Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 26

Risultati da 11 a 20 DI 26

05/05/2014 Atrogin-1 consente alle cellule di ripulirsi dalle tossine

Ecco la proteina che mantiene giovane il cuore
Si chiama Atrogin-1 ed è una proteina che svolge una funzione importante per la salute del cuore. Il suo compito, come evidenziato dallo studio finanziato da Telethon e condotto dai ricercatori dell'Università di Padova e del Venetian Institute of Molecular Medicine (VIMM), è individuare e smaltire le sostanze di scarto prodotte
dall'attività cellulare, che sarebbero dannose per il cuore se si accumulassero all'interno delle sue cellule.
I ricercatori, nello studio pubblicato sulla ... (Continua)

12/04/2014 10:36:00 Ricercatori costringono al suicidio le cellule corrotte
Tumori, come colpire le cellule resistenti alla chemio
C'è una percentuale di cellule tumorali che riesce a sopravvivere ai trattamenti terapeutici, siano essi costituiti dalla chemio o dalla radioterapia. Lo fanno consumando una parte di se stesse e poi andando in una sorta di letargo per evitare l'aggressione della terapia farmacologica o radioterapica.
Una volta terminata la terapia, poi, si rimettono in gioco mostrandosi ancora più forti di prima. Un team di ricerca americano è riuscito nell'intento di sfruttare un meccanismo di difesa delle ... (Continua)
23/11/2013 11:06:46 Inefficace invece per la colite ulcerosa

L'attività fisica riduce il rischio del morbo di Crohn
Fare sport aiuta a ridurre il rischio di insorgenza del morbo di Crohn, anche se risulta inefficace nella prevenzione della colite ulcerosa. A dirlo è una ricerca condotta da un team del Massachusetts General Hospital presso l'Harvard Medical School di Boston.
Andrew Chan, docente di Gastroenterologia presso l'ateneo americano, spiega sulle pagine del British Medical Journal: “assieme, le due condizioni costituiscono la malattia infiammatoria intestinale (Ibd), che colpisce circa 1,4 milioni ... (Continua)

11/11/2013 12:06:16 Un peptide dimostra i suoi effetti antitumorali

Dal latte un rimedio contro il cancro allo stomaco
Le cellule tumorali del cancro allo stomaco possono essere combattute anche attraverso una sostanza contenuta nel latte vaccino. Si tratta di un peptide denominato lattoferricina B25 (LfcinB25), che ha svelato agli occhi dei ricercatori la sua attività antitumorale.
A firmare lo studio sono gli scienziati del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze Animali della National Ilan University, a Taiwan. I ricercatori guidati da Wei-Jung Chen hanno pubblicato gli esiti dello studio sul Journal of ... (Continua)

07/10/2013 Scoperto un meccanismo biologico che può aprire la strada a nuovi trattamenti

Nuove cure possibili per la sindrome del rene policistico
La narigenina, un componente degli agrumi, potrebbe esercitare un effetto positivo nella sindrome del rene policistico, patologia che obbliga alla dialisi. Ad affermarlo è uno studio pubblicato sul British Journal of Pharmacology.
La narigenina sembra in grado di regolare una proteina fondamentale per la formazione delle cisti: “questa scoperta è un passo importante per capire come controllare la malattia. Inoltre abbiamo dimostrato che l'ameba è uno strumento utile per diminuire i test ... (Continua)

18/02/2013 Ricerche diverse cercano soluzioni per la grave patologia genetica

Nuove speranze di cura per la fibrosi cistica
Una ricerca condotta da un team dell'Ohio State University ha scoperto che la riduzione dei livelli in eccesso della proteina p62 potrebbe rappresentare un'opzione terapeutica innovativa per eliminare le infezioni nei pazienti affetti da fibrosi cistica.
I ricercatori americani hanno scoperto che agendo sui valori della proteina – iperespressa in caso di fibrosi cistica – è possibile riavviare un processo cellulare in grado di eliminare quelle infezioni causate dal batterio Burkholderia ... (Continua)

28/01/2013 11:31:43 Equilibrio e sostenibilità in natura

Le plasmacellule autoregolano la propria esistenza
Ancora una scoperta tutta italiana che aggiorna le nostre attuali conoscenze riguardo i meccanismi di azione del nostro sistema immunitario ed apre una nuova strada per la Biomedicina.
I ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, coordinati da Simone Cenci, responsabile dell’Unità Malattie dell’invecchiamento, riportano, sulla rivista ‘Nature Immunology’, l’identificazione di un nuovo e inatteso meccanismo molecolare che regola il differenziamento delle plasmacellule, le fabbriche degli ... (Continua)

19/06/2012 15:04:57 Meccanismo cellulare utile in caso di infezione

L'autofagia aiuta a combattere la tubercolosi
Un team di ricercatori dell'Istituto Superiore di Sanità e dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” ha messo a punto un adiuvante vaccinale per combattere il Mycobacterium tubercolosis (Mtb), il batterio responsabile della tubercolosi.
Basandosi sul meccanismo dell'autofagia, ovvero la tendenza di alcune cellule ad auto-divorarsi, i ricercatori – che hanno pubblicato su Autophagy i risultati del loro studio – hanno verificato l'efficacia del fenomeno in cellule ... (Continua)

15/02/2012 Stessi effetti del morbo della mucca pazza ma maggior tossicità

Scoperta proteina prionica supertossica
Un team di ricerca americano è autore di una scoperta importante quanto inquietante. I ricercatori dello Scripps Research Institute, in Florida, hanno infatti rivelato l'esistenza di una proteina prionica che produce lo stesso effetto neurodegenerativo del prione che causa il morbo della mucca pazza, ma con una tossicità dieci volte più alta.
Si tratta di una molecola proteica più piccola di altri prioni definiti oligomeri, ma molto più pericolosa. La ricerca, pubblicata su Proceedings of ... (Continua)

14/01/2011 SIRT1 ha effetti sulla durata della vita e inibisce l'azione di cellule corrotte

Una proteina scongiura il cancro alla prostata
Già nota per il fatto di essere coinvolta nei processi che regolano la durata della nostra esistenza, SIRT1, chiamata “proteina della longevità”, produrrebbe un effetto benefico anche su un gruppo di cellule conosciute per il loro ruolo di precursori del tumore prostatico.
L'associazione è stata scoperta da alcuni ricercatori del Kimmel Cancer Center della Jefferson University, in Pennsilvanya, che hanno pubblicato gli esiti della propria ricerca sulla ... (Continua)

  1|2|3

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale