Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 454

Risultati da 351 a 360 DI 454

04/09/2008 
Nuovo farmaco e biotecnologie per l'Alzheimer
Dall'Australia arriva la scoperta di un farmaco che sembra promettente nel ritardare l'insorgenza del morbo di Alzheimer e migliorare la qualità di vita dei pazienti. Il farmaco, chiamato PBT2, è stato formulato da scienziati dell'Istituto di ricerca sulla salute mentale dell'università di Melbourne e durante la prima sperimentazione ha dimostrato di ridurre la quantità di placche della proteina beta-amiloide, che danneggiano il cervello dei malati di Alzheimer.
La sperimentazione è ... (Continua)
26/08/2008 

Una nuova speranza per il Morbo di Parkinson
Al 12° Congresso European Federation of Neurological Sciences (EFNS), tenutosi a Madrid, dal 23 al 26 agosto, sono stati presentati i dati degli ultimi studi con pramipexolo nella cura della Malattia di Parkinson (MP): i benefici clinici del trattamento precoce della MP, la gestione dei sintomi depressivi legati alla Malattia di Parkinson e la nuova formulazione di pramipexolo a lento rilascio, attualmente in studio.
 Il nuovo studio, denominato PROUD(*Assessment of Potential ImPact of ... (Continua)

31/07/2008 

Da un colorante una speranza contro l'Alzheimer
Nasce una nuova speranza per i malati di Alzheimer. Il nuovo farmaco, messo a punto dalla TauRx Therapeutics e testata dai ricercatori dell’università di Aberdeen, Scozia, si chiama Rember e ha dimostrato, dopo essere stato testato su 321 pazienti, di poter ridurre di oltre 80 punti percentuali la progressione della malattia rispetto agli altri trattamenti.
Il Rember non è in grado di far regredire la malattia ma la può stabilizzare, ed è comunque il passo avanti più importante da quando ... (Continua)

16/07/2008 
L'esercizio rallenta l'Alzheimer
Un'attività fisica sufficientemente intensa può aiutare a rallentare l'Alzheimer nelle sue prime fasi conservando il volume cerebrale. La notizia proviene da uno studio condotto presso l’università del Kansas.
Per eseguire lo studio i ricercatori hanno arruolato 57 pazienti affetti da Alzheimer nelle sue prime fasi e altri 64 sani. I volontari sono stati sottoposti ad attività fisica dopo la quale sono state valutate le loro performance cardio-respiratorie e il volume cerebrale attraverso ... (Continua)
15/07/2008 
Pillole di nicotina per contrastare la demenza
Si sa che il fumo fa male, ma una sostanza contenuta nel tabacco, la nicotina, potrebbe dare dei vantaggi a chi soffre di certi tipi di demenza.
Ricercatori dell'Istituto di psichiatria del King's College di Londra hanno rilevato che la nicotina aiuta a tenere la mente piu' attiva, migliorando la memoria, l'apprendimento e la concentrazione. Queste sono proprio le capacità che coloro che sono affetti da Alzheimer e altre forme di demenza vedono affievolirsi.
Dunque per prendere dal ... (Continua)
11/07/2008 

Dai pomodori vaccino contro Alzheimer
Forse ci si è avvicinati alla cura per l'Alzheimer, o almeno ad impedire che esso si manifesti negli individui, grazie al pomodoro.
Presso il Korea Research Institute of Bioscience and Biotechnology (KRIBB) di Seoul, si sta studiando una particolare cura basata su pomodori geneticamente modificati da utilizzare come vaccino.
I ricercatori coreani, coordinati da HyunSoon Kim, hanno modificato geneticamente una pianta di pomodoro inserendo nel suo Dna il gene della proteina che causa ... (Continua)

07/07/2008 
Da un fattore di crescita la cura per l'Alzheimer
Il fattore di crescita neuronale (Ngf - Nerve Growth Factor) blocca le vie che portano alla malattia di Alzheimer, aprendo la strada al suo impiego per fini terapeutici. E’ questa la nuova scoperta di un gruppo di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche, coordinato da Pietro Calissano e dell’Ebri (European brain research institute-Centro europeo di ricerche sul cervello), guidato da Antonino Cattaneo.
A 50 anni dalla scoperta del fattore di crescita nervoso che è valsa il Nobel ... (Continua)
13/06/2008 

Tecniche futuristiche per veder "parlare" i neuroni
All'interno del cervello i segnali da neurone a neurone si propagano in millesimi di secondo. Nuove tecniche di imaging consentono di catturare questi segnali, di fotografare questa specie di colloquio nel suo fulmineo divenire, istante per istante e con un grado crescente di messa a fuoco dei dettagli.
L’impossibile si sta dunque avverando grazie alla microscopia non–lineare capace di registrare otticamente il tragitto degli impulsi neuronali con una percezione dei particolari di ... (Continua)

23/05/2008 

Sedano e peperoni riducono infiammazioni al cervello
Una sostanza presente nel sedano e nei peperoni verdi, la luteolina ha dimostrato di poter ridurre l'infiammazione in alcune zone del cervello, come riferisce WebMd. La luteolina e' un flavonoide, potente antiossidante conosciuto da tempo per le sue proprieta' antinfiammatorie, che si trova in una gran varieta' di alimenti, tra cui in alcuni ortaggi e nella frutta, oltre che nel te' e nella camomilla.
In un recente studio, pubblicato su Proceedings of the National Academy of ... (Continua)

21/04/2008 

Il prozac giova al cervello, almeno dei ratti
La fluoxetina, il farmaco antidepressivo largamente usato nel trattamento di disturbi psichiatrici, sarebbe in grado di ‘ringiovanire’ il cervello adulto, al punto da permettere il recupero di una visione normale in ratti ambliopi. E’ quanto ha dimostrato il gruppo di neurobiologia della Scuola Normale di Pisa e dell’Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche, guidato dal professor Lamberto Maffei.
“La fluoxetina è largamente impiegata nel trattamento della ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale