Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 794

Risultati da 151 a 160 DI 794

08/01/2015 17:02:00 Buona norma eseguire un elettrocardiogramma prima di indossare gli sci

Un check up al cuore prima della settimana bianca
Finite le vacanze natalizie, molti si stanno preparando alla settimana bianca. Tutti attenti alla salute delle finanze familiari, in tempi di crisi, ma non bisogna dimenticare anche quella del proprio corpo.
Soprattutto per chi durante l'anno conduce una vita sedentaria può essere pericoloso indossare gli sci senza prima essersi allenati adeguatamente e aver effettuato un check-up della propria salute.
A porre l'attenzione sui problemi cardiaci degli sciatori occasionali è un'analisi di ... (Continua)

08/01/2015 16:33:22 Scoperta italiana grazie all'analisi delle urine dei bambini malati
Dalle staminali una via per capire le malattie renali
Lo studio delle urine dei bambini affetti da malattie renali provocate da ragioni genetiche ha portato alla scoperta di un nuovo possibile approccio a queste patologie. Il lavoro è frutto della collaborazione fra i team di Nefrologia e Genetica dell'Ospedale Pediatrico Meyer e dell'Università di Firenze, che hanno realizzato un metodo per ottenere “progenitori renali” che aiutino a migliorare il processo di diagnosi.
Lo studio è stato pubblicato on line sul Journal of the American Society of ... (Continua)
07/01/2015 15:50:02 Le ultime ricerche del prof. Oppenheim

Le forme di attaccamento nei bambini autistici
In disparte, distaccati, più interessati agli oggetti che alle persone. Un’immagine convenzionale dei bambini autistici in cui non si ritrova David Oppenheim, membro senior del Center for the study of child development dell’Università di Haifa (Israele).
Il professore mostrerà i risultati delle sue ultime ricerche alla conferenza internazionale su ‘Attaccamento e autismo: l’importanza dell’insightfullness genitoriale’, il 31 gennaio e il 1° febbraio a Roma. Una due giorni di formazione ... (Continua)

05/01/2015 17:09:44 Per individuare i segnali d’allarme nei bambini fin dall’asilo nido
Autismo, nuovo programma di screening
La battaglia contro l’autismo sbarca negli asili nido e nelle scuole materne italiane. A partire dal mese di gennaio negli istituti delle Comunità Ebraiche di Roma, Milano, Torino, Firenze e Trieste prenderà infatti il via il progetto di prevenzione primaria “La salute psicomotoria”, che prevede l’individuazione di eventuali ritardi nello sviluppo del bambino, che possono rappresentare un campanello d’allarme anche per l’autismo, attraverso l’osservazione dei piccoli in età pre-scolare mentre ... (Continua)
29/12/2014 Come evitare influenza e malanni muscolari

Attenti al grande freddo
Alla fine è arrivato. Il grande freddo proveniente dalla Siberia è giunto anche in Italia e minaccia il benessere del nostro organismo. Con l'abbassamento delle temperature, il corpo reagisce cercando di salvaguardarsi come può.
Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg), spiega: “l'apparato cardiocircolatorio è costretto a lavorare di più, perché con l'esposizione alle temperature rigide l'organismo è come un motore che deve girare ... (Continua)

22/12/2014 11:03:37 Sostanza simile a quella contenuta nella cannabis

Nei tartufi c'è la molecola del piacere
Forse i tartufi attraggono tanto per una sostanza specifica che è al loro interno, l'anandamide. La sostanza, presente soprattutto nel genere Tuber melanosporum – il tartufo nero -, è simile al principio attivo della cannabis, come spiega Mauro Maccarrone, biologo e chimico del Campus BioMedico di Roma: “si tratta dell'anandamide, un composto simile al Thc. L'anandamide scatena il rilascio di sostanze chimiche che regalano benessere e modulano l'umore. La nostra idea - dice il ricercatore ... (Continua)

19/12/2014 11:59:00 Problemi di ventilazione e ricambio dell'aria

Rischio di asma per chi va in palestra
Il freddo spinge chi vuole mantenersi in forma a scegliere la palestra, ma potrebbe non essere l'opzione migliore. Secondo uno studio di ricercatori dell'Università di Lisbona e della Delft University of Technology, nei Paesi Bassi, le palestre hanno una scarsa ventilazione nelle aree dedicate all'allenamento.
Si crea così un microclima costituito dalle tossine prodotte dall'organismo umano e da polvere e microrganismi nocivi che può stimolare la comparsa dell'asma.
Gli scienziati hanno ... (Continua)

17/12/2014 11:58:19 L'effetto di bumetanide sui meccanismi cerebrali
Un farmaco aiuta la plasticità del cervello
Uno studio italiano dimostra la possibilità di stimolare la naturale plasticità del cervello grazie all'utilizzo di un diuretico. La ricerca, pubblicata su Nature Neuroscience da scienziati di Iit, In-Cnr e Cibio, dimostra che la fase in cui il cervello si sviluppa in modo plastico può essere prolungata agendo su un neurotrasmettitore, il GABA. Il risultato potrebbe aprire nuove strade a terapie per il sistema nervoso e per alcune deficienze del sistema visivo
La ridotta plasticità cerebrale ... (Continua)
17/12/2014 Un consumo limitato disinnesca l'emicrania
Meno sale per ridurre il mal di testa
Per le persone affette spesso da terribili mal di testa la riduzione dell'apporto di sale nell'alimentazione potrebbe rivelarsi fondamentale. Una ricerca della Johns Hopkins University ha rivelato infatti che ridurre a 3 grammi al giorno l'introito di sale – ovvero circa mezzo cucchiaino di tè – ha come effetto la scomparsa di un terzo delle crisi di emicrania.
L'effetto della riduzione di sale è quello di abbassare la pressione sanguigna e differenziale, tuttavia anche le persone che non ... (Continua)
04/12/2014 15:30:00 Componente ereditaria determina la durata complessiva del sonno

L'insonnia è legata ai geni
I geni che abbiamo ereditato dai nostri genitori possono influenzare il modo in cui dormiamo. Lo dice uno studio pubblicato su Molecular Psychiatry da un team della Harvard Medical School guidato da Daniel Gottlieb.
Stando ai risultati dell'analisi, il sonno sarebbe disturbato non solo da motivi di tipo alimentare, dall'eventuale presenza di apnee notturne e dall'attività fisica, ma anche dal nostro Dna.
I ricercatori hanno individuato due varianti genetiche responsabili di una riduzione ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale