Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 454

Risultati da 61 a 70 DI 454

16/09/2015 16:12:26 Le probabilità aumenterebbero del 61 per cento

I pesticidi favoriscono il diabete
Secondo uno studio dell'Imperial College di Londra, alcune classi di pesticidi aumenterebbero del 61 per cento il rischio di insorgenza del diabete. La ricerca, presentata nel corso del congresso della Società europea per lo studio del diabete (Easd) di Stoccolma, è una metanalisi basata su 21 lavori precedenti e realizzata in collaborazione con l'Università di Ioannina, in Grecia.
Il totale di persone coinvolte nell'analisi è 66.714. L'esposizione ai pesticidi è stata verificata attraverso ... (Continua)

08/09/2015 14:52:38 Iniziano gli studi di fase III
Aducanumab per il morbo di Alzheimer
È stato arruolato il primo paziente nel programma globale di Fase 3 per il trattamento sperimentale con aducanumab. Il programma di Fase 3 comprende gli studi controllati con placebo ENGAGE ed EMERGE, progettati per valutare l'efficacia e la sicurezza di aducanumab nel rallentare il deterioramento cognitivo e la progressione della disabilità nelle persone con morbo di Alzheimer precoce.
"L'inizio degli studi di Fase 3 su aducanumab per il morbo di Alzheimer precoce segna una tappa ... (Continua)
25/08/2015  Migliora la memoria senza abbassare i livelli di glucosio

Insulina per via nasale contro i danni dell’Alzheimer

L’insulina attraverso il naso arriva nelle zone del cervello colpite dall'Alzheimer ma anche da forme di demenza senile producendo risultati più duraturi nel miglioramento della memoria. Meglio dunque per il naso che nel sangue.
Nei test di riconoscimento degli oggetti, dopo una singola dose di insulina intranasale, le cavie animali sono riuscite a ricordare gli oggetti visti in precedenza, diversamente da quelle cui non era stata somministrata. 
Per ora i test sono stati eseguiti ... (Continua)

24/08/2015 La dieta aiuta ad invecchiare meglio

Broccoli e spinaci e il cervello invecchia meglio
Broccoli e spinaci possono aiutare le donne ad invecchiare conservando un'eccellente salute del cervello, tenendosi alla larga dalle forme di demenza come l'Alzheimer.


Fare di tutto per evitare l'obesità quando si è sulla cinquantina diminuisce di molto il rischio di essere colpiti in futuro dalla malattia di Alzheimer. Scienziati americani, confermano così vecchie indagini, affermando che c'è la
possibilità di mantenere il cervello sveglio e in buona salute, tenendo a bada il ... (Continua)

24/08/2015 

Le proprietà antiossidanti della papaia fermentata
Le virtù benefiche per l'organismo della Papaya sono note da tempo.

Occorre però distinguere tra le proprietà antiossidanti del frutto presenti allo stato naturale, e quelle, più marcate, da esso acquisite al termine di una fermentazione alcolica a bassa temperatura della durata di 8 - 10 mesi.


Secondo Pierre Mantello direttore di ricerca presso l'Osato Research Institute, in Giappone, è solo la papaia fermentata a presentare tali proprietà benefiche.
Anzi, preparati che ... (Continua)

31/07/2015 17:42:38 Allo studio pillola che preservi dai danni al cervello

Un farmaco per i traumi cerebrali
Un team di scienziati statunitensi sta studiando la possibilità di sintetizzare una molecola in grado di ripristinare le normali funzioni cerebrali in soggetti colpiti da traumi cranici gravi e/o ripetuti.
I cervelli di alcune categorie di persone soffrono di encefalopatia traumatica cronica (ETC). In queste categorie rientrano ad esempio i pugili o i giocatori di football, la cui materia cerebrale è caratterizzata da grovigli fibrosi di una proteina denominata tau. Il motivo per cui si ... (Continua)

31/07/2015 11:10:00 Elenco di procedure non necessarie e dannose

Le pratiche da evitare in medicina nucleare
Anche la medicina nucleare ha una lista di procedure da evitare. Per la precisione ne ha due, dal momento che a quella redatta nell’ambito dell’iniziativa Choosing Wisely si aggiunge ora quella stilata dagli esperti dell’Associazione italiana di medicina nucleare e di imaging molecolare (Aimn) nel quadro del progetto “Fare di più non significa fare di meglio” promosso da Slow Medicine.
L’elenco dell’Aimn ha il pregio di basarsi sulla realtà clinico-sanitaria italiana. Ecco i 5 punti:
1) ... (Continua)

28/07/2015 09:50:00 Ricerca italiana compie un passo in avanti nella comprensione della malattia
Scoperta nuova causa di danno cerebrale nell’Alzheimer
Svelata una nuova causa implicata nel danno cerebrale e nel deficit cognitivo nella malattia di Alzheimer. Il lavoro intitolato “I neutrofili promuovono la patologia in corso di malattia di Alzheimer e il declino cognitivo attraverso l'integrina LFA-1" è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista statunitense Nature Medicine, punto di riferimento internazionale sia per ricercatori di base che per medici specialisti.
La scoperta scientifica dell'ateneo scaligero fornisce dunque un contributo ... (Continua)
24/07/2015 09:37:17 Solanezumab è il primo farmaco a mostrare efficacia terapeutica

Una cura per l'Alzheimer
Anche per l'Alzheimer sembra profilarsi la possibilità di una terapia farmacologica. Secondo quanto annunciato dalla casa farmaceutica che la produce, la molecola solanezumab è la prima a mostrare efficacia e ad essere in grado di invertire il declino mentale dei pazienti colpiti dal morbo.
I primi trial clinici condotti sull'uomo mostrano una riduzione del declino mentale pari a un terzo. I risultati positivi sono stati riscontrati in quei soggetti che si trovano allo stadio iniziale della ... (Continua)

22/07/2015 12:22:00 Anche il solo stress psico-fisico può creare danni

Alterazioni neurologiche dovute ai rave party
I “rave party” vengono di solito considerati eventi ad alto rischio per i giovani, principalmente per via delle droghe che spesso sono assunte dai partecipanti, prima fra tutte la cosiddetta ecstasy (MDMA nella denominazione chimica).
Ma, anche senza l’uso di droghe, le particolari condizioni ambientali di un evento del genere sono capaci di creare disfunzioni neurologiche simili a quelle provocate dall’ecstasy stessa.
Sono i risultati di uno studio condotto presso il laboratorio di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale