Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2362

Risultati da 901 a 910 DI 2362

10/10/2013 15:23:16 Non si riducono tasso di infezione e carica virale

Hiv, il vaccino Dna/rAd5 non funziona
Una ricerca appena pubblicata sul New England Journal of Medicine rivela l'inefficacia del vaccino Dna/rAd5 sviluppato per combattere l'Hiv. Il vaccino, infatti, non riesce a ridurre il tasso di infezione da Hiv-1 né la carica virale nella popolazione posta sotto esame.
Lo studio è stato realizzato da un gruppo dell'Hiv Vaccine Trials Network (Hvtn) guidato da Scott Hammer, ricercatore presso il Dipartimento di Medicina della Columbia University: “il tasso di infezioni, anche se in ... (Continua)

10/10/2013 14:37:40 Diagnosi e terapie divergono per le due infiammazioni
Le differenze fra acne e rosacea
Hanno in comune la natura infiammatoria e il carattere cronico, ma in realtà acne e rosacea sono due patologie molto diverse, che vanno trattate nella loro duplice specificità. Ad affermarlo sono gli esperti dermatologi che si sono recentemente riuniti a Istanbul per l'annuale Congresso della European Academy of Dermatology and Venereology.
La dott.ssa Alison Layton spiega: “l’acne può avere un impatto psicologico molto negativo, soprattutto in età giovanile quando l’aspetto esteriore e la ... (Continua)
09/10/2013 14:13:48 Scoperta tedesca apre la strada a nuove terapie
Due alterazioni genetiche rendono ostica la leucemia
Un team di ricerca tedesco ha scoperto l'esistenza di due specifiche alterazioni genetiche che rendono più difficile il trattamento in caso di leucemia. Le due modificazioni sono correlate a una crescita maggiore del cancro e a una particolare resistenza delle cellule leucemiche nei confronti dei farmaci antitumorali.
Si tratta di cellule simili alle staminali della leucemia mieloide cronica con mutazioni che attivano la beta-catenina, particolarmente resistenti al farmaco Imatinib, e di un ... (Continua)
04/10/2013 19:26:53 L'arricchimento ambientale previene l'atrofia dell'ippocampo
Lesioni cerebrali da trauma cranico
Convenzionalmente le lesioni cerebrali traumatiche (TBI) di grado moderato-severo sono considerate come disturbi cerebrali non progressive. Tuttavia sempre maggiori evidenze scientifiche stanno mettendo in evidenza la presenza di un’atrofia cerebrale progressiva nelle fasi post-acute e croniche conseguenti alla lesione. «Inoltre, alcuni individui mostrano un declino cognitivo e funzionale progressivo nei mesi e negli anni successivi all’infortunio, supportando l'idea che questo tipo di lesione ... (Continua)
04/10/2013 Scoperta la causa alla base del nesso fra igiene orale e malattie cardiache

Cuore e denti, le statine fanno bene a entrambi
I pazienti affetti da patologie cardiache e con infiammazioni alle gengive beneficiano di alte dosi di statine. A dirlo è una ricerca pubblicata sul Journal of the American College of Cardiology che riafferma il nesso esistente fra salute dentale e cardiaca.
Lo studio - condotto da Ahmed Tawkol e dal suo team della Cardiac Imaging Trials Program at Massachusetts General Hospital e dell'Harvard Medical School – ha coinvolto 59 pazienti affetti da malattie cardiache o a rischio sottoponendoli ... (Continua)

03/10/2013 10:15:11 Migliore organizzazione dei pasti per scongiurare l'iperinsulinemia

Una buona colazione aumenta la fertilità
L'insulino-resistenza è uno dei maggiori fattori di rischio per la sindrome dell'ovaio policistico, condizione che scompagina il sistema ormonale femminile e l'ovulazione, riducendo di conseguenza anche la fertilità.
L'iperinsulinemia, infatti, provoca una produzione esagerata di androgeni che causano uno squilibrio degli ormoni correlati all'ovulazione e una crescita smodata dell'endometrio. Secondo uno studio israeliano, tuttavia, si può intervenire modificando questa situazione attraverso ... (Continua)

30/09/2013 Disponibile anche in Italia un nuovo principio attivo
Nuovo farmaco per la vescica iperattiva
Mirabegron è il nome del nuovo principio attivo a disposizione di medici e pazienti affetti da sindrome della vescica iperattiva. Il farmaco sarà presto disponibile anche in Italia dopo che l’Agenzia europea del farmaco, l’Ema, ne ha approvato nei mesi scorsi la commercializzazione.
Il medicinale è un agonista dei recettori beta-3 adrenergici del muscolo della vescica e agisce facilitando il rilassamento vescicale durante la fase di riempimento. In tal modo, la capacità della vescica ... (Continua)
29/09/2013 10:15:58 Impiantato il primo arto che legge i segnali cerebrali

La gamba bionica intelligente
È realtà la prima gamba bionica in grado di captare i segnali nervosi provenienti dal cervello e trasformarli in movimenti coerenti. A dimostrarlo è uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine da un team di ricercatori del Rehabilitation Institute of Chicago.
Il protagonista di questa piccola rivoluzione si chiama Zac Vawter, un programmatore di 31 anni che aveva perso una gamba a causa di un incidente in moto.
I medici hanno prima agito attraverso una reinnervazione mirata ... (Continua)

27/09/2013 14:51:32 Ricerca smonta una teoria che sta avendo successo

Celiachia e autismo, il nesso non c’è
Fra celiachia e autismo non vi sarebbe alcun nesso. A dirlo è una nuova ricerca pubblicata su JAMA Psychiatry da un team della Mayo Clinic di Rochester. Lo studio sembra quindi smentire una teoria che si è diffusa negli ultimi tempi riguardo allo sviluppo dell’autismo. Secondo questa tesi, alla base vi sarebbero problemi gastrointestinali e nello specifico quei disturbi indotti dall’intolleranza al glutine.
Lo studio coordinato dal dott. Joseph Murray, tuttavia, prova che una dieta ... (Continua)

26/09/2013 Differenza di genere determinante nello sviluppo di malattie cardiache

Il cuore delle donne è più forte
Sarà anche più sensibile, ma di certo il cuore delle donne è più forte. Le statistiche sugli eventi cardiovascolari parlano chiaro, con una netta prevalenza degli uomini nei panni delle vittime.
Uno studio condotto da ricercatori della Stanford University School of Medicine ipotizza che il vantaggio biologico sia rappresentato da una maggiore capacità di resistenza all’insulina da parte femminile. La non corretta elaborazione dell’insulina porta infatti a complicanze di tipo cardiaco. I ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale