Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 107

Risultati da 21 a 30 DI 107

06/02/2015 09:50:00 Nuova generazione con Automatic MRI Mode

Nuovi pacemaker compatibili con la risonanza
Sta per fare il suo debutto sul mercato una nuova generazione di pacemaker del tutto compatibili con la risonanza magnetica. L’Agenzia Giapponese per il Farmaco e i Dispositivi Medici (PMDA) ha infatti approvato il nuovo pacemaker KORA 100 dotato dell’“Automatic MRI mode”, prodotto da Sorin.
I pacemaker sono impiantati generalmente nei pazienti più anziani, soggetti a varie patologie la cui diagnosi ottimale e relativa gestione possono richiedere il ricorso a una risonanza magnetica (RM). I ... (Continua)

09/12/2014 10:25:36 La sindrome è generata da un difetto di conduzione elettrica

Wolff-Pakinson-White rischiosa anche senza sintomi
Uno studio italiano ha rivelato la pericolosità della sindrome di Wolff-Pakinson-White anche in assenza di sintomi. La malattia è legata a un malfunzionamento nel processo di conduzione dell'elettricità che può colpire in maniera fatale il cuore del soggetto che ne soffre.
Di norma l'attività elettrica si avvia nel nodo seno-atriale, localizzato nell'atrio destro, si propaga attraverso il nodo atrio-ventricolare e attraverso il fascio di His ai ventricoli. Il nodo atrio-ventricolare funziona ... (Continua)

10/10/2014 11:40:00 Le procedure di radiodiagnostica cardiaca costituiscono un potenziale pericolo

Rischi per il cuore dalle radiazioni
Non sempre prevenire fa bene alla salute. Le procedure di radiodiagnostica cardiaca messe in atto per valutare eventuali deficit cardiovascolari presentano un conto da pagare, e non solo in termini economici.
Secondo uno studio pubblicato su Circulation, i medici dovrebbero valutare con estrema attenzione il rapporto costi-benefici prima di prescrivere esami che prevedono l'esposizione a radiazioni ionizzanti.
Il dott. Reza Fazel, cardiologo del Beth Israel Deaconess Medical Center di ... (Continua)

09/10/2014 11:20:00 Aumentata l'incidenza fra i più giovani

La cocaina e il rischio di infarto
Una buona e una cattiva notizia. Se da un lato è diminuita la mortalità per infarto, dall'altro è aumentata la frequenza nei giovani. La causa? L'uso sempre più frequente, soprattutto tra le fasce più giovani, di sostanze come la cocaina.
A lanciare l'allarme è la Società Italiana di Prevenzione Cardiovascolare. "La mortalità da infarto oggi è in riduzione: siamo arrivati al di sotto del 5% e questo è già un grosso passo in avanti. A preoccupare, però, è l'aumento di incidenza dell'infarto ... (Continua)

15/09/2014 15:14:00 Lesioni al fegato sempre più frequenti a causa di un uso sbagliato

Le erbe che fanno male al fegato
Uno studio appena pubblicato su Hepatology da un team di ricercatori dell’Einstein Medical Center di Philadelphia ha segnalato la costante crescita dei casi di intossicazione e danni epatici indotti da un uso sconsiderato di integratori.
Negli ultimi 10 anni il fenomeno è diventato davvero rilevante, colpendo in particolare gli appassionati di body building che vogliono aumentare la muscolatura in tempi brevi e le donne di mezza età che cercano nuovi metodi per perdere peso, finendo per ... (Continua)

29/08/2014 09:08:29 Aumento del rischio a causa di malattie cardiache
Claritromicina pericolosa per il cuore
Assumere claritromicina espone a un rischio maggiore di insorgenza di malattie cardiache. A dirlo è una ricerca pubblicata sul British Medical Journal da un team dello Statens Serum Institut di Copenhagen.
La claritromicina è uno degli antimicrobici più utilizzati e prescritti in età anche pediatrica, ed è particolarmente indicata per chi è allergico alla penicillina. Lo studio ha valutato la mortalità cardiovascolare mettendo a confronto l'assunzione di claritromicina, roxitromicina e ... (Continua)
17/07/2014 14:26:00 In futuro non serviranno più i pacemaker
Il trapianto di un gene aiuta il cuore malato
Si arriverà prima o poi al pacemaker biologico. A prefigurare il risultato è uno studio pubblicato su Science Traslational Medicine da un team del Cedars-Sinai Heart Institute di Los Angeles.
La sperimentazione effettuata su modello animale ha dimostrato l’efficacia di un trapianto mini-invasivo di un gene per la stimolazione delle cellule staminali, che in tal modo si differenziano per trasformarsi in pacemaker biologici che controllano il battito cardiaco.
L’invenzione potrebbe ... (Continua)
26/06/2014 16:08:55 Impiantato sotto la cute per registrare le aritmie asintomatiche

Un sensore che aiuta a prevenire l'ictus
Un team di ricercatori italiani ha messo a punto un nuovo sensore per la prevenzione dei casi di ictus. Al progetto, i cui dettagli sono apparsi sul New England Journal of Medicine, hanno partecipato gli scienziati dell'Università Cattolica Policlinico A. Gemelli di Roma in collaborazione con i colleghi del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma e diversi centri internazionali.
Il sensore riesce a registrare le aritmie che i tradizionali metodi diagnostici non individuano, le ... (Continua)

05/06/2014 10:25:00 Il trattamento punta a ripristinare i valori della proteina calsequestrina
La terapia genica contro la morte improvvisa
La tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica (Cpvt) si può curare. Dietro questa complessa definizione si cela la cosiddetta “morte improvvisa”, quel fenomeno cardiaco che può colpire sia gli adulti che i bambini e che spesso sale alla ribalta perché coinvolge un calciatore nel corso di una partita.
La malattia è stata associata a un gene nel 2000 da un'équipe di ricerca della Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia, la stessa che ora ha messo a punto una terapia genica in grado di ... (Continua)
30/05/2014 Effetto collaterale dovuto al trattamento con insulina

Diabete, l'ipoglicemia è il rischio sommerso
Palpitazioni, tremore, ansia, giramenti di testa, confusione: sono questi alcuni dei sintomi percepiti durante un episodio di ipoglicemia, un repentino ed eccessivo abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue che può accadere in una persona dopo l’assunzione di alcuni farmaci per la cura del diabete. Nella forma grave l’ipoglicemia può portare addirittura alla perdita di coscienza e può essere fatale se non si interviene per tempo. Il tema dell’ipoglicemia è stato al centro del simposio ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale