Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 794

Risultati da 381 a 390 DI 794

17/05/2012 10:06:13 La riduzione delle specie viventi indebolisce il sistema immunitario

Meno biodiversità, più allergie
Le allergie come ennesima patologia dell'età moderna. Lo sostiene Ilkka Hanski, uno scienziato finlandese che si occupa di ecologia e che ha coordinato uno studio sul nesso fra allergie ed ecosistema.
La teoria di Hanski è che la progressiva perdita di biodiversità dovuta all'impatto dell'uomo e delle sue attività sull'ambiente si traduce anche in un impoverimento di microbi nell'ambiente e nel nostro organismo, il che rompe il nostro equilibrio interno, indebolendo peraltro il sistema ... (Continua)

14/05/2012 09:56:16 Soluzione nanotecnologica per le malattie da stress ossidativo

Le nanoparticelle che proteggono le cellule
Le nanoparticelle di ossido di cerio (nanoceria), utilizzate attualmente in vari campi industriali, sarebbero in grado di proteggere le cellule dallo stress ossidativo e quindi in previsione dalle diverse patologie correlate, in particolare il cancro.
È questa la scoperta di un gruppo di ricercatori dell’Università Roma Tor Vergata - in collaborazione con l’Istituto BioLink di Roma e l’International Research Center for Materials Architectonics (MANA) di Tsukuba, in Giappone - evidenziata in ... (Continua)

08/05/2012 19:53:27 Una relazione possibile gli idrocarburi e la crescita delle cellule ipofisarie

L’inquinamento e i tumori dell’ipofisi
Dati in vitro e in animali di laboratorio sembrerebbero confermare la capacità di alcuni idrocarburi di promuovere la crescita di cellule ipofisarie normali e tumorali. Ne parla a nome della Società Italiana di Endocrinologia lo studioso Salvatore Cannavò che ha avviato un programma di studio in collaborazione con centri di ricerca in campo endocrinologico delle Università di Torino, Milano (Statale e San Raffaele), Padova, Pisa, Ferrara e con il CNR di Roma.
Il professor Cannavò inizia ... (Continua)

04/05/2012 Pazienti resi ciechi dalla retinite pigmentosa vedono di nuovo

Nuova sperimentazione per l'occhio bionico
La vista non sarà delle migliori, ma alla fine del tunnel comincia a intravedersi la luce. Arriva infatti la notizia di una nuovo test che riguarda il cosiddetto occhio bionico. Diversi prototipi sono in fase di sperimentazione, come ad esempio Argus, prodotto da un'azienda americana.
In questo caso, si tratta di un dispositivo simile messo a punto da un'azienda tedesca e sperimentato ora anche in Gran Bretagna. L'Università di Oxford ha infatti effettuato ... (Continua)

03/05/2012 I consigli del pediatra, quando preoccuparsi e quando no

La febbre di primavera nei bambini
Non sempre è facile capire quando alcuni sintomi sono indice di un’emergenza medica e quando, invece, sono solo una normale reazione del fisico a un virus o a un semplice colpo di freddo. Molto spesso i genitori si allarmano ma è compito del pediatra comprendere quando si tratta veramente di una patologia acuta, che richiede un intervento immediato e quando invece si è di fronte a una normale febbre stagionale. Sarà poi il pediatra a valutare la situazione e a spiegare come riconoscere i casi ... (Continua)

02/05/2012 16:33:01 I ciechi potrebbero beneficiare della tecnologia robotica

Occhi da robot per chi non vede
Un team di ricercatori francesi sta cercando di mettere a punto un sistema di localizzazione per i non vedenti che si ispira alla sofisticata tecnologia ideata per i robot. Per muoversi, questi ultimi si avvalgono di una serie di sensori che ricostruiscono in tempo reale l'ambiente circostante e consentono alla struttura robotica di muoversi in maniera corrispondente.
I ricercatori dell'Institute of Intelligent Systems and Robotics presso l'Università Pierre et Marie Curie di Parigi stanno ... (Continua)

27/04/2012 16:47:36 In Italia si spende poco per la prevenzione: siamo lontani dall’auspicato 5%

La Prevenzione oggi, dalle Buone Prassi alla Formazione
Con l’obiettivo di fare il punto della situazione sullo stato dell’arte della prevenzione in Italia, fotografandone le difficoltà ma anche buone pratiche ed aree di eccellenza, si apre oggi un Convegno di 2 giorni organizzato dalla SItI (Società Italiana di Igiene Medicina Preventiva e Sanità Pubblica), dal Collegio degli Operatori e dal Dipartimento di Scienze Mediche Preventive dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.
Saranno presentate e discusse le “Linee Guida” sul ... (Continua)

27/04/2012 14:41:15 Conoscere il proprio patrimonio genetico per anticipare le patologie

Il sequenziamento del Dna per capire le malattie
Una speciale unità al servizio del genoma umano, o meglio alla scoperta del suo funzionamento. È la realtà rappresentata dall'Unità di Funzione del Genoma del Centro di Genomica Traslazionale e Bioinformatica del San Raffaele, in grado di leggere oggi il DNA completo dell’uomo a fini diagnostici e terapeutici.
Il Centro, unico in Italia per il suo approccio polispecialistico e multidisciplinare, è caratterizzato da tre componenti essenziali: la tecnologia più avanzata disponibile per il ... (Continua)

26/04/2012 16:50:33 Bimbi prematuri richiedono un’assistenza personalizzata
Individualizzare sempre più l’approccio terapeutico
È stata appena pubblicata su Pediatrics una ricerca in 25 terapie intensive neonatali italiane.
La nascita pretermine costituisce una delle maggiori sfide degli ultimi anni per l’assistenza sanitaria nazionale. In effetti, i progressi in ambito medico e infermieristico hanno consentito di aumentare le probabilità di sopravvivenza anche di bambini estremamente pretermine.
Ma quali sono le conseguenze della loro ospedalizzazione, solitamente piuttosto lunga?
L’urgenza medica e la ... (Continua)
26/04/2012 La flora batterica orale dei fumatori è diversa e più pericolosa

I batteri fanno festa nella bocca di chi fuma
Non è solo una questione di alito, il fumo crea danni anche a bocca e denti facilitando la formazione di una flora batterica orale diversa e potenzialmente pericolosa. A dimostrarlo è una ricerca dell'Università dell'Ohio condotta dalla periodontologa Purnima Kumar, che ha analizzato una serie di campioni della superficie interna della bocca di 30 soggetti, divisi tra fumatori e non fumatori.
La dott.ssa ha raccolto i campioni a uno, due, quattro e sette giorni di distanza da una seduta di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale