Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 454

Risultati da 441 a 450 DI 454

20/09/2002 
PROTEINA BACE MARCATORE 'LOCALE' DELLA MALATTIA
L'attivita' di un particolare enzima aumenta nelle regioni cerebrali dove si accumulano le placche amiloidi, depositi caratteristici della malattia di Alzheimer. Secondo ricercatori del General Hospital di Charlestown nel Massachusetts, l'enzima BACE (aspartyl protease ß site APP-cleaving enzyme), necessario alla formazione della proteina beta-amiloide dal precursore APP, sarebbe quindi un utile marcatore 'topografico' del morbo di Alzheimer, indicando i siti piu' a rischio di deposito anomalo ... (Continua)
16/09/2002 

I 10 segni premonitori dell'Alzheimer
In attesa del test diagnostico, 10 sintomi premonitori possono aiutarci a prevederlo. Nel 2026 i malati di Alzheimer raddoppieranno raggiungendo i 34 milioni. Sono, queste, le previsioni dell'Alzheimer's disease international diffuse a a pochi giorni dalla IX Giornata mondiale dedicata alla malattia, che si celebra il 21 settembre. Di questi malati 7 su 10 risiederanno nei Paesi in via di sviluppo. Perdita di memoria associata a crisi di ansia, depressione e alterazione del comportamento. ... (Continua)

23/07/2002 
Risultati positivi per nuovo farmaco contro Alzheimer
Positivi i primi risultati sulla della memantina, una molecola scoperta dalla Merz Pharmaceuticals, contro l'Alzheimer. Secondo i dati presentati all'ottava Conferenza internazionale sull'Alzheimer in corso a Stoccolma, dai ricercatori della New York University School of Medicine, il farmaco ha dimostrato un'efficacia clinica per più di 1 anno, ha ridotto i costi di trattamento, presenta una buona tollerabilità se utilizzato insieme a inibitori della colinesterasi e presenta effetti ... (Continua)
19/07/2002 

Dieta ricca di vitamina C riduce rischio Alzheimer
Dati di laboratorio hanno suggerito che lo stress ossidativo può contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer.
Il rischio di sviluppare questa malattia potrebbe però ridursi con l’assuzione di antiossidanti in grado di controbilanciare l’effetto negativo dovuto allo stress ossidativo. I riceratori olandesi del Rotterdam Study hanno condotto uno studio prospettico per verificare se l’assunzione con la dieta di elementi antiossidanti possa influenzare il rischio di sviluppare il ... (Continua)

02/07/2002 

Una molecola ansiolitica per combattere lo stress
Un derivato naturale del triptofano per ''spegnere'' lo stress. Questa la soluzione proposta a Padova dagli esperti intervenuti nei giorni scorsi all'International Study Group on Tryptophan Research, dedicato alle virtù di questo aminoacido essenziale, che si trova nelle proteine di origine animale ed è un precursore della serotonina. In un periodo di grave stress, spiegano gli specialisti, una dieta ricca di proteine e quindi triptofano può essere addirittura controproducente.
Lo stress, ... (Continua)

28/06/2002 
Vitamina C ed E per ridurre rischio Alzheimer
Le vitamine C ed E potrebbero ridurre il rischio di Alzheimer, almeno secondo due nuovi studi, pubblicati sulla rivista Jama, che hanno testato le proprietà di queste sostanze antiossidanti contenute negli alimenti.
Secondo gli ultimi dati, ricordano ricercatori dell'Erasmus Medical Center di Rotterdam, lo stress ossidativo sembra contribuire allo sviluppo della malattia di Alzheimer. Gli specialisti hanno studiato 5.395 pazienti, con più di 55 anni al momento del reclutamento (anni ... (Continua)
22/04/2002 

Alzheimer: scoperto il processo che ne è alla base
Anche il “Morbo della mucca pazza”, oltre a quello di Alzheimer, è dovuto a un processo di aggregazione di certe proteine che si chiamano amiloidi. Due studi uno inglese e l'altro giapponese hanno fatto dei passi avanti nella comprensione di questo processo che porta alla formazione delle cosiddette “placche amiloidi”, e che caratterizzano il morbo di Alzheimer, di Creutzfeldt-Jakob e l'amiloidosi dovuta ad emodialisi. In particolare i due studi indipendenti, pubblicati dalla rivista 'Nature ... (Continua)

05/02/2002 
Alzheimer, responsabile Escherichia coli?
Ricercatori statunitensi si stanno dedicando a approfondire il ruolo dell'Escherichia coli in rapporto all'Alzheimer, ritenendo che il batterio - noto per provocare gastriti - potrebbe essere coinvolto nell'insorgenza del morbo. La rivelazione è infatti che il microbo è capace di produrre fibre molto simili a quelle trovate nel cervello dei malati di Alzheimer.
Analisi svolte da microbiologi molecolari dell'Università di Washington e del Karolinska Institutet (Stoccolma), affermano ... (Continua)
25/01/2002 
Una cura per la demenza vascolare
Al II congresso internazionale sulla demenza vascolare di Salisburgo, in Austria, è stato presentato uno studio inedito sull’uso di 'Aricept' (donepezil idrocloruro).
Si sono diffusi i dati relativi ad uno studio che dimostra come l’impiego di Aricept rispetto a placebo migliori significativamente la funzione cognitiva e le funzionalità globali dei pazienti affetti da demenza vascolare (VaD). Lo studio della durata di 24 settimane, che ha incluso solo pazienti affetti da demenza ... (Continua)
18/01/2002 
Trauma cranico accelera Alzheimer
Soprattutto se gli incidenti si ripetono più di una volta. Chi ha la sventura di battere la testa può accelerarsi l'arrivo dell'Alzheimer: piccoli traumi cranici, infatti, aumentano la produzione e il deposito del peptide amiloide-beta, oltre a far crescere il livello dei marcatori dello stress.
Condizioni che, nelle persone predisposte, rendono più rapida del previsto l'evoluzione della patologia degenerativa. E' un dato frutto del lavoro di ricerca e analisi dell'università della ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale