Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 146

Risultati da 31 a 40 DI 146

22/05/2014 10:22:00 Le placche aterosclerotiche si possono individuare grazie alla Ccta
L'efficacia dell'angiografia coronarica per le placche
Per scoprire la presenza di eventuali placche aterosclerotiche ci si può avvalere dell'angiografia coronarica con tomografia computerizzata (Ccta). A dirlo è uno studio della Semmelweis University di Budapest condotto da un team diretto da Pál Maurovich-Horvat.
Il ricercatore spiega sulle pagine di Nature Reviews Cardiology: «il ruolo della Ccta, che va ben oltre la semplice esclusione di una stenosi coronarica, è la chiave per identificare le placche ad alto rischio e per predire eventi ... (Continua)
15/04/2014 16:17:00 Benefici dei nuovi farmaci ridotti da scarsa diffusione
Fibrillazione atriale, nuovi farmaci e ablazione chirurgica
C'è la burocrazia di mezzo nella scarsa diffusione dei nuovi anticoagulanti orali ideati per la fibrillazione atriale. Si tratta di medicinali più sicuri ed efficaci dei farmaci classici, ma il loro impiego non va oltre il 6 per cento dei pazienti a causa della complessità del piano terapeutico.
I medici, infatti sono costretti a dedicare 25 minuti per mettere a punto a norma di legge le ricette necessarie. Si tratta di un ostacolo da rimuovere assolutamente, dal momento che i nuovi ... (Continua)
21/03/2014 16:02:00 Nuove strade per bloccare l’instabilità della placca aterosclerotica

Scoperta la causa alla base dell’aterosclerosi
Un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Verona svela i meccanismi che stanno alla base dell’aterosclerosi, le cui complicanze determinano patologie diffuse quali infarto del miocardio e ictus ischemico.
Il lavoro “I derivati ossidati degli acidi grassi polinsaturi agiscono sull'apoptosi mediata dallo stress del reticolo endoplasmatico nelle placche carotidee umane?" è stato pubblicato sulla rivista statunitense Antioxidants & Redox Signaling, punto di riferimento ... (Continua)

18/03/2014 16:04:59 Un altro contributo alla campagna Choosing Wisely
Le pratiche da evitare nelle patologie vascolari
Stavolta la lista delle procedure da evitare perché costose, inutili e potenzialmente dannose coinvolge tutte le specializzazioni che affrontano le patologie vascolari, dall'angiologia medica all’ecografia vascolare, dall’elettrocardiografia alla chirurgia vascolare ed endovascolare.
A produrla sono gli esperti della Society for Vascular Medicine.

Ecco le 5 procedure:

1)Non prescrivere esami per i disordini della coagulazione in pazienti che presentano un primo episodio di ... (Continua)
18/03/2014 10:11:59 La causa sono i disturbi neurogenici del collo vescicale
Perdita della eiaculazione dopo l'intervento chirurgico
La fisiologia dell’eiaculazione è caratterizzata da tre fasi distinte: l’emissione del liquido seminale, la chiusura del collo vescicale e l’espulsione del liquido seminale.
Il corretto sviluppo di queste tre fasi è sotto il controllo del sistema nervoso autonomo, in particolare del sistema nervoso simpatico attraverso i gangli spinali e il plesso ipogastrico. Certamente la chiusura del collo vescicale, ovvero l’indennità del sistema sfinteriale sottovescicale, resta il passaggio cruciale di ... (Continua)
13/03/2014 17:14:32 Il videogame aiuta i bambini a riconoscere i sintomi dell'attacco

Il videogioco che ti salva dall’ictus
C'è un nuovo eroe che lotta contro l'ictus. Si chiama Stroke Hero ed è il nome del videogioco messo a punto con l'ausilio scientifico dei ricercatori della Columbia University di New York per promuovere la diffusione delle conoscenze sulla malattia anche fra i più piccoli.
Il videogioco, disponibile on line all'indirizzo www.hiphoppublichealth.org, insegna ai bambini i sintomi dell'ictus e quando è il caso di chiamare i soccorsi. Il gioco è stato testato su un gruppo di 210 bambini di 9-10 ... (Continua)

12/03/2014 11:11:12 Ricercatori americani individuano un fattore di protezione neurologica

Ictus, in un peptide il segreto per recuperare
Il trattamento dell'ictus potrebbe acquistare una nuova modalità grazie a un lavoro di ricercatori americani dell'Henry Ford Hospital di Detroit pubblicato su Stroke. Il team, diretto dal dott. Li Zhang, ha scoperto la presenza nel corpo di una sostanza molecolare capace di ridurre in maniera evidente i danni cerebrali causati da un ictus acuto.
Lo studio è stato condotto su modello animale e svela le funzionalità del peptide chiamato AcSDKP, che garantisce protezione neurologica se ... (Continua)

10/02/2014 12:14:22 Nuovo metodo per individuare le placche causate dall'aterosclerosi

Una nanoparticella scova le placche nelle arterie
Un team di ricerca della Case Western Reserve University ha messo a punto un nuovo tipo di nanoparticella in grado di individuare le placche dei vasi sanguigni provocate dall'aterosclerosi attraverso una risonanza magnetica per immagini.
Si tratta di un risultato importante dal momento che le placche che colpiscono le arterie possono rompersi dando luogo a infarti o ictus. Allo stato attuale, la diagnosi si basa su un esame invasivo. Si infila infatti un catetere nel vaso sanguigno partendo ... (Continua)

02/01/2014 12:28:24 I rischi dell'arteriopatia ostruttiva degli arti inferiori

La malattia delle vetrine, come scoprirla
A quanto pare c'è anche una “malattia delle vetrine”. L'improbabile definizione fa riferimento all'arteriopatia ostruttiva degli arti inferiori o Pad (dall'acronimo inglese Peripheral arterial disease), una patologia insidiosa che colpisce le gambe.
Chi ne è affetto soffre di un'ostruzione progressiva dei vasi arteriosi periferici che comporta il più delle volte il sopraggiungere di dolori da crampi muscolari all'altezza del polpaccio, della coscia o della natica nel momento in cui si ... (Continua)

23/11/2013 09:55:43 Effetto antipertensivo paragonabile a quello dei farmaci

I semi di lino abbassano la pressione
Dal lino potrebbe arrivare un nuovo valido aiuto per tutte le persone che soffrono di pressione alta. Un consumo quotidiano dei semi di lino, infatti, sarebbe associato a una riduzione dell'ipertensione, stando a quanto afferma uno studio appena pubblicato sulla rivista di settore Hypertension.
Grant Pierce, coordinatore dello studio e direttore del Canadian Centre for Agri-food Research in Health and Medicine dell'University of Manitoba di Winnipeg, in Canada, spiega: “finora i semi di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale