Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 292

Risultati da 141 a 150 DI 292

11/08/2011 Studio internazionale fornisce un contributo fondamentale per capirne le cause

Raddoppia il numero di geni associati alla sclerosi multipla
Uno studio multicentrico internazionale ha individuato 29 nuove varianti genetiche associate alla sclerosi multipla, fornendo un contributo chiave alla conoscenza dei meccanismi biologici di questa invalidante malattia neurologica.
La maggior parte dei geni individuati ha un ruolo nel sistema immunitario, confermando così la natura disimmune della malattia e chiarendo i meccanismi patogenetici implicati nello sviluppo della Sclerosi Multipla. La ricerca, che ha coinvolto scienziati ... (Continua)

15/07/2011 Il fenomeno dell'apoptosi limitato dal podismo e dagli sforzi prolungati

La maratona aiuta le cellule a vivere
Correre e soffrire per ore e ore avrebbe anche un effetto positivo sulla salute. Non solo quindi dolori muscolari e fatica a recuperare la condizione di partenza, fattori che contraddistinguono la vita e l'attività dei maratoneti, ma anche un “premio” in termini di benessere cellulare.
In sostanza, la maratona avrebbe conseguenze positive sul fenomeno dell'apoptosi, la morte cellulare programmata. Lo rivela uno studio nato in collaborazione fra Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e ... (Continua)

25/06/2011 Cibi poco trattati e scelta dei carboidrati giusti

Regolare il peso grazie alla scelta degli alimenti
Per imparare a mettere in atto nella vita quotidiana un regime alimentare adeguato, è necessario conoscere e adottare alcune regole di base. Ad affermarlo è una ricerca dell'Harvard School of Public Health di Boston pubblicata sul New England Journal of Medicine, che consiglia l'uso di alimenti non trattati, in particolare yogurt, cereali integrali, frutta e verdura, noci, e la scelta di carboidrati di più alta qualità.
Secondo i medici americani, poi, andrebbe diminuito il consumo di ... (Continua)

15/06/2011 Studio correla la posizione nel sonno con le probabilità di aborto

Aborto spontaneo, come si dorme influisce sul rischio
Anche la posizione in cui si dorme potrebbe giocare un ruolo nel caso di un aborto spontaneo. Lo dice una ricerca neozelandese pubblicata sul British Medical Journal in base alla quale le donne incinte che dormono di schiena o sul fianco destro mostrano un incidenza maggiore di aborti rispetto a quelle che dormono sul fianco sinistro.
Allo studio hanno partecipato 155 donne che hanno subito un aborto spontaneo tardivo e 310 che hanno portato a termine la gravidanza. Secondo i ricercatori ... (Continua)

11/04/2011 Studio italiano punta sull'inibizione dell'angiogenesi

Nuovo inibitore arresta la crescita dei tumori
Inibire i vasi sanguigni tumorali e la crescita dei tumori senza indurre resistenza alla cura. Uno studio del San Raffaele dimostra che bloccare la formazione di vasi sanguigni tumorali con un nuovo inibitore specifico arresta la crescita dei tumori e previene le metastasi.
Lo studio, coordinato da Michele De Palma, ricercatore del San Raffaele e da Luigi Naldini, Direttore dell’Istituto San Raffaele-Telethon per la Terapia Genica e Professore presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, ... (Continua)

23/03/2011 Il punto sull'Emoglobinuria Parossistica Notturna

EPN, una malattia rara e complessa, oggi si può curare
L’insidia di una malattia rara non sta nel numero di malati che annovera, quanto piuttosto nella difficoltà ad essere anche solo diagnosticata. Servono infatti medici e centri specializzati in possesso di un’elevata conoscenza in materia e l’Emilia-Romagna è un luminoso esempio a livello nazionale.
L’Ematologia bolognese (Istituto L. e A. Seràgnoli) e tutte le altre ematologie regionali, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Ferrara, Ravenna e Rimini hanno fatto fronte comune e si sono ... (Continua)

22/03/2011 Si aprono nuove prospettive terapeutiche per la patologia autoimmune
Scoperta la causa scatenante del lupus
La causa della reazione autoimmune nei pazienti colpiti da lupus eritematoso sistemico (Les) risiederebbe nei neutrofili, cellule che mettono in moto una serie di processi che finiscono per innescare la malattia.
La scoperta è stata pubblicata sulla rivista Science Translational Medicine e si basa sui risultati di due studi che puntavano a comprendere il ruolo svolto da questo tipo di globuli bianchi all'inizio del Lupus oltre a evidenziare l'influenza decisiva ... (Continua)
02/03/2011 Si punta sul dosaggio mirato dei farmaci chemioterapici

Tecnica innovativa per la lotta ai tumori
Ricercatori finanziati dall'UE continuano la battaglia contro il cancro. Un team olandese è riuscito a incrementare il dosaggio di chemioterapia nei tumori – con il possibile vantaggio di alleggerire gli effetti collaterali nocivi – combinando la risonanza magnetica per immagini (MRI) e ultrasuoni. Il Politecnico di Eindhoven ha collaborato con la Philips Electronics per creare una sofisticata tecnologia per aiutare i pazienti che ne hanno bisogno. Il team ha effettuato per la prima volta una ... (Continua)

17/02/2011 Scoperta una molecola che fa ricrescere una chioma folta e scura

Dai topi una speranza in più per la calvizie
Dalla ricerca sui topi arriva una speranza per i calvi.
Certe volte le scoperte migliori sono quelle che vengono fatte per caso.
Sembra questo il caso di un gruppo di ricercatori che cercando una soluzione ai problemi digestivi di topi da laboratorio si sono ritrovati tra le mani una molecola che potrebbe curare l'alopecia e risolvere i problemi di calvizie. Gli scienziati del Digestive Diseases Research Centre dell’Università della California, Los Angeles, stavano effettuando uno ... (Continua)

01/02/2011 Scoperta proteina che determina la natura dell'infiammazione

Artrite reumatoide, un interruttore la accende
Scienziati nel Regno Unito hanno identificato una proteina che agisce da "interruttore generale" in alcuni globuli bianchi determinando se essi favoriscono o bloccano l'infiammazione. Gli scienziati ritengono che queste scoperte, presentate sulla rivista Nature Immunology, potrebbero aiutare le terapie per varie malattie, come l'artrite reumatoide, che comportano un'eccessiva infiammazione.
Mentre le risposte infiammatorie sono un'importante difesa che il corpo utilizza contro stimoli ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale