Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2362

Risultati da 921 a 930 DI 2362

12/09/2013 In poco tempo il grasso si riforma in altre zone del corpo

Liposuzione, il dimagrimento è effimero
Non si può dire che l'assassino torna sul luogo del delitto, ma quasi. A distanza di un anno da un intervento di liposuzione, infatti, il grasso ritorna, anche se in aree diverse del corpo. Lo dice una ricerca americana dell'Università del Colorado effettuata su un piccolo campione di donne intorno ai trent'anni e non obese.
Teri L. Hernandez e Robert H. Eckel, i coordinatori della ricerca, hanno sottoposto una parte delle 32 donne volontarie a interventi di liposuzione ai fianchi e ... (Continua)

10/09/2013 17:56:39 Non confermato l'incremento del rischio di morte cardiovascolare
Terapia antibiotica con azitromicina
L'uso dell'antibiotico azitromicina è associato ad un aumentato rischio di morte per cause cardiovascolari nei pazienti ad alto rischio per questo tipo di patologie. Il meccanismo patogenetico ipotizzato è il prolungamento dell'intervallo QT. Fino ad oggi non era ancora noto se l'azitromicina conferisce un simile rischio anche alla popolazione generale. Un gruppo di ricercatori danesi ha dato una risposta a questo quesito utilizzando i dati sanitari relativi a tutti gli adulti giovani e di ... (Continua)
10/09/2013 Non solo cattiva alimentazione e stile di vita scorretto fra le cause

Obesità e diabete, colpa anche dei batteri
Un progetto finanziato dall'UE ha scoperto che i microrganismi ospitati dal nostro organismo potrebbero avere conseguenze significative per la comparsa dell'obesità.
Il progetto, chiamato METAHIT, ha scoperto che i soggetti con una scarsa quantità di batteri intestinali presentavano il più alto rischio di sviluppare malattie legate all'obesità come il diabete di tipo II e l'aterosclerosi. Anche se le cause dell'obesità sono in parte dovute a fattori esterni, come uno stile di vita ... (Continua)

09/09/2013 La compliance aumenta grazie all'uso di un solo farmaco

I vantaggi di una polipillola
Tenere sotto controllo pressione, piastrine e colesterolo con un solo farmaco è possibile e anzi auspicabile. L'adozione di una polipillola aumenta infatti la compliance del paziente, ovvero l'aderenza alla terapia prescelta dal medico curante, diminuendo così i fattori di rischio cardiovascolare.
“È raro che pazienti con patologia conclamata usino a lungo termine la terapia preventiva per le malattie cardiovascolari”, spiega Simon Thom, professore di medicina e farmacologia all'Imperial ... (Continua)

06/09/2013 Valutazione del rischio migliore rispetto alla creatinina
Un marcatore della salute per i reni, la cistatina C
La cistatina C è un test per 2 malattie, permette infatti di capire se le sofferenze renali presagiscono l’arrivo del diabete, ma viene poco utilizzata.
Nei soggetti anziani,siano essi sani o affetti da patologie cardiovascolari o metaboliche, la presenza di disfunzione renale si associa in maniera quasi lineare con un aumento del rischio di morte. In queste popolazioni appare quindi di fondamentale importanza non solo la diagnosi precoce ma anche la stratificazione del rischio di sviluppo ... (Continua)
06/09/2013 Il calore delle pietanze rilascia melamina, una sostanza tossica

I piatti colorati sono un pericolo per i bambini
Meglio un poco attraente ma sicuro piatto di porcellana piuttosto che un'appariscente ma potenzialmente tossica stoviglia in melamina. È quanto afferma uno studio dell'Università di Kaohsiung di Taiwan, che segnala il rischio insito nell'utilizzo dei piatti in melamina, spesso utilizzati dalle mamme per servire le pietanze al piccolo in un contenitore colorato e divertente.
Secondo le analisi, il calore prodotto dal cibo avrebbe come effetto di favorire il rilascio della sostanza in quantità ... (Continua)

02/09/2013 Potrebbero dire addio ad aghi e siringhe
Meglio le pompe a infusione per i bambini diabetici
La grande sfida nella terapia del diabete è di mantenere un ottimo controllo glico-metabolico nei bambini, specie in quelli più giovani, a causa della scarsa richiesta d’insulina e della loro elevata sensibilità all’insulina. D’altra parte è risaputo che gli episodi ripetuti di ipoglicemia possono provocare nei piccoli bambini dei danni neuro-cognitivi. L’importanza di questa sfida è regolata dagli eventi inattesi di ipo che possono apparire durante questo periodo della vita, come pure per gli ... (Continua)
02/09/2013 Nuovi casi accertati nel modenese

Il ritorno della febbre del Nilo
È di nuovo allarme a causa del "West Nile", il virus che viene dal Nilo e viene trasmesso dalle zanzare. Colpite almeno trenta le persone che si sono rivolte all’ospedale di Mirandola. E secondo quanto riferiscono i parenti, sono stati invece sei i casi di vero e proprio ricovero, la metà presso la struttura ospedaliera di Mirandola, gli altri inviati a Modena per i gravi problemi neurologici.
Attenzione ai sintomi, mal di testa fortissimi (al limite da essere confusi con la meningite), ... (Continua)

19/08/2013 10:24:47 La terapia migliore è quella chirurgica mininvasiva

Il trattamento dell’acalasia


La terapia migliore è quella chirurgica mininvasiva

L'acalasia è  una patologia motoria degenerativa che coinvolge il corpo dell’esofago e lo sfintere esofageo inferiore.
Lo sfintere esofageo inferiore è un meraviglioso sistema di valvola funzionale unidirezionale, che si determina a seguito dei rapporti anatomici tra esofago inferiore, stomaco e diaframma
Normalmente, durante la deglutizione, lo sfintere  consente la progressione del bolo alimentare nello stomaco e ... (Continua)

08/08/2013 Non è necessario rinunciare al sesso dopo aver subito una crisi cardiaca

Il piacere dopo l'infarto
Le donne che hanno subito un infarto si riapprocciano al sesso con un certo timore. Con una maggiore informazione, tuttavia, le cose potrebbero andare meglio, secondo quanto dice uno studio pubblicato sul Journal of the American Heart Association.
Emily Abramsohn, autrice dello studio e ricercatrice presso l'Università di Chicago, spiega: “chi sopravvive a un infarto del miocardio vede la sessualità come un aspetto importante della salute e della qualità della vita”. I ricercatori hanno ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale