Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 26

Risultati da 11 a 20 DI 26

31/01/2012 12:25:47 
Avvelenamento e ingestione sostanze tossiche o corrosive
Avvelenamento e ingestione sostanze tossiche o corrosive

L’ingestione di acidi, alcali o altre sostanze corrosive (caustici) non produce avvelenamento, ma causa la distruzione dei tessuti dell’apparato digerente, con effetti simili a quelli di un’ustione: non di rado infatti si potranno notare dei segni di ustione attorno alle labbra dell’infortunato.
Se è stata ingerita una sostanza corrosiva non bisogna assolutamente provocare il vomito per evitare di aumentare le lesioni con ... (Continua)
18/01/2012 Rischi, prevenzione e cura

Le intossicazioni da monossido di carbonio
Nei periodi invernali, in particolare in caso ondate di freddo eccezionale o in mancanza di mezzi adeguati di riscaldamento, aumenta la necessità di riscaldare gli ambienti e con essa il rischio di avvelenamento da monossido di carbonio (CO), un gas altamente tossico, inodore, incolore, insapore, non irritante e quasi impercettibile.
Si tratta di un’intossicazione prettamente stagionale causata dalla “cattiva” combustione di carburanti contenenti carbonio che si genera all’interno di ... (Continua)

27/11/2011 11:51:37 
Intossicazione e avvelenamento
Intossicazione da alcol

Il motivo per cui le bevande alcoliche possono causare intossicazione è la presenza in esse dell'etanolo. L'etanolo, quando assunto in quantità tali da divenire tossico, agisce direttamente sul cervello ed ha come effetto non solo l'alterazione delle attività psicomotorie, delle funzioni visive e uditive, ma anche le capacità intellettive. L'alcol infatti mina le capacità di autocontrollo e può avere un potente effetto depressivo.
L'intossicazione ... (Continua)
15/02/2011 Le cellule stressate aumentano la produzione di trombina

Un legame tra il cancro e una proteina che coagula il sangue
Una ricerca innovativa dalla Germania mostra come le cellule sottoposte a stress aumentano la produzione di trombina, un'importante sostanza coagulante. Presentato nella rivista Molecular Cell, lo studio fornisce nuove ipotesi su come le cellule tumorali possono trarre vantaggio da questo processo. I ricercatori potrebbero usare queste informazioni per sviluppare nuovi modi per trattare varie malattie.
Nel passato, lo stress era un segnale di pericolo imminente, che a sua volta poteva ... (Continua)

27/10/2010 Possibile trasformare le cellule staminali embrionali umane in cellule retiniche
Il piombo per curare la cecità
L'esposizione ad elevate concentrazioni di piombo è da sempre imputata quale causa di morte neuronale, se questa avviene durante l'infanzia. Questo metallo potrebbe invece avere effetti opposti a basse concentrazioni e addirittura venire usato per rigenerare neuroni retinici persi.
Uno studio effettuato nell'Università di Houston rivela risultati sorprendenti riguardo l'esposizione al piombo nel periodo della gestazione. Il professor Donald A. Fox, e la sua squadra hanno infatti portato ... (Continua)
27/09/2010 L'intolleranza al glutine spesso prodotta da errori alimentari

Celiaci si diventa
Da malattia dell'infanzia a vera e propria epidemia fra gli adulti. La celiachia sta diventando sempre più una patologia a carico di persone già adulte che, all'improvviso, si ritrovano intolleranti al glutine. La conferma viene da uno studio epidemiologico appena pubblicato sulla rivista Annals of Medicine.
Il gruppo di ricercatori, formato da scienziati italiani del Center for Celiac Research dell'Università di Baltimora, nel Maryland, punta il dito contro il consumo di farine fatte con ... (Continua)

07/04/2010 Il Cnit annuncia uno studio pilota per ovviare al problema

Occhio alle piante, si rischia l'intossicazione
Si può subire un'intossicazione da una apparentemente innocua pianta tenuta in casa. È il monito lanciato dal Cnit, il Centro nazionale di informazione tossicologica della Fondazione Maugeri di Pavia, che ha avviato uno studio pilota per cercare di mettere a punto gli strumenti più adatti per giungere a una diagnosi corretta.
Il Centro parla di 200 intossicazioni all'anno a causa di agenti tossici presenti nelle piante; nel 72 per cento dei casi, l'avvelenamento avviene per motivi ... (Continua)

08/01/2010 Ricercatori inglesi mettono a punto una sostanza simile all'alcool, ma innocua

Ubriachi senza alcool
Il mercato delle bevande alcooliche potrebbe essere presto rivoluzionato. Una sostanza nata nei laboratori dell'Imperial College di Londra ad opera di alcuni ricercatori britannici promette lo stesso divertimento assicurato da una bevuta in compagnia, ma senza le conseguenze negative spesso presenti.
È una sorta di alcool senza alcool quello inventato da David Nutt e la sua equipe, in grado di replicare quel senso di allegria e leggerezza tipico di un'ubriacatura, ma evitando strascichi ... (Continua)

30/10/2008 13:39:01 

Troppa carne rossa rende vulnerabili a un batterio
Mangiare troppa carne rossa aumenta il rischio di essere colpiti da un particolare tipo di Escherichia Coli, noto battere intestinale nocivo, che provoca avvelenamento da cibo nell'uomo.
La notizia viene da uno studio condotto negli Stati Uniti da una squadra internazionale di ricercatori.
Il batterio incriminato è del tipo che produce tossine Shiga, e scatena pesanti e debilitanti malattie gastrointestinali. Ebbene, i ricercatori coordinati da Ajit Varki della San Diego School of ... (Continua)

24/01/2006 
Un mucolitico contro la fibrosi polmonare idiopatica
Un noto farmaco mucolitico a base di N-acetilcisteina (NAC), comunemente utilizzato nella terapia delle più frequenti affezioni respiratorie, si è rivelato efficace anche nel trattamento della Fibrosi Polmonare Idiopatica (FPI), una gravissima malattia respiratoria a evoluzione fatale. Ad asserirlo sono i risultati dello studio IFIGENIA, pubblicati poche settimane fa sulla prestigiosa rivista The New England Journal of Medicine. Nella sperimentazione, condotta secondo rigorose procedure ... (Continua)

  1|2|3

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale