Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2362

Risultati da 961 a 970 DI 2362

11/06/2013 Disponibili nuovi efficaci trattamenti per i tumori neuroendocrini
I tumori neuroendocrini, le nuove terapie
“Everolimus e Sunitinib sembrano essere i farmaci più promettenti per trattare le forme di tumori neuroendocrini, non guaribili con la chirurgia”, spiega Antongiulio Faggiano, endocrinologo del Policlinico Federico II e dell’Istituto Nazionale dei Tumori G. Pascale, di Napoli.
“Si tratta – aggiunge l’esperto - di farmaci che agiscono su specifiche proteine che il tumore esprime in maniera abnorme per aumentare la sua capacità di crescita e sviluppo. Sono terapie selettive che sono ... (Continua)
10/06/2013 18:45:14 La presenza di protesi sembra ritardare la diagnosi
Carcinoma mammario e protesi al seno per fini estetici
La diagnosi di carcinoma alla mammella sembra essere significativamente ritardata, con conseguente aumento del rischio di morte, dalla presenza di protesi mammarie.
A questi risultati è giunto un gruppo di ricercatori canadesi che ha pubblicato sul British Medical Journal una revisione sistematica degli studi osservazionali condotti negli ultimi 20 anni negli Stati Uniti, Europa e Canada.
Gli autori hanno condotto due metanalisi: la prima, su 12 studi, ha dimostrato che le donne che ... (Continua)
10/06/2013 14:33:53 Dalla natura possibili armi contro i tumori

Le proprietà antitumorali di alcune piante
Un recente studio della Johannes Gutenberg University di Magonza, in Germania, ha rivelato le possibili proprietà antitumorali di alcune piante, pubblicando i risultati di un'analisi sulla rivista di settore Phytomedicine.
Lo studio ha esaminato in particolare le proprietà del cardo gigante, del pepe selvatico, del pepe etiope e della bromus tectorum L., rivelatesi in grado di eliminare cellule tumorali resistenti a diversi farmaci. Gli scienziati si sono concentrati su tre meccanismi di ... (Continua)

08/06/2013 Studio pone le basi per un approccio di terapia cellulare basato sui fibroblasti

Rigenerare i muscoli grazie a un'impalcatura di collagene
Rigenerare i muscoli danneggiati grazie a un’impalcatura molecolare a base di collagene VI: è quanto suggerisce uno studio finanziato da Telethon e pubblicato su Nature Communications dal gruppo di ricerca coordinato da Paolo Bonaldo, professore di Biologia cellulare all’Università di Padova. Oltre a chiarire un aspetto importante del modo con cui il muscolo si riforma dopo un danno, questo studio propone un nuovo approccio di terapia cellulare da applicare in malattie muscolari degenerative, ... (Continua)

07/06/2013 Il futuro della ricerca punta alla creazione di nuovi organi

Un rene dalle staminali
Un rene nuovo ricavato dalle cellule staminali. È questa la sfida che si sono posti i nefrologi di tutto il mondo, l'adozione della medicina rigenerativa come obiettivo ideale di una battaglia alle patologie renali che non può essere vinta solo con il ricorso al trapianto. Troppo pochi, infatti, i reni a disposizione per soddisfare la domanda sempre più alta, e troppo alto ancora il prezzo da pagare per il trapiantato in termini di qualità di vita.
Ma questo desiderio si scontra con le ... (Continua)

07/06/2013 Nuovi farmaci con bersagli molecolari molto precisi
Buone notizie per la cura dell’osteoporosi
Per la cura dell'osteoporosi si annunciano a breve passi avanti decisivi sul fronte della ricerca farmacologica.
“L’osteoporosi - racconta Fabio Vescini, dirigente medico di endocrinologia all’Azienda ospedaliero-universitaria di Udine - è una malattia dello scheletro che viene frequentemente complicata da fratture per trauma minimo e che presenta un alto impatto socio-economico. Con l’aumento dell’aspettativa di vita della popolazione, infatti, si è osservato un incremento del numero di ... (Continua)
05/06/2013 16:49:38 Un regime ipocalorico migliora i sintomi della malattia

Una dieta per la psoriasi
Mangiare meno aiuta a ridurre i sintomi della psoriasi. Lo dice uno studio pubblicato su Jama Dermatology da un gruppo di ricerca del Copenhagen University Hospital Gentofte di Hellerup, in Danimarca.
Sulla base di precedenti ricerche, erano state trovate delle associazioni con i fattori di rischio cardiovascolari quali diabete, ipertensione e iperlipidemia, oltre a un aumento del rischio di infarto. Tuttavia, la psoriasi si associa anche all'obesità e l'aumento di peso aumenta il rischio di ... (Continua)

04/06/2013 Tecnica alternativa agli antibiotici per liberarsi del batterio

Il trapianto di feci per eradicare il Clostridium difficile
Il nome della terapia non è certo invitante, ma sembra funzionare. Il trapianto di feci diventa realtà anche in Italia, dove la prima paziente si è sottoposta al trattamento presso l'Ospedale Luigi Sacco di Milano.
A distanza di 15 giorni dall'intervento, la tossina batterica è scomparsa dall'organismo. Su richiesta della stessa paziente, i medici milanesi hanno richiesto un parere positivo del comitato etico, un passaggio obbligatorio per il ricorso alle cure compassionevoli, ovvero quelle ... (Continua)

03/06/2013 20:00:25 L'emicrania con depressione forse una distinta entità clinica
Emicrania con depressione e ridotto volume cerebrale
In questa direzione vanno i risultati dello studio Ages-Reykjavik, appena pubblicato su Neurology. «Emicrania e depressione spesso convivono, e gli emicranici hanno il doppio del rischio di depressione rispetto alle persone senza mal di testa» spiega Larus Gudmundsson, geriatra all'Istituto nazionale dell'invecchiamento della capitale islandese e primo autore dell’articolo, sottolineando che il rapporto tra emicrania e depressione è bidirezionale, cioè l’una aumenta il rischio dell’altra e ... (Continua)
03/06/2013 Ricerche divergenti sui tempi della diagnosi

Un test per la diagnosi precoce nell’autismo
Allo studio un nuovo test del sangue che dovrebbe aiutare i medici a individuare i bambini a rischio autismo. La ricerca è della Emory University School of Medicine, i cui scienziati si sono basati sulla valutazione dei cambiamenti nell’espressione genica dell’Rna per perfezionare il nuovo esame.
Nello specifico, il test misura la quantità di Rna copiato da ogni gene e determina quante proteine vengono prodotte dai geni stessi. Gli effetti di questi cambiamenti si ripercuotono in molti modi ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale