Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 438

Risultati da 251 a 260 DI 438

24/11/2010 Nuove opzioni terapeutiche in patologie caratterizzate da morte neuronale

Una ricerca per i bambini disabili
Un progetto che ha lo scopo di migliorare la qualità di vita dei piccoli disabili è stato siglato dal professor Marcello Brunelli, ricercatore dell’Università di Pisa, il dottor Daniele Tonlorenzi, e la presidente dell’Associazione “Amici di Elsa”, Manuela Bondielli. Gli interessati intendono sviluppare una serie di ricerche, volte ad individuare i meccanismi della percezione sensoriomotoria e cognitiva nelle disabilità infantili, con nuovi metodi che sono utilizzati dai più recenti risultati ... (Continua)

17/11/2010 11:08:57 Un buon conflitto è una possibilità di rinnovamento dell’amore

Vita di coppia, 100 modi per fare pace
Ogni conflitto, gestito con consapevolezza e al riparo da tentazioni distruttive, può diventare un’ottima occasione per riconoscere il partner, ed essere riconosciuti. Una delle possibilità più interessanti che si sviluppano solo attraverso un sano e vivace conflitto è quella di ridefinire i confini personali: fino a dove sono io e da quale punto in poi c’è il noi, cosa non è più tollerabile per me e cosa posso accettare, di cosa ho bisogno e di cosa posso fare a meno. Quali regole sono ancora ... (Continua)

11/11/2010 11:39:56 È il gene imputato di convertire le cellule staminali in cellule del cancro

Identificato il gene che fa “crescere” i tumori
Si chiama “FOXM1” e sarebbe lui il gene responsabile della crescita incontrollata delle cellule tumorali.
Lo ha identificato un gruppo di ricercatori della Barts and The London School of Medicine and Dentistry che ne ha dato notizia in un articolo pubblicato dalla rivista Cancer Research. Gli studiosi avrebbero capito qual'è il gene responsabile della nascita e dello sviluppo dei tumori umani.
Il gene in questione, “FOXM1”, non fa altro che sfruttare la proprietà intrinseca di ... (Continua)

09/11/2010 Dalla prevenzione alle possibili terapie
Tumore alla vescica
La vescica è l'organo che ha il compito di raccogliere l'urina che viene filtrata dai reni, prima di essere eliminata dal corpo. Il tumore della vescica consiste nella trasformazione in senso maligno delle sue cellule. Questa neoplasia è in costante aumento nei Paesi industrializzati, rappresenta circa il 70% delle forme tumorali a carico dell'apparato urinario e circa il 3% di tutti i tumori. È più comune tra i 60 e i 70 anni, ed è tre volte più frequente negli uomini che nelle donne. La ... (Continua)
27/10/2010 La forza di volontà è illimitata

Al cervello non servono pause per ricaricarsi
Se dopo una lunga sessione di studio o di lavoro sentiamo il bisogno di “staccare la spina al cervello”, di prendere una boccata d'aria o di mangiare qualcosa non è la manifestazione di un vero e proprio bisogno. Il mito della pausa è stato sfatato. Ad affermarlo è uno studio scientifico condotto dalla Stanford University (Usa) e pubblicato su “Psychological Science”. I ricercatori statunitensi hanno infatti condotto un indagine su un gruppo di studenti universitari ed hanno dimostrato come il ... (Continua)

26/10/2010 Possibili nuove terapie per le malattie respiratorie

Recettori per le sostanze amare nei polmoni
Se pensavate che i recettori per il gusto si trovassero solo sulla lingua e sul palato vi sbagliavate!
Sono stati individuati dei recettori per l'amaro anche nei polmoni. La scoperta ha sorpreso lo stesso gruppo di ricercatori che ne è l'artefice, ma dopo una fase iniziale di scetticismo il team dello pneumologo statunitense Stephen Liggett ha effettivamente dimostrato il funzionamento di tali recettori a livello della muscolatura liscia dei bronchi.
Lo studio è stato condotto ... (Continua)

20/10/2010 Raro tumore del sangue sempre meno mortale

La macroglobulinemia di Waldenström può essere sconfitta
Malattia rara, ma che “vanta” vittime illustri, tanto da meritarsi l'appellativo di “malattia dei principi”. Si tratta della macroglobulinemia di Waldenström, dal nome del medico svedese che la scoprì nel 1944.
Il Waldenström appartiene alla famiglia dei linfomi di tipo B, ma è accostato spesso anche al mieloma, un altro tumore del sangue con il quale condivide la produzione di una proteina gigante, la proteina monoclonale IgM, che rende il sangue più denso e invade il midollo emopoietico. ... (Continua)

27/09/2010 Trial internazionali utilizzano un nuovo approccio anticancro

Combattere l’acidità per sconfiggere il tumore
Sono cinque oggi i trial clinici basati su un’alternativa alla chemioterapia. Saranno presentati oggi, infatti, all’Istituto Superiore di Sanità durante il Primo Simposio Internazionale tutti gli studi su cui sta puntando l’ “International Society for Proton Dynamics in Cancer” (ISPDC) che utilizzano queste nuove strategie antitumorali. “L’obiettivo – spiega Stefano Fais, del Dipartimento del Farmaco dell’Istituto Superiore di Sanità – è quello di colpire soltanto il target molecolare che causa ... (Continua)

24/09/2010 L'Agenzia europea del farmaco ne decide il ritiro

Diabete, rosiglitazone pericoloso per il cuore
Da anni sotto la luce dei riflettori perché aumenterebbe il rischio di malattie cardiovascolari, il rosiglitazone, la sostanza su cui sono basati diversi farmaci antidiabetici come Avandia, Avaglim e Avandamet, dovrà ora essere ritirato dal mercato. Così si è espressa l'Ema, l'agenzia europea del farmaco, segnando un inasprimento rispetto alla decisione della Fda, l'agenzia statunitense, che pur consentendo la vendita dei medicinali ha imposto il rispetto di una serie di parametri per il loro ... (Continua)

27/07/2010 Dispositivo tecnologico offre nuove possibilità ai tetraplegici
Il naso per rendersi autonomi
Un nuovo ritrovato tecnologico per migliorare la vita dei pazienti tetraplegici. È il risultato di una ricerca israeliana del Weizmann Institute pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.
Il nuovo dispositivo, denominato “sniff controller”, permette ai pazienti di controllare il movimento della sedia a rotelle, di parlare, scrivere e navigare su internet semplicemente espirando aria dal naso.
I ricercatori israeliani sono partiti dal presupposto che ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale