti comorbilità, complicanze gravi e lunga durata della malattia diabetica) può essere spostato in alto, arrivando anche a 8,5%.
I grandi trial degli ultimi anni, come l’ACCORD, hanno ... (Continua)
16/09/2014 11:43:00 In associazione con linagliptin
Diabete, lo cura empagliflozin
Presentati i risultati di uno studio di Fase III sull’associazione empagliflozin/linagliptin per il trattamento del diabete di tipo 2. I risultati dello studio presentati in occasione del 50° Congresso Annuale dell’Associazione Europea per lo Studio del Diabete (EASD) hanno anche confermato il profilo di sicurezza della terapia d’associazione in compresse.
“Siamo incoraggiati dai risultati di questo studio, poiché dimostrano che l’associazione empagliflozin/linagliptin, sia con che senza ... (Continua)
15/09/2014 17:59:14 Farmaco si rivela superiore rispetto agli antagonisti della vitamina K

Rivaroxaban e Vka nella fibrillazione atriale non valvolare
In caso di fibrillazione atriale non valvolare nei pazienti avviati a cardioversione, l’anticoagulante orale rivaroxaban si è rivelato superiore in termini di protezione dagli eventi trombotici rispetto agli antagonisti della vitamina K (Vka).
Anche il rischio di sanguinamenti maggiori risulta notevolmente ridotto. Ad affermarlo è lo studio X-VeRT, presentato nel corso del congresso della European Society of Cardiology di Barcellona.
Il dott. Riccardo Cappato, direttore del centro di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale