Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 485

Risultati da 321 a 330 DI 485

11/01/2011 Team italiano evidenzia il compito del gene Hcn4, il “gene pacemaker”

Aritmie, una proteina regola il battito cardiaco
Un gruppo di ricerca italiano ha dimostrato per la prima volta che il battito del cuore è regolato in modo diretto da una particolare proteina codificata dal gene Hcn4, che funge da canale ionico, chiamato canale "funny" o canale del "pacemaker". La presenza dei canali "funny" nelle cellule autoritmiche cardiache è essenziale per la generazione dell'attività spontanea e per la modulazione della frequenza.
La ricerca è stata pubblicata dal gruppo di Dario DiFrancesco, direttore del PaceLab, ... (Continua)

28/12/2010 Quello fritto perde le qualità protettive

Pesce contro infarti e ictus, ma solo se bollito o al forno
Il pesce è un alimento con molteplici proprietà ma bisogna prestare attenzione al tipo di cottura, se è fritto perde le sue qualità.
A sostenerlo è uno studio pubblicato su Neurology, la rivista americana dell’American Academy of Neurology. La ricerca è partita dall'osservazione che nella cosiddetta “cintura dell’ictus”, l’area degli Stati Uniti con i più alti tassi di infarto cerebrale, il consumo di frittura era maggiore che in altre zone.
Secondo lo studio, che ha coinvolto più di ... (Continua)

22/12/2010 Alla ricerca dell'allenamento migliore e della frequenza cardiaca ideale

Fare sport col cardiofrequenzimetro
Vi sentite fuori forma, stressati, stanchi? Vi avvicinate con timore all'appuntamento mattutino con lo specchio? Ci vuole un po' di sport, chi di noi non lo ha mai pensato? Eppure, decidere di intraprendere un'attività fisica potrebbe non bastare se non si adottano strategie di allenamento efficaci.
Per far questo, uno strumento ormai fondamentale è il cardiofrequenzimetro, ovvero la tecnologia – sotto forma di fascia con elettrodi da applicare sul braccio o meglio ancora sul torace – che ... (Continua)

15/12/2010 Uno studio per valutare l'azione protettiva

Effetti di vitamina B e omega 3 su malattie cardiovascolari
Diversi studi su larga scala hanno esaminato gli effetti della supplementazione con vitamine del gruppo B sulle malattie cardiovascolari, ma nessuno ha riportato effetti significativi sul rischio di queste malattie. Studi osservazionali hanno riportato un’associazione inversa tra malattie cardiovascolari ed assunzione o concentrazioni plasmatiche di acidi grassi omega 3 (soprattutto acido docosaesaenoico e eicosapentanoico), suggerendo che la supplementazione con acidi grassi omega 3 possa ... (Continua)

09/12/2010 Individuato nuovo marcatore attendibile per gli attacchi di cuore

Analisi del sangue per predire il rischio di infarto
Basta un semplice test del sangue per verificare le probabilità che intervenga in futuro un attacco di cuore.
Un nuovo test del sangue messo a punto dalla Roche predice il rischio di infarto entro 6 anni in pazienti apparentemente sani.
L'esame, 10 volte più sensibile di quello attualmente utilizzato, si basa sulla ricerca e misurazione delle concentrazioni minime della “proteina troponina T cardiaca” (cTnT). Se questa proteina è presente anche in dosi ridottissime il rischio di ... (Continua)

18/11/2010 La paziente aveva già subito un trapianto di cuore 16 anni fa

Doppio trapianto, cuore e rene insieme
Una donna torna a vivere grazie ad un eccezionale intervento. Subisce un doppio trapianto, di cuore e di rene insieme.
La storia ha dell'incredibile, considerando che la paziente aveva già subito un trapianto di cuore 16 anni fa.
Nel 1994 infatti la giovane fiorentina, allora 23enne, si era ammalata, subito dopo aver dato alla luce suo figlio, e si era reso necessario il primo trapianto di cuore.
Aveva sviluppato una patologia cardiaca in seguito alla gravidanza. Il trapianto era ... (Continua)

27/10/2010 10:56:03 I sali di potassio riducono la pressione, afferma ricerca tedesca

Pressione bassa? Ci vuole il sale
Per tenere sotto controllo la pressione c'è bisogno di sale, di quello “buono” naturalmente. Una ricerca dell'Università tedesca di Wageningen ha analizzato l'uso dei sali di potassio in 21 paesi, scoprendo che l'eventuale aumento del loro consumo porterebbe come beneficio la riduzione della pressione, nella stessa misura prodotta dalla rinuncia al sale da cucina che usiamo abitualmente.
I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Archives of Internal Medicine e dimostrano ... (Continua)

22/10/2010 Individuata variante genetica che aumenta il rischio della patologia
Cardiomiopatia dilatativa, un gene ne aumenta le possibilità
Una ricerca internazionale pubblicata sulla rivista Plos Genetics è giunta alla conclusione che una variante genetica predisponga alla cardiomiopatia dilatativa (Dcm), aumentandone il rischio del 50 per cento.
I ricercatori, tedeschi e francesi, hanno analizzato il patrimonio genetico di oltre 5500 pazienti che non avevano precedenti familiari. Dagli esiti della ricerca è emerso che la modificazione del gene chiamato HSPB7 è associata a una maggior probabilità di insorgenza della ... (Continua)
05/10/2010 10:59:05 Ricerca americana abbassa la soglia convenzionale per il riposo

Il sonno ideale
È uno dei campi più dibattuti fra i ricercatori di tutto il mondo. L'obiettivo scientifico è stabilire il numero di ore ideale per il sonno notturno. Una recente ricerca angloitaliana aveva stabilito in circa 7/8 ore la quantità di sonno corretta per non incorrere in problemi di salute.
Quest'ultimo studio – pubblicato sulla rivista Sleep Medicine – dell'Università della California sostiene invece che il riposo ideale deve rientrare fra le cinque e le sei ore ... (Continua)

05/10/2010 Una miscela di aminoacidi combatte l'invecchiamento

Il segreto di una vita lunga
L'ambizione di ogni scienziato, quella di trovare l'elisir di lunga vita. Uno studio italiano sembra essersi avvicinato alla meta, grazie a un lavoro coordinato dal prof. Enzo Nisoli, della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Milano.
La ricerca, che sarà pubblicata domani sulla prestigiosa rivista Cell Metabolism, si basa sullo studio degli aminoacidi a catena ramificata (BCAA), alla base di un composto destinato a incidere sulla qualità e soprattutto sulla ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale