Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 540

Risultati da 81 a 90 DI 540

11/06/2015 12:02:00 Intervento mininvasivo e altamente efficace

Tecnica innovativa per la protesi peniena
Per l’uomo, una vita sessuale soddisfacente è possibile anche dopo l’intervento di prostastectomia radicale per tumore alla prostata. Una soluzione definitiva in tal senso è rappresentata dalla protesi peniena, un dispositivo posto all’interno dei corpi cavernosi che oggi si può impiantare con una nuova tecnica minimamente invasiva che fa dell'Istituto Neurotraumatologico Italiano di Grottaferrata uno tra i pochi in Europa ad effettuare tale procedura.
«L’innovazione di questa nuova ... (Continua)

05/06/2015 14:58:00 La chiave si trova nel codice genetico dei centenari

Come ringiovanire i vasi sanguigni
Nel DNA dei centenari sono nascosti molti segreti, che hanno contribuito a far arrivare queste persone ad una età particolarmente avanzata e in buona salute. Proprio uno di questi segreti è stato ora identificato da gruppi di ricerca dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS), I.R.C.C.S. MultiMedica di Milano e dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del CNR di Segrate.
I risultati dello studio, condotto in collaborazione con altre prestigiose strutture scientifiche italiane e internazionali, ... (Continua)

29/05/2015 10:37:00 Una particolare classe di linfociti ne potrebbe essere responsabile
Scoperta una possibile causa di sclerosi multipla
Una classe di linfociti potrebbe essere alla base dell'insorgenza di almeno una parte di casi di sclerosi multipla. A scoprirlo è un gruppo di ricercatori della Fondazione Santa Lucia in collaborazione con l'Università di Tor Vergata e l'Ospedale San Camillo di Roma.
A scatenare la malattia sarebbe l'alterazione di un meccanismo fondamentale per l'estinzione di tali linfociti, che diverrebbero così “immortali”. I risultati dello studio pubblicato su Cell Death and Disease si concentrano ... (Continua)
28/05/2015 14:43:00 Ruolo chiave di un gene mutato

Quando la dislessia è dovuta ai geni
Un marcatore genetico per aiutare la diagnosi precoce della dislessia. Un recente studio condotto da Guido Marco Cicchini dell’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) di Pisa e Maria Concetta Morrone dell’Università di Pisa ha rivelato un’associazione tra un particolare tipo di dislessia causata dall’alterazione di un gene, il DCDC2, e un disturbo specifico della visione.
“Ad oggi la dislessia è diagnosticata solo quando si evidenzia un ritardo ... (Continua)

28/05/2015 10:49:00 Il ruolo di fumo, alcol e obesità

Cattivi stili di vita influenzano la fertilità
Di fronte a problemi di fertilità le spiegazioni scientifiche possono essere tante e fra le più disparate. Certo è che lo stile di vita che adottiamo è fondamentale se vogliamo aumentare le probabilità di avere un figlio.
Ce ne parla il dott. Andrea Lenzi, Direttore del dipartimento di endocrinologia dell’Università la Sapienza di Roma: “il sistema riproduttivo è regolato dagli ormoni e dunque particolarmente vulnerabile alle interferenze endocrine. In diversi casi l’infertilità è infatti da ... (Continua)

25/05/2015 17:49:00 Unica puntura lombare per risolvere l'emicrania cronica

La Ccsvi del mal di testa
È stata scoperta una nuova condizione clinica che favorisce l'insorgere dell'emicrania cronica. Dal Journal of Neurology che ha appena pubblicato i risultati preliminari ottenuti da Roberto De Simone e Vincenzo Bonavita dell’Università Federico II di Napoli, infatti, fa la sua comparsa al Congresso di Stresa una condizione che per alcuni aspetti ricorda la CCSVI, la nota Insufficienza Venosa Cerebrospinale Cronica di cui fin troppo si è parlato nella sclerosi multipla.
Questo studio, che ... (Continua)

21/05/2015 15:25:00 Svolge un ruolo essenziale per la sopravvivenza in fase fetale
Scoperto un nuovo gene legato all'avvio della pubertà
Una ricerca italo-inglese dimostra come una forma ereditaria di infertilità possa insorgere a causa di un’alterazione genetica che ostacola la sopravvivenza di neuroni chiave nel controllo della pubertà.
Lo studio è stato coordinato da Anna Cariboni, del dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dell’Università degli Studi di Milano, e da Christiana Ruhrberg, dello University College of London.
Le forme genetiche di infertilità comprendono malattie dovute ad un deficit ... (Continua)
12/05/2015 16:03:00 Individuato nei giovani obesi l'accumulo della proteina-spia

L'obesità e il rischio Alzheimer già da adolescenti
Nuovo fattore di rischio per i bambini obesi. Non solo diabete, steatosi epatica, danni alla retina e cardiopatie: da grandi potrebbero sviluppare anche un deficit cognitivo progressivo fino ad arrivare alla demenza senile o all'Alzheimer.
Lo rivela uno studio condotto dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. I ricercatori hanno scoperto negli adolescenti obesi livelli elevati di una proteina, la beta 42 amiloide, coinvolta proprio nel ... (Continua)

05/05/2015 10:20:00 Il rischio di cancro dipende anche dalla natura dell'alterazione
Brca e tumore al seno, importante anche il tipo di mutazione
Non è sufficiente individuare un'alterazione genetica a carico dei geni Brca1 e 2 per quantificare con precisione il rischio di cancro al seno. Per farlo serve anche sapere di quale mutazione si tratti.
A dirlo è uno studio pubblicato su Jama da Timothy Rebbeck della Scuola di medicina Perelman presso l'Università della Pennsylvania. Il prof. Rebbeck spiega: “le donne che ereditano mutazioni dei geni Brca hanno un aumentato rischio di cancro al seno e alle ovaie, ma poco si sa sui livelli ... (Continua)
04/05/2015 12:36:00 62 per cento di probabilità in meno nelle donne con Brca1 mutato
L'asportazione delle ovaie riduce i rischi di cancro al seno
I dati scientifici confermano la bontà della scelta di asportare le ovaie per ridurre il rischio di cancro al seno, almeno nelle donne colpite da mutazione del gene Brca1. A dirlo è uno studio pubblicato su Jama Oncology da un team del Women's College Research Institute di Toronto.
Il trial, coordinato da Steven Narod, ha evidenziato una riduzione del 62 per cento della mortalità per tumore mammario grazie all'ooforectomia (altro nome dell'ovariectomia). Stando ai dati, fra le 345 donne ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale