Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 485

Risultati da 351 a 360 DI 485

01/02/2010 Lo studio Noah ribadisce la validità della terapia contro il cancro al seno
Trastuzumab e chemio, binomio efficace
È giunto a conclusione lo studio Noah sugli effetti dell'anticorpo trastuzumab associato alla chemioterapia nei casi di tumore mammario. L'aumento delle probabilità di sopravvivenza appare incontestabile. Il 71 per cento delle donne colpite da tumore al seno Her2 positivo sopravvive senza recidive se curate con trastuzumab e chemioterapia, contro il 56 per cento delle donne curate soltanto con chemioterapia.
"I risultati di questo studio - spiega Luca Gianni, dell’Istituto Nazionale Tumori ... (Continua)
04/12/2009 Ricerca americana svela un collegamento fra le pasticche e i disturbi del sonno

Ecstasy e apnee notturne
Che assumere ecstasy non avesse esattamente conseguenze positive era abbastanza intuibile. Ora una ricerca americana si concentra però su un effetto finora trascurato. Le pasticche tanto diffuse nelle discoteche danneggiano il cervello, causando una serie di effetti collaterali, tra cui appunto l'apnea notturna.
Lo studio è a firma della dott.ssa Una McCann, della Johns Hopkins School of Medicine di Baltimora, e pubblicato su Neurology.
I ricercatori hanno messo a confronto un gruppo ... (Continua)

23/11/2009 15:51:35 L'H1N1 non rappresenta un ostacolo per la speranza di chi aspetta un trapianto

Il virus A e i trapianti possibili
Il virus A non riesce a impedire i trapianti. A una neonata di sei mesi di Torino, infatti, è stato impiantato il fegato di un bimbo di sei anni risultato positivo all'infezione.
Come negli altri casi, il bambino era affetto da un'altra patologia, una grave e congenita malformazione cardiaca aggravata appunto dalla presenza del virus A Il piccolo, tenuto in vita fin da lunedì solo grazie all'Ecmo, la macchina che consente l'ossigenazione extra-corporea del sangue, è morto nella giornata di ... (Continua)

14/10/2009 12:27:18 I risultati di una ricerca giapponese sui topi

Fermato il gene che fa invecchiare il cuore
Le malattie cardiache si combatteranno in futuro anche con la terapia genetica. Bloccando l'espressione del gene “PI3K”, alcuni ricercatori giapponesi sono riusciti a rallentare l'invecchiamento del cuore in alcuni topolini da laboratorio.
Gli studiosi, appartenenti alla Kyoto University Graduate School of Medicine in Giappone, sono stati capaci di bloccare il gene PI3K e, in questo modo, prevenire l'invecchiamento del muscolo cardiaco.
Questo gene, infatti, è coinvolto nei meccanismi che ... (Continua)

05/10/2009 12:09:33 Diagnosi dei rischi cardiaci nell'anemia mediterranea

Test svela rischio insufficienza cardiaca in talassemici
Prevenire è meglio che curare: questo proverbio notissimo vale in particolar modo per alcune patologie, come quelle del cuore, che sono potenzialmente letali.
La talassemia, o anemia mediterranea, è una malattia del sangue che può causare, in alcuni pazienti, l'insufficienza cardiaca.
Una squadra di ricercatori inglesi ha messo a punto una nuova tecnica che promette di rivelare con buon anticipo quali pazienti talassemici sono a rischio cardiaco.
La nuova tecnica, chiamata Cardiac T2, ... (Continua)

02/10/2009 17:55:50 Tecnica non invasiva svela lo scompenso cardiaco
Nuovo strumento per misurare l'insufficienza cardiaca
Individuare per tempo l'insufficienza e lo scompenso cardiaco, prima che possano fare danni e portare alla morte improvvisa nei casi più gravi. Raggiungere questo obiettivo è ora più facile.
Un nuovo studio multicentrico mostra che le misure della funzione cardiaca rilevate durante le prove da sforzo con la tecnologia non invasiva BIOREACTANCE(R) dell'industria di dispositivi medicali Cheetah Medical permettono di comprendere meglio le cause dell'arresto cardiaco.
Le misurazioni non ... (Continua)
21/09/2009 I dispositivi di assistenza ventricolare
Alternativa al trapianto per scompenso cardiaco grave
Sono d'argento, di titanio o in materiali biocompatibili. Si tratta dei dispositivi di assistenza ventricolare (VAD) che rappresentano una concreta possibilità terapeutica, alternativa o preparatoria al trapianto di cuore, per coloro che soffrono di scompenso cardiaco grave.
Alla vigilia del 25° anniversario del 1° trapianto cardiaco in Italia, gli studi confermano che, grazie alla miniaturizzazione e all’utilizzo di materiali biocompatibili, i supporti all’assistenza ventricolare sono ... (Continua)
10/09/2009 I geni coinvolti nella malattia
Scoperte le cause della sindrome di Noonan
Un progresso importante per conoscere e affrontare meglio la sindrome di Noonan, una delle più frequenti malattie genetiche dello sviluppo. Uno studio finanziato da Telethon e pubblicato su Nature Genetics* da Marco Tartaglia, ricercatore dell’Istituto superiore di sanità (Iss) e Bruce Gelb della Mount Sinai School of Medicine di New York, ha identificato un nuovo gene implicato in questa sindrome genetica.. Salgono così al 75% le possibilità di diagnosticare in modo corretto questa malattia, ... (Continua)
09/09/2009 Calcolo dei rischi per il cuore

Nuovo metodo per misurare il rischio di mortalità cardiaca
Sapere per tempo qual è il rischio di mortalità di un paziente cardiochirurgico. Un nuovo metodo di rilevazione dei pericoli di morte per chi soffre di cuore è stato messo a punto in Italia, all'IRCCS Policlinico San Donato di Milano.
Lo studio scientifico che ha condotto a questa nuova metodologia di calcolo è stato pubblicato su “Circulation”, la rivista scientifica dell’American Heart Association, suscitando un grande interesse presso la comunità scientifica ... (Continua)

08/09/2009 Cos'è e come si affronta

Panico da traffico
Le cause esatte del disturbo da panico sono ancora in fase di studio. Alcune teorie attribuiscono il problema sostanzialmente all’ingigantirsi dei sensi di colpa. Infatti la paura più grande di un essere umano, insieme alla paura della morte cui è spesso associata, è di non valere agli occhi degli altri e di poter essere considerato in modo negativo o con ostilità. Oppure si può ingigantire il timore di aver commesso degli atti riprovevoli agli occhi delle persone che ci sono care. Quando però ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale