Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 454

Risultati da 81 a 90 DI 454

17/06/2015 16:16:00 Entro 3 anni dovranno sparire da ogni prodotto industriale

Gli Usa mettono al bando i grassi idrogenati
Sui grassi idrogenati la Food and Drug Administration americana ha preso una posizione radicale. Andranno eliminati dalla lista degli ingredienti per il confezionamento di qualsiasi prodotto alimentare entro 3 anni.
I grassi idrogenati vengono utilizzati in gran quantità per produrre tutta una serie di alimenti, fra cui merendine, biscotti, cornetti, patatine e via dicendo. Diverse ricerche hanno sottolineato i rischi cardiovascolari connessi con il consumo di questi ingredienti. Uno studio ... (Continua)

09/06/2015 12:20:00 Identificati grazie a uno studio italiano
Nuovi bersagli farmacologici per l'Hiv
In uno studio appena pubblicato su Proceedings of the National Academy of Science (PNAS), un team di ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele ha identificato due nuovi bersagli farmacologici per combattere l’infezione da HIV nel sistema nervoso centrale.
Il virus HIV, causa dell’AIDS, infetta i linfociti T e altre cellule del sistema immunitario umano, tra cui i macrofagi, che svolgono un ruolo complementare ai linfociti T. Sono un bersaglio importante per il virus perché, a differenza ... (Continua)
08/06/2015 16:05:13 Uno studio americano alimenta speranze per la cura di tante malattie

Il collegamento fra cervello e sistema immunitario
Il nostro cervello è collegato al sistema immunitario in maniera diretta tramite vasi linfatici di cui si ignorava l'esistenza. A fare la scoperta è stato un gruppo di ricerca della University of Virginia School of Medicine, che ha pubblicato su Nature uno studio che getta nuova luce su alcune malattie gravi come l'Alzheimer o la sclerosi multipla.
Jonathan Kipnis, uno degli autori della ricerca, ha spiegato la mancata osservazione dei vasi linfatici del cervello fino ad oggi con il fatto ... (Continua)

04/06/2015 11:58:00 Le persone del gruppo 0 rischiano di meno

Il gruppo sanguigno influisce sul rischio di Alzheimer
Se appartenete al gruppo sanguigno 0 il rischio di Alzheimer per voi sarà più basso della media. Lo dice uno studio dell'Ospedale San Camillo di Venezia e del Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Sheffield, nel Regno Unito.
Lo studio, pubblicato su Brain Research Bulletin, segnala il beneficio protettivo di cui godono i soggetti con un gruppo sanguigno 0 rispetto a quelli con gruppo sanguino A, B o AB.
I medici hanno realizzato dei test su 189 volontari adulti sani, ... (Continua)

03/06/2015 14:34:00 Il ruolo della sostanza bianca cerebrale

Un marker precoce per scoprire l'Alzheimer
La degenerazione della sostanza bianca cerebrale potrebbe rappresentare un marker precoce per la malattia di Alzheimer. Lo suggeriscono i risultati di uno studio italiano finanziato dal Ministero della Salute, firmato da un gruppo di ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, una delle 18 strutture d’eccellenza del Gruppo Ospedaliero San Donato e appena pubblicato su Radiology.
“L’Alzheimer – spiega Federica Agosta, ricercatrice presso l’Unità di Neuroimaging Quantitativo ... (Continua)

01/06/2015 I possibili risvolti di due recenti scoperte italo–canadesi
Il ruolo dell'epigenetica nella cura della demenza
Negli ultimi anni sono stati scoperti numerosi geni coinvolti nelle malattie degenerative. Tuttavia, la scoperta di questi geni, pur di estremo interesse scientifico, ha spiegato solo in parte i meccanismi responsabili di gravi patologie, quali la malattia di Alzheimer o le demenze frontotemporali e non ha, sinora, modificato la terapia.
Recentemente è stata sviluppata una nuova rivoluzionaria strategia di ricerca per le malattie neurodegenerative, quella dell’epigenetica, che sta aprendo ... (Continua)
28/05/2015 16:59:33 Di gran moda fra i lavoratori della Silicon Valley

I nootropi, le nuove droghe «intelligenti»
Arriva un nuovo tipo di droga, i nootropi. Si tratta di sostanze che aumentano le capacità cognitive dell'essere umano, al contrario di quelle tradizionali che tendono invece ad ottundere i sensi.
Il termine nootropo deriva dalle due parole greche “noos” (mente) e “tropein” (sorvegliare). Le sostanze nootropiche agiscono aumentando il rilascio degli agenti neurochimici, ovvero neurotrasmettitori, ormoni ed enzimi, migliorando l'apporto di ossigeno al cervello e stimolando la crescita ... (Continua)

25/05/2015 16:02:00 La testimonianza del famoso neurochirurgo Giulio Maira

Alcol e droghe fra i giovani, una campagna per ridurne l'uso
Ioamolavita. È questo il nome scelto per la campagna di sensibilizzazione nei confronti di alcol e droghe rivolta ai più giovani. L'iniziativa, organizzata dalla Fondazione Atena Onlus, vede il patrocinio della regione Lazio.
Il prof. Giulio Maira, celebre neurochirurgo e presidente della onlus, spiega: “il protratto uso di alcol e droghe produce devastazioni simili a quelli dell’Alzheimer. A causa della droga sono in aumento anche i casi di ictus sotto i 40 anni. Noi contiamo 200 casi di ... (Continua)

12/05/2015 16:03:00 Individuato nei giovani obesi l'accumulo della proteina-spia

L'obesità e il rischio Alzheimer già da adolescenti
Nuovo fattore di rischio per i bambini obesi. Non solo diabete, steatosi epatica, danni alla retina e cardiopatie: da grandi potrebbero sviluppare anche un deficit cognitivo progressivo fino ad arrivare alla demenza senile o all'Alzheimer.
Lo rivela uno studio condotto dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, appena pubblicato sulla rivista scientifica Pediatrics. I ricercatori hanno scoperto negli adolescenti obesi livelli elevati di una proteina, la beta 42 amiloide, coinvolta proprio nel ... (Continua)

05/05/2015 Stile di vita e genetica

I segreti dei centenari
Ambite a raggiungere i 100 anni? Allora cominciate dal vostro stile di vita. Innanzitutto è vietato fumare, il colesterolo va mantenuto a livelli accettabili, non si bevono più di 4 caffè al giorno, bisogna prevedere una discreta attività fisica e cercarsi un lavoro ben pagato.
Secondo i ricercatori dell'Università di Goteborg sarebbero questi i fattori determinanti per il raggiungimento della fatidica soglia. Gli scienziati hanno monitorato le condizioni di salute di 855 uomini nati nel ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale