Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 454

Risultati da 311 a 320 DI 454

24/08/2010 E' un farmaco già disponibile, ottimo contro l'Alzheimer

Alzheimer sconfitto dalla molecola Gm-Csf
Una proteina usata per combattere i tumori e l’artrite reumatoide è risultata efficace per ridurre i sintomi dell’Alzheimer, riducendo il volume delle placche che assediano i neuroni e la perdita di memoria che è una delle conseguenze più gravi di questa malattia neuro-degenerativa.
Lo scrivono i ricercatori dell'Universita' della Florida sull'ultimo numero online del Journal of Alzheimer's Disease; i medici avevano già notato che i pazienti affetti da artrite reumatoide erano meno esposti ... (Continua)

25/06/2010 Fra pochi anni la mappatura del Dna potrebbe diventare un esame di routine

Più genoma per tutti
Andremo dal medico con il nostro patrimonio genetico sotto braccio? È quanto spera si concretizzi al più presto Francis Collins, a capo dello Human Genome Project, il progetto che ha portato al sequenziamento del genoma umano dieci anni fa.
Collins, che è anche direttore del National Institutes of Health americano, è convinto che nel giro di dieci anni, la maggior parte delle persone potrebbe disporre delle informazioni genetiche del proprio Dna e garantirsi così un'assistenza sanitaria ... (Continua)

21/05/2010 La riduzione dell’olfatto per diagnosticare Alzheimer e Parkinson

L'olfatto predice le malattie
Sono 10.000 gli aromi che il nostro naso può riconoscere, mentre il gusto può distinguere solo 4 sapori diversi. L’olfatto, dunque, è il senso con le maggiori potenzialità ma spesso dimenticato o sottovalutato. Al 97^ Congresso della Società italiana di otorinolaringoiatria e chirurgia cervico – facciale (Sioechcf) in corso a Riccione, si parla anche della cura dell’olfatto e delle sue potenzialità.
Matteo Richichi, Direttore del reparto di otorinolaringoiatria dell’ospedale ... (Continua)

07/05/2010 L'attività fisica favorisce la rigenerazione delle cellule anche negli anziani

Come risvegliare le cellule cerebrali “pigre”
Non è mai troppo tardi. È ciò che viene in mente considerando i risultati di uno studio tedesco pubblicato sulla rivista Cell Stem Cell. I ricercatori sostengono che un certo livello di attività fisica consenta di proteggere la memoria e mettere in moto così il processo di rigenerazione cellulare a livello cerebrale.
Gli scienziati dell'Istituto di Immunobiologia Max Planck Institute di Friburgo hanno posto le basi per nuovi possibili approcci a malattie che colpiscono le capacità ... (Continua)

29/04/2010 L'area cerebrale si ridurrebbe a causa di un atteggiamento pessimista
I pensieri negativi rimpiccioliscono il cervello
Se la personalità è influenzata dal cervello, è vero anche il contrario. Lo afferma uno studio americano della Washington University di St. Louis, secondo cui i soggetti che si contraddistinguono per un atteggiamento negativo nei confronti della vita, con il passare del tempo subiscono una ridimensionamento delle aree cerebrali preposte alle emozioni.
Per arrivare a tali conclusioni, i ricercatori hanno analizzato un gruppo di volontari fra i 44 e gli 88 anni, scoprendo che le persone con ... (Continua)
29/04/2010 In California messo al bando l'Happy Meal perché favorisce l'obesità

Un freno al cibo spazzatura
Il tentativo è di prenderla alla larga. Una contea della California ha vietato la distribuzione dei giocattoli associati al famoso Happy Meal di McDonald's e tanto desiderati dai bambini. Il proposito è quello di diminuire l'interesse per un tipo di alimentazione nociva per la salute dei bambini stessi.
Ken Yeager, promotore dell'iniziativa, ha spiegato: “l'intento è di eliminare l'incentivo a scegliere cibi grassi e dolci. Quello che stiamo cercando di fare è scindere il binomio cibi ... (Continua)

14/04/2010 10:55:18 Gli alimenti più indicati per i loro effetti benefici sul cervello

La dieta per evitare l'Alzheimer
Anche l'Alzheimer può essere prevenuto seguendo precise indicazioni alimentari. È quanto sostengono alcuni ricercatori della Columbia University di New York, che hanno pubblicato uno studio sugli effetti che alcuni cibi hanno in ottica preventiva sul morbo di Alzheimer.
Secondo gli scienziati guidati da Yian Gu, gli alimenti migliori in tal senso sarebbero le verdure a foglia verde scuro, i cavoli, i pomodori, il pesce azzurro, olio e cereali. I medici statunitensi hanno pubblicato i ... (Continua)

18/02/2010 
Dove ci si cura con le staminali in Italia
Le cellule staminali embrionali sono oggetto di un acceso dibattito etico e ad esse molti affidano le speranze di nuove cure per malattie molto gravi, come Parkinson, Alzheimer e sclerosi multipla.
Tuttavia esistono altre staminali, dette somatiche o adulte, che sono prelevate dal corpo stesso del malato o da un donatore compatibile (quasi sempre un familiare stretto) e che sono già utilizzate in Italia per la terapia di diverse patologie.
La tecnica di prelievo delle staminali adulte ... (Continua)
04/02/2010 Allo studio un farmaco che promette di allungare la vita di tutti noi

Una pillola per diventare centenari
La speranza di vivere più a lungo viene da lontano, ma ora sembra possibile la sua realizzazione. È in fase di realizzazione, infatti, una pillola dagli effetti potenzialmente rivoluzionari, che potrebbe tenere sotto controllo il colesterolo, azzerare il rischio di diabete e di Alzheimer e ridurre i problemi di cuore.
Il tutto è frutto di uno studio portato avanti da un gruppo di genetisti americani guidati da Nir Barzilai sulla popolazione degli Ashkenaziti, un gruppo etnico di origine ... (Continua)

26/01/2010 Un'intensa spiritualità rallenta la progressione neurodegenerativa

Essere religiosi aiuta contro l'Alzheimer
La tesi è curiosa, ma pare sorretta da prove scientifiche. Credere in Dio o comunque possedere una certa attitudine alla spiritualità rallenterebbe il decorso della demenza senile e dei danni procurati dal morbo di Alzheimer.
A sostenerlo è una ricerca condotta da due ricercatori della Clinica geriatrica dell'Università di Padova, diretta dal professor Enzo Manzato. Lo studio ha preso in esame 64 pazienti colpiti dall'Alzheimer e in fasi differenti di avanzamento della malattia. I ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale