Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 6535

Risultati da 5651 a 5660 DI 6535

17/11/2004 

Italiani si curano ma il colesterolo rimane
Sono stati oltre 15.000 i pazienti coinvolti nel primo studio italiano su un appropriato utilizzo delle statine.
La consapevolezza ormai diffusa circa la gravità delle malattie cardiovascolari in Italia ha favorito l’uso delle statine per il paziente dislipidemico e difatti oggi il 70% circa di questi pazienti è trattato. Ciò rappresenta sicuramente un dato positivo se viene confrontato con ciò che accade negli altri Paesi europei e negli Stati Uniti.
Allo stesso tempo però nel ... (Continua)

17/11/2004 

Il maiale aiuta l'uomo ad ingrandire il pene
Il derma del maiale sarà utilizzato anche in Italia per rendere meglio praticabili interventi di falloplastica, vale a dire l'ingrandimento del pene. La tecnica, all'avanguardia nel mondo, si serve del derma di suino al posto di quello dell'uomo, essendo quest'ultimo difficilmente reperibile ed è destinata a sostituire la tecnica tradizionale, che va impiantato tra la cute e la parete dei corpi cavernosi.
Il costo del materiale da impiantare si aggira tra i 1000 e i 2000 euro a ... (Continua)

16/11/2004 
Scoperto il segreto dell'immortalità delle cellule staminali
E' stato scoperto il meccanismo che impedisce la morte delle cellule staminali del sistema nervoso. Lo studio, condotto da un'equipe di ricercatori del Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina Molecolare dell'ISS coordinata da Ruggero De Maria e Cesare Peschle, in collaborazione con l'Istituto Besta di Milano, viene pubblicato oggi sul Journal of Experimental Medicine e apre nuove speranze per la terapia delle malattie degenerative del sistema nervoso centrale come l'ictus o la sclerosi ... (Continua)
16/11/2004 

Disturbi dell'umore: un mix di fattori organici e psichici
I disturbi dell'umore (definiti anche disturbi affettivi) sono alterazioni dell'autostima (cioè della percezione del valore di noi stessi) che vanno dalla mania alla depressione.
La prevalenza della depressione varia nei diversi studi e nei diversi Paesi, tra il 5% e il 20%, con una maggiore incidenza tra le femmine, rispetto ai maschi. La depressione ha un'incidenza crescente con l'età, anche se negli ultimi anni sono emersi dati su un'incidenza di depressione del 5% nella ... (Continua)

16/11/2004 
Scoperto il meccanismo dell'invecchiamento delle arterie
E' già noto che il gene p66 aumenta la produzione di radicali liberi, quindi l'invecchiamento e il rischio di malattie degenerative come l'aterosclerosi o l'Alzheimer. Il gene p66 è legato a doppio filo con il gene p53 che ha il compito di istruire il p66 a produrre sostanze ossidanti ma che ha anche la funzione di proteggerci dai tumori. L'eccessiva produzione di radicali liberi dell'ossigeno, e quindi lo stress ossidativo, e' uno dei motivi dell'invecchiamento delle arterie che si ... (Continua)
15/11/2004 
Il ruolo di una proteina in una forma di cecità congenita
Si tratta di una delle principali cause di cecità congenita. Conoscere la funzione della proteina implicata permetterà in futuro di disegnare farmaci per questa patologia.
L’atrofia ottica dominante è una malattia genetica provocata dalla degenerazione delle cellule nervose della retina ed è la causa più frequente di neuropatie ottiche ereditarie. Fino ad ora se ne ignoravano le cause, ma è stata appena scoperta la funzione della proteina chiamata OPA1 che, se difettosa, scatena la ... (Continua)
15/11/2004 
Malattie cardiovascolari: fondamentale lo stile di vita
In Italia si verificano ogni anno circa 185.000 casi di ictus (una persona ogni 3 minuti). Nei Paesi Occidentali i soli problemi venosi incidono oltre l’1-2% sui bilanci sanitari annuali. Le malattie vascolari (arteriose, venose, del sistema linfatico e del microcircolo) sono fra le principali cause di morte e invalidita’ nel nostro Paese, con l’ictus cerebrale al primo posto, le arteriopatie periferiche e le complicanze della trombosi venosa profonda. Il costante invecchiamento della ... (Continua)
15/11/2004 
La carbossiterapia per la cura delle ferite difficili
La formazione di una ferita difficile è causata da molteplici fattori, sia locali che generali e richiede un trattamento interdisciplinare. Con il termine di ferite difficili si definiscono lesioni che presento problematiche di trattamento ad alta complessità legate alla patologia, alla localizzazione, alle condizioni generali e a pregressi trattamenti sbagliati. Tale patologia interessa il 15-20% della popolazione e comprende lesioni di origine post-traumatica, lesioni vascolari, diabetiche, ... (Continua)
11/11/2004 
Cellule staminali contro infarto e ischemia alle gambe
Identificata la cellula staminale anti-ischemia: nuove prospettive terapeutiche per l'infarto cardiaco e le arteriopatie occlusive degli arti inferiori
Un importante passo in avanti è stato conseguito con la purificazione di una popolazione staminale anti-ischemica: questa popolazione ha un effetto terapeutico vasculogenetico particolarmente efficace in modelli sperimentali di infarto del miocardio e di ischemia degli arti inferiori. Questi studi sono stati effettuati presso l'Istituto ... (Continua)
11/11/2004 
Trapianti più sicuri con lo screenig dell'RNA
I risultati di uno studio pubblicato su Lancet e diffuso in Italia dal Centro Studi Comunicazione Farmaco, suggeriscono che lo screening ordinario di campioni di sangue per individuare RNA virali nei donatori di organi e tessuti che non hanno segnali evidenti di malattie cliniche potrebbe ridurre il rischio di trasmissione di malattie tra i riceventi del trapianto. La presenza nel sangue di anticorpi contro malattie virali tipo HIV e epatite C è il metodo convenzionale per valutare se un ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317| 318| 319| 320| 321| 322| 323| 324| 325| 326| 327| 328| 329| 330| 331| 332| 333| 334| 335| 336| 337| 338| 339| 340| 341| 342| 343| 344| 345| 346| 347| 348| 349| 350| 351| 352| 353| 354| 355| 356| 357| 358| 359| 360| 361| 362| 363| 364| 365| 366| 367| 368| 369| 370| 371| 372| 373| 374| 375| 376| 377| 378| 379| 380| 381| 382| 383| 384| 385| 386| 387| 388| 389| 390| 391| 392| 393| 394| 395| 396| 397| 398| 399| 400| 401| 402| 403| 404| 405| 406| 407| 408| 409| 410| 411| 412| 413| 414| 415| 416| 417| 418| 419| 420| 421| 422| 423| 424| 425| 426| 427| 428| 429| 430| 431| 432| 433| 434| 435| 436| 437| 438| 439| 440| 441| 442| 443| 444| 445| 446| 447| 448| 449| 450| 451| 452| 453| 454| 455| 456| 457| 458| 459| 460| 461| 462| 463| 464| 465| 466| 467| 468| 469| 470| 471| 472| 473| 474| 475| 476| 477| 478| 479| 480| 481| 482| 483| 484| 485| 486| 487| 488| 489| 490| 491| 492| 493| 494| 495| 496| 497| 498| 499| 500| 501| 502| 503| 504| 505| 506| 507| 508| 509| 510| 511| 512| 513| 514| 515| 516| 517| 518| 519| 520| 521| 522| 523| 524| 525| 526| 527| 528| 529| 530| 531| 532| 533| 534| 535| 536| 537| 538| 539| 540| 541| 542| 543| 544| 545| 546| 547| 548| 549| 550| 551| 552| 553| 554| 555| 556| 557| 558| 559| 560| 561| 562| 563| 564| 565| 566| 567| 568| 569| 570| 571| 572| 573| 574| 575| 576| 577| 578| 579| 580| 581| 582| 583| 584| 585| 586| 587| 588| 589| 590| 591| 592| 593| 594| 595| 596| 597| 598| 599| 600| 601| 602| 603| 604| 605| 606| 607| 608| 609| 610| 611| 612| 613| 614| 615| 616| 617| 618| 619| 620| 621| 622| 623| 624| 625| 626| 627| 628| 629| 630| 631| 632| 633| 634| 635| 636| 637| 638| 639| 640| 641| 642| 643| 644| 645| 646| 647| 648| 649| 650| 651| 652| 653| 654

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale