Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 454

Risultati da 151 a 160 DI 454

07/05/2014 11:48:58 Riflessi positivi secondo una ricerca americana

Ippoterapia indicata per i malati di Alzheimer
I cavalli possono aiutare i malati di Alzheimer. Fare delle passeggiate, prendersi cura di loro e dargli da mangiare sono attività che favoriscono un migliore approccio alla malattia, aumentando il buon umore, incentivando l'attività fisica e migliorando il comportamento.
Chi soffre di Alzheimer, infatti, oltre a dover combattere la perdita di memoria indotta dalla patologia va incontro anche a cambiamenti della personalità e a crisi depressive anche molto pesanti. L'ippoterapia, finora ... (Continua)

05/05/2014 14:35:00 Scoperto nuovo meccanismo di morte neuronale
La proteina Mhc-I attiva la morte neuronale nel Parkinson
Un nuovo meccanismo di morte neuronale tipico della malattia di Parkinson, che può diventare un bersaglio terapeutico specifico per questa malattia, è stato identificato da uno studio condotto da ricercatori dell’Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche (Itb-Cnr) in collaborazione con gruppi di Columbia e Harvard University e dello Sloan-Kettering Institute. La ricerca è stata recentemente pubblicata sulla rivista Nature Communications.
“Abbiamo dimostrato ... (Continua)
05/05/2014 12:32:00 Il plasma di esseri viventi più giovani frena l'invecchiamento

Trasfusioni di sangue per ringiovanire
Per gli uomini si prospetta un futuro da vampiri assetati di sangue? È una delle ipotesi che nascono da alcune ricerche condotte dalla Stanford University, dalla University of California e dall'Harvard Stem Cell Institute e pubblicate su Nature Medicine e su Science.
Secondo queste ricerche, infatti, l'iniezione di sangue giovane in un organismo anziano ha come effetto di frenare quei meccanismi che portano alla degenerazione dei tessuti e quindi al progressivo invecchiamento. A dimostrarlo ... (Continua)

29/04/2014 15:15:00 Nesso fra la mancanza di emozioni e la perdita di materia grigia e bianca

La depressione restringe il cervello degli anziani
La depressione negli anziani è un problema serio che non si limita a coinvolgere solo l'aspetto umorale. Pare infatti ci sia un nesso fra i sintomi depressivi e la perdita di materia grigia e bianca cerebrale.
A studiare il fenomeno è un'analisi della Icelandic Heart Association e degli statunitensi National Institutes of Health e National Institute on Aging, che hanno pubblicato sulla rivista Neurology il resoconto dell'Age, gene/environment susceptibility (Ages)-Reykjavik study.
Il ... (Continua)

26/04/2014 11:04:00 Il gioco serve a verificare la presenza di problemi neurologici
Diagnosticare l'Alzheimer con un videogame
Anche l'industria dei videogiochi tenta di dare il proprio contributo a favore dei tanti malati di Alzheimer. Nello specifico, l'azienda Akili Interactive Labs ha stretto un accordo con la casa farmaceutica Pfizer per l'organizzazione di uno studio su pazienti in età avanzata che ha come obiettivo lo sviluppo di un videogioco da utilizzare per l'eventuale diagnosi del morbo di Alzheimer.
Il gioco si chiama Project:Evo e al momento gira solo su iPad e iPhone. L'utente comanda un alieno che ... (Continua)
23/04/2014 16:05:00 Il complesso RPC potrebbe ostacolare la malattia

Un complesso proteico contro l'Alzheimer
Un complesso proteico denominato RPC (Retromer Protein Complex) o retromero potrebbe rappresentare una nuova valida opzione terapeutica per i tanti ammalati di Alzheimer.
Lo sostiene una ricerca condotta dagli scienziati del Columbia University Medical Center, del Weill Cornell Medical College e della Brandeis University, che hanno scoperto una nuova classe di composti farmacologici – chiamati chaperon – apparentemente in grado di bloccare l'evoluzione della patologia aumentando i livelli di ... (Continua)

17/04/2014 12:40:00 Il ruolo della variante ApoE4

Un gene aumenta il rischio di Alzheimer nelle donne
In presenza di una variante genetica denominata ApoE4 le donne rischiano più di altri di essere affette dal morbo di Alzheimer. A dirlo è uno studio della Stanford University pubblicato su Annals of Neurology.
I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a un vasto campione di anziani seguiti nel corso del tempo con un monitoraggio che teneva conto del progressivo passaggio da una condizione di buona salute al lieve declino cognitivo e poi all'Alzheimer.
Dai risultati è emerso che chi è ... (Continua)

14/04/2014 11:57:00 L'accumulo di LDL aumenta l'incidenza delle malattie

Il colesterolo e il rischio di demenza e Alzheimer
Un colesterolo sotto controllo non fa bene soltanto al cuore, ma anche al cervello. L'accumulo del colesterolo cattivo, l'LDL, aumenta infatti il rischio di sviluppare una forma di demenza, secondo quanto emerso da una ricerca pubblicata sull'International Journal of Cardiology.
Stando ai risultati dello studio della National Taipei Medical University e della National Yang-Ming University di Taiwan, le statine riuscirebbero a ridurre del 25 per cento il rischio di sviluppare la demenza ... (Continua)

04/04/2014 09:26:47 Lo studio dell'Università di Verona pubblicato su Immunity

Identificata una nuova causa delle malattie autoimmuni
Svelato uno dei meccanismi del sistema immunitario che sta alla base delle malattie infiammatorie ed autoimmuni. Il lavoro intitolato “La glicoproteina Tim-1 lega il recettore di adesione selectina-P e controlla il traffico dei leucociti nelle malattie infiammatorie e autoimmuni" è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale Immunity.
In tutte le malattie infiammatorie, il primum movens della riposta immunitaria è rappresentato dalla migrazione dei globuli bianchi, chiamati ... (Continua)

31/03/2014 12:40:00 Nuove conferme da uno studio americano

Il matrimonio è un toccasana per uomini e donne
Se ci tenete alla salute del vostro cuore dovreste sposarvi. Un'ulteriore conferma degli effetti positivi della vita a due viene da uno studio del Langone Medical Center presso la New York University firmato da Carlos Alviar.
Lo studio, presentato durante l'American College of Cardiology, ha valutato la salute di oltre 3 milioni e mezzo di persone attraverso una serie di esami atti a verificare la funzionalità delle arterie in vari siti dell'organismo, dalle gambe al cuore e al ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale